Le località imperdibili della Sicilia: tra cultura e tradizioni in cucina

La Sicilia è davvero una terra meravigliosa, capace di mescolare numerosi panorami nel giro di pochi chilometri. L'isola è capace di offrire diversità su mare, spettacoli architettonici, cibi prelibati e a buon prezzo. Anche i dialetti si diversificano man mano che si attraversa la regione. Ecco quali sono le cinque località imperdibili di una regione così ricca di sorprese, all'insegna di una cultura millenaria e di tradizioni culinarie consolidate.

Marzamemi

Marzamemi è un piccolo villaggio di pescatori con al suo interno tanti elementi in grado di lasciare a bocca aperta. Si tratta di un luogo molto fotografato su Instagram, situato a una distanza non molto elevata rispetto alla celebre Valle di Noto. Chi vuole restare in zona per risparmiare anche diverse ore di stress in automobile può scegliere di alloggiare in un comodo agriturismo in campagna. In ogni caso, è consigliabile ritrovarsi nel paesino di Marzamemi solo verso sera, a orario di cena. Infatti, un posto simile sembra poco adeguato per soggiornarci, date le sue dimensioni piuttosto esigue e il rischio di andare incontro a una folla eccessiva.

Riserva Naturale di Vendicari

Ecco un altro luogo davvero incantevole, situato non molto lontano rispetto a Marzamemi. La Riserva Naturale di Vendicari può essere considerato come un posto meraviglioso, ideale per chiunque ami vivere lunghe passeggiate. Consente di percorrere una lunga costa a piedi che si affaccia su un mare turchese e cristallino, con la chance di ammirare i fenicotteri. Nei pressi, da non perdere la suggestione di Cala Mosca.

Ragusa Ibla

Ragusa Ibla si trova un po' più a sud rispetto ai punti d'interesse precedenti ed è la parte antica di Ragusa. Si tratta di un'area molto conosciuta, all'interno della quale è possibile ammirare palazzi nobiliari dalle dimensioni imponenti. Fin da subito, ci si può rendere conto di essere immersi in una terra dal passato molto ricco, specie in epoca Borbonica. Si può partire dalla centralissima chiesa di San Gregorio e proseguire lungo il giardino Ibleo, simile ai giardini parigini e disegnato per il passaggio dei ricchi.

Agrigento

Forse è una città più conosciuta e senz'altro più grande degli altri luoghi menzionati, ma Agrigento va assolutamente visitata in occasione di un viaggio in Sicilia. Si tratta di un luogo molto visitato dagli stranieri, spesso associato al sito archeologico stupendo della Valle dei Templi. Quest'ultima va visitata prettamente nel tardo pomeriggio, quando il caldo inizia a diminuire. Il complesso garantisce una vista stupenda su un mare blu. Inoltre, non serve spostarsi molto per raggiungere la Scala dei Turchi, un monumento formato da scale naturali in calcare in contrasto con il mare azzurro. Basta spostarsi poco per conoscere Caltagirone, un paesino nel quale fare shopping e scoprire le migliori ceramiche nazionali.

Cefalù

Infine, bisogna ricordare quanto la Sicilia sia anche un luogo di mare. Cefalù è una meta imprescindibile in questo senso e offre un'ampia gamma di bar e ristoranti, con terrazza che affaccia direttamente sull'acqua marina. Molti la considerano come uno dei borghi più belli d'Italia, con numerose bellezze architettoniche da esplorare.

Come arrivare e spostarsi in Sicilia

Cosa fare per intraprendere un viaggio alla scoperta della Sicilia? Per esempio, è possibile affittare un'auto. In alternativa, ogni turista può decidere di acquistare i biglietti dei traghetti online su www.traghettiperlasicilia.it e approfittare delle varie offerte in corso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi