Cardiopalmo – Cause e sintomi – Rimedi e cure

Con cardiopalmo si fa riferimento ad una percezione di battito cardiaco accelerato o irregolare. Da cosa dipende? Bisogna preoccuparsi? Quando è necessario recarsi dal medico? Quali sono i rimedi? Scopriamo come agire nei successivi paragrafi.

Cos’è il cardiopalmo?

Il cardiopalmo, conosciuto anche come palpitazione, si manifesta sotto forma di battito cardiaco irregolare. Si presenta anche in caso di aumento della frequenza cardiaca, cioè tachicardia, e può essere indotto da uno sforzo fisico eccessivo o da una forte emozione.

Le cause alla base del cardiopalmo sono diverse e possono essere di natura organica oppure nervosa. Bisogna quindi individuare la causa principale per capire come intervenire nel modo più adeguato.

Ansia, stress, nervosismo, attacchi di panico, ipertiroidismo, anemia, febbre e determinati farmaci (antiasmatici, alcuni integratori alimentari, decongestionanti nasali ecc.) possono favorire la comparsa del cardiopalmo.

Altre cause sono invece di natura cardiaca e tra esse rientrano extrasistoli, infarto al miocardio, diverse forme di tachicardia, scompenso cardiaco, patologie delle valvole cardiache ecc.

Le palpitazioni sono sintomi di qualche condizione, non necessariamente patologica, e si manifestano con la percezione del cuore che batte più velocemente e la sensazione di sentire il battito in gola.

Le palpitazioni possono durare qualche secondo o anche qualche minuto, ma generalmente tendono a sparire da sole.

Come curare il cardiopalmo?

Sono diversi i fattori che possono determinare fenomeni di cardiopalmo, quindi bisogna individuarne la causa principale intervenendo su di essa in modo mirato effettuando i seguenti esami: anamnesi, visita cardiologica, ECG, analisi del sangue, ECH holter, test da sforzo ed ecocardiografia. Questi esami sono finalizzati a rilevare l’attività elettrica del cuore e capire se ci sono cause specifiche che determinano l’accelerazione dei battiti cardiaci.

Rimedi naturali

Le palpitazioni tendono a scomparire da sole ed in questo caso non c’è bisogno di ricorrere a terapie specifiche. Talvolta sono condizioni di vita troppo stressanti a provocare il cardiopalmo, quindi bisogna agire di conseguenza per allentare lo stress e le tensioni quotidiane.

Innanzitutto è consigliabile seguire uno stile di vita sano, andando a dormire sempre alla stessa ora senza fare troppo tardi ed evitando per quanto possibile comportamenti logoranti o che possono causare tensioni e litigi.

Lo sport può essere un vero toccasana, poiché aiuta a liberare il corpo dalle tossine negative e recuperare un eccellente equilibrio psicofisico. Non bisogna necessariamente praticare sport troppo impegnativi, basta anche una semplice camminata veloce una volta al giorno.

Tra le tecniche di rilassamento più diffuse negli ultimi tempi c’è lo yoga, da praticare in palestra o anche a casa. Lo yoga aiuta a ristabilire un certo equilibrio mentale, rinforzando contemporaneamente anche il corpo.

L’alimentazione deve essere sana ed equilibrata, evitando preferibilmente il caffè che contiene sostanze nervine a beneficio di tisane rilassanti alle erbe che ristorano il corpo e lo spirito.

Quando rivolgersi al medico?

Se il cardiopalmo si verifica periodicamente è opportuno consultare il proprio medico. I pazienti a cui è stata diagnosticata una malattia a carico del sistema cardiovascolare invece, in caso di cardiopalmo, devono recarsi subito dal pronto soccorso.

Quali malattie può causare?

Le malattie che possono essere associate al cardiopalmo sono:

  • anafilassi;
  • anemia;
  • angina pectoris;
  • ansia;
  • cattiva digestione;
  • colica renale;
  • coronaropatia;
  • dislipidemie;
  • embolia polmonare;
  • infarto miocardico;
  • intossicazione da monossido di carbonio;
  • ipertiroidismo;
  • ipertrofia ventricolare;
  • morbo di Graves – Basedow;
  • stress.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi