Vista offuscata – Cause e sintomi – Rimedi e cure

Quando gli occhi faticano a mettere a fuoco gli oggetti si può parlare di vista offuscata. Da cosa dipende? Quali sono i sintomi? Quali i rimedi migliori? Rispondiamo a queste domande nei successivi paragrafi.

Cos’è la vista offuscata?

La vista offuscata è un disturbo piuttosto comune che riguarda gli occhi. La visione delle immagini risulta poco nitida e diventa complicato, se non impossibile, distinguere i dettagli degli oggetti osservati. Può interessare entrambi gli occhi e presentarsi in diverse forme.

Generalmente il disturbo riguarda solo la visione di oggetti vicini oppure lontani. Nei casi più gravi però la vista offuscata può addirittura limitare l’autonomia per chi ne soffre.

Le cause sono tra le più disparate e la vista offuscata è spesso associata a disturbi ottici come l’astigmatismo, la miopia o la cataratta. In quest’ultimo caso la visione offuscata è accompagnata anche da sensibilità alla luce, visione doppia e offuscamento progressivo della vista.

Altra causa è il diabete ed uno dei sintomi di elevati livelli di zucchero nel sangue è proprio la vista offuscata. Il morbo di Graves può determinare vista offuscata, alla quale si accompagnano altri sintomi come dimagrimento, aumento dell’appetito e della frequenza cardiaca, pressione arteriosa alta e tremore.

Tra le altre possibili cause della vista offuscata ci sono l’ipoglicemia, la sclerosi multipla, l’emicrania, l’ipertensione ed il glaucoma.

Come curare la vista offuscata?

Per capire come risolvere la vista offuscata, è necessario comprenderne le cause che come abbiamo letto posso essere parecchie. I difetti di rifrazione possono essere risolti con delle semplici lenti da vista. In altri casi invece è possibile ricorrere ad interventi basati sull’uso del laser, con l’utilizzo di strumentazioni sempre più all’avanguardia e poco invasive. Per la cataratta è sufficiente un intervento praticato generalmente in “day hospital”, mentre in caso di degenerazione maculare bisogna seguire una terapia specifica.

Rimedi naturali

La vista offuscata può essere determinata da fattori esterni, come l’eccessivo stress o un’alimentazione squilibrata. Troppe tensioni determinano un aumento della pressione arteriosa ed un maggiore nervosismo. Bisogna quindi lavorare su se stessi e preoccuparsi di meno, così da ridurre gli stati di ansia ed agitazione e vivere più tranquillamente per evitare una pressione oculare troppo alta.

Per quanto riguarda l’alimentazione bisogna bere tanto, in quanto l’acqua mantiene il corpo idratato ed elimina le tossine che si accumulano nell’organismo fino a provocare danni al fegato, organo strettamente correlato agli occhi. In generale è consigliabile evitare troppi cibi grassi o fritti e seguire un’alimentazione a base di verdure cotte al vapore o semicotte e riso integrale.

Non bisogna sforzare troppo la vista, quindi chi lavora al pc deve fare un piccolo break dopo ogni 20 minuti e chiudere gli occhi per un minuto prima di alzarsi. Altra tecnica utile è alzarsi ed avvicinare lentamente l’indice al viso senza distogliere lo sguardo, ripetendo la stessa operazione da destra e sinistra.

Quando rivolgersi dal medico?

Se problemi di vista offuscata si presentano periodicamente, è opportuno rivolgersi ad un medico oppure un oculista. Se invece il problema degenera fino a provocare perdita della vista, visione doppia, sensazione di pressione agli occhi, comparsa di macchie scure, dolore ed arrossamento degli occhi è consigliabile andare subito al pronto soccorso.

Quali malattie può causare?

Le malattie associate alla vista offuscata sono:

  • Ambliopia;
  • Ansia;
  • Astigmatismo;
  • Blefarite;
  • Botulismo;
  • Calazio;
  • Cataratta;
  • Cefalea;
  • Cheratocono;
  • Degenerazione maculare;
  • Diabete;
  • Distacco della retina;
  • Emicrania;
  • Foro maculare;
  • Glaucoma;
  • Herpes zoster oftalmico;
  • Intossicazione da monossido di carbonio;
  • Ipermetropia;
  • Membrana epiretinica;
  • Miastenia gravis;
  • Miopia;
  • Pre-eclampsia;
  • Presbiopia;
  • Pterigio;
  • Retinite pigmentosa;
  • Retinoblastoma;
  • Retinopatia diabetica;
  • Rosolia;
  • Sclerosi multipla;
  • Sifilide;
  • Sindrome dell’occhio secco;
  • Strabismo;
  • Toxoplasmosi;
  • Ulcera corneale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi