Sigaretta elettronica: ad ognuno la sua

mind the gum

Quando si decide di essere finalmente liberi dalla schiavitù della sigaretta tradizionale, può essere utile avere una guida per orientarsi tra i diversi prodotti presenti sul mercato.

Le sigarette elettroniche rappresentano una interessante “alternativa” per affrontare il problema della dipendenza dalle sigarette. Sull’argomento si dibatte quotidianamente perché, anche se il fumo artificiale delle sigarette elettroniche sembra contenere meno tossine, l’impatto sulla salute a lungo termine deve essere ancora approfondito.

Sta di fatto che il boom delle sigarette elettroniche ha portato a una produzione, in costante aumento, di strumenti sempre più sofisticati e diversificati secondo le esigenze di ognuno; la caratteristica in comune è la praticità e l’esperienza sensoriale sempre più piacevole, che permette di non rimpiangere la vecchia sigaretta tradizionale, guadagnandoci in salute e qualità della vita.

Nella scelta di una sigaretta elettronica adatta alle nostre esigenze, bisogna tenere in considerazione diversi fattori:

  • la facilità d’utilizzo proporzionata alla nostra esperienza con questo tipo di prodotto,
  • l’estetica,
  • la potenza e il vapore,
  • il costo e gli accessori disponibili.

Ecco perché abbiamo deciso di stilare questa breve guida all’acquisto della sigaretta elettronica: le migliori soluzioni per ogni tipo di consumatore, con le caratteristiche principali, i costi, i pro e i contro di alcuni dei modelli più venduti e apprezzati.

Di seguito i prodotti che abbiamo deciso di prendere in considerazione e analizzare:

Joyetech – Ego Box AIO

La sigaretta elettronica ideale per i principianti

E’il modello perfetto per chi si approccia per la prima volta al mondo delle sigarette elettroniche e non vuole spendere una fortuna, senza però rinunciare alla qualità di un prodotto ben fatto e resistente.

19,17€
disponibile
6 nuovo da 19,17€
al 13 Novembre 2019 9:42 am
Sigaretta elettronica: ad ognuno la sua Amazon.it
Spedizione gratuita

Di fabbricazione cinese, questa sigaretta elettronica si usa e si ricarica in modo semplice e intuitivo, e offre una boccata bella densa e calda, che non si distanzia di molto da quella della sigaretta tradizionale: una piacevole esperienza che non sciocca chi per la prima volta decide di allontanarsi dal nocivo mondo del fumo classico. Anche le dimensioni sono ridotte e si adattano bene a uno “svapatore” novello, ma vengono apprezzate anche dai non pochi veterani che decidono di acquistare questo modello per la sua funzionalità, la praticità e il buon sistema di sicurezza. Il prodotto è dotato infatti di un buon dispositivo che protegge sia da perdite accidentali di liquido, che dall’apertura da parte dei più piccoli, così da non doversi preoccupare troppo né di sporcarsi, né di lasciare la sigaretta troppo a portata di bambino.

Ultimi dettagli, ma non in ordine di importanza, il design moderno e accattivante e una buona scelta di colori, caratteristiche che rendono questa sigaretta elettronica anche un bell’oggetto da portarsi in giro.

All’interno della confezione troveremo la sigaretta elettronica, 2 resistenze, drip tip in più, 1 cavo USB micro USB, 1 manuale utente in italiano e la garanzia.

Insomma, la Joyetech eGO Box AIO è un’ottima “E-cig entry level”, economica, molto comoda e compatta, semplice da usare ma efficiente, perfetta per il cosiddetto “tiro di guancia”, ossia quello che siamo abituati a fare con la sigaretta tradizionale. E’ il tiro con cui ci riempiamo la bocca prima di aspirare il fumo o vapore, in modo naturale e dolce, non troppo intenso o profondo. E’ una fumata rilassata, che si adatta al ritmo naturale della nostra respirazione. Utilizzare questa sigaretta ci consentirà di assaporare al meglio il gusto del liquido che sceglieremo di utilizzare.

pro e contro

PRO: CONTRO:
  1. Dimensioni ridotte – è facile da trasportare e riporre in tasca, nelle borsette piccole ecc.
  2. Ottimo rapporto qualità prezzo – uno dei modelli più equilibrati in questo senso.
  3. Sicurezza – il sistema di blocco è essenziale per chi ha bambini, ma anche per i più distratti che non vogliono rischiare di andarsene in giro con la tasca impregnata di liquido.
  4. Facile da usare – perfetta per i principianti, è semplice sia da utilizzare che da pulire, pratica e funzionale.
  1. Surriscaldamento – alcuni consumatori hanno notato che la sigaretta è incline a un riscaldamento eccessivo se utilizzata molto frequentemente.
  2. Durata nel tempo non eccelsa – una parte dei clienti che hanno acquistato questo modello dicono di aver dovuto sostituire la sigaretta o il caricatore a distanza di meno tempo dall’acquisto rispetto ad altre sigarette elettroniche.

Justfog Q16

La più piccola e discreta tra le sigarette elettroniche

Il punto di forza che per primo colpisce è la dimensione di questa sigaretta elettronica. Spesso chi cerca di abbandonare la sigaretta tradizionale, ha molta diffidenza rispetto alla grandezza delle elettroniche, generalmente piuttosto importanti, che poco hanno a che fare con quelle vecchie. In questo caso siamo di fronte a un prodotto piccolo e maneggevole, particolarmente economico – dato da non sottovalutare mai – senza lasciare nulla di raffazzonato o impreciso.

21,99€
disponibile
3 nuovo da 21,99€
1 usato da 21,55€
al 13 Novembre 2019 9:42 am
Sigaretta elettronica: ad ognuno la sua Amazon.it
Spedizione gratuita

Justfog Q16 è un modello perfetto per chi si approccia per la prima volta al mondo dell’elettronica; è piccola, facile da usare e il vapore che produce l’atomizzatore è caldo e denso, molto simile al fumo delle care vecchie sigarette. La resa dell’aroma in bocca è sorprendente, per questo siamo di fronte a un prodotto che soddisfa senza dubbio tutti i tiratori di guancia. Anche l’assemblaggio è molto intuitivo, adatto ai neofiti che si farebbero certamente scoraggiare da meccanismi troppo complessi e sofisticati; i fumatori di elettronica ormai navigati, invece, potrebbero trovare questa sigaretta un po’ troppo basic per i loro gusti, anche se l’esperienza di svapaggio è veramente piacevole ed equilibrata.

La batteria integrata è da 900 mAh ed è possibile regolare il flusso dell’aria in modo da adattare  l’intensità dell’aroma che si aspira. Il fatto che la potenza di 4 W non sia comunque eccessiva, rende Justfog Q16 anche un buon alleato nel percorso verso il progressivo abbandono della combustione del tabacco a favore dell’elettronica, in quanto non risulta particolarmente pericoloso per la salute l’utilizzo alternato ma contemporaneo della sigaretta di carta e di questo prodotto, fermo restando che questa fase dovrebbe durare il meno possibile. All’interno dello starter kit troviamo il vaporizzatore, due resistenze da montare e un cavetto USB per la ricarica.

Tirando le somme, possiamo affermare con sicurezza che Justfog Q16 è un prodotto che vale la pena provare se si sta smettendo di fumare, perché l’esperienza sensoriale che offre non si distacca molto da quella a cui siamo abituati. Non si perde molto tempo a capire come funziona, non ci vogliono ore per imparare a montarla, non si rischia facilmente di bruciare le resistenze. Insomma, è estremamente funzionale e di facile utilizzo, forse un po’ scarno per chi fuma l’elettronica da anni, ma perfetto per tutti gli altri. Da provare.

PRO: CONTRO:
  1. Peso – è una sigaretta elettronica molto leggera, persa solo 90 grammi.
  2. Facile da assemblare – le parti si incastrano tra loro velocemente e intuitivamente.
  3. La svapata  –  particolarmente intensa e gustosa
  4. Dimensioni – è la più piccola sigaretta elettronica di questa qualità presente sul mercato.
  5. Prezzo – rapporto qualità-prezzo eccezionale
  1. Batteria – la durata della batteria da 900 mAh non è brillante
  2. Non è per tutti – non è un prodotto apprezzato da tutti quelli che hanno molta esperienza con le sigarette elettroniche e non è adatta al tiro di polmone.
  3. Atomizzatore leggermente fragile – una brutta caduta potrebbe facilmente portare a una lesione o alla rottura dell’atomizzatore. Occorre fare un po’ di attenzione.

Eleaf Istick Pico

La cura dei dettagli è importante anche quando si fuma

Se quello che cercate è la possibilità di nascondervi dietro una nuvola di fumo, ossia fare il cosiddetto “cloud chasing”, producendo una grande quantità di vapore, Eleaf Istick Pico è il prodotto che fa per voi. L’atomizzatore è infatti molto capiente e perfetto per il tiro a polmone, intenso e profondo. Il tutto anche senza nicotina, dato di particolare interesse per tutti quelli che vogliono finalmente liberarsi del tutto da una brutta abitudine, senza neanche la schiavitù della famosa sostanza da cui i fumatori abituali sono dipendenti.

37,90€
disponibile
2 nuovo da 37,90€
al 13 Novembre 2019 9:42 am
Sigaretta elettronica: ad ognuno la sua Amazon.it
Spedizione gratuita

Pur avendo l’atomizzatore  particolarmente spazioso e una capacità di 2 ml, la sigaretta non è troppo ingombrante, grazie alla batteria di dimensioni ridotte, ma non rinuncia a un’ottima potenza (75 W), caratteristica che la rende molto apprezzata anche da chi è abituato a svapare ed è quindi parecchio esigente in quanto a qualità e potenza del tiro.

Osservando Eleaf Istick Pico, possiamo immediatamente notare i materiali resistenti, le rifiniture curate e l’intuitività dei comandi: sul davanti troviamo quelli per regolare la temperatura e il tasto per l’accensione e l’utilizzo. Interessante è anche la scelta dei colori, nero, grigio, argento, bianco e fucsia, per soddisfare il senso estetico di ognuno.

All’interno della confezione troviamo un iStick Pico, un serbatoio Eleaf Melo 3,  una testina EC 0.3ohm, una Testina EC 0.5ohm,  quattro guarnizioni, un cavo USB per la ricarica, un manuale di istruzioni. La batteria type 18650 deve essere acquistata a parte.

Facendo il punto della situazione, quello che colpisce di questo modello è indubbiamente la potenza associata alle dimensioni ridotte e a un prezzo interessante. E’ un ottimo dispositivo per tutti quelli che vogliono abbandonare non solo la sigaretta tradizionale, ma anche la nicotina, senza rinunciare  ad un’esperienza piena, decisa e particolarmente piacevole dal punto di vista sensoriale.

PRO: CONTRO:
  1. Potenza – 75 W, per un tiro a polmone particolarmente intenso.
  2. Capacità – ampio serbatoio da 2 ml
  3. Atomizzatore – è funzionale e non rilascia mai liquido verso l’alto, come invece accade in altri modelli simili.
  4. Schermo OLED – pratico e intuitivo, permette di regolare la temperatura a proprio piacimento.
  1. Consumo di liquido – è una sigaretta che consuma un po’ più di liquido rispetto alle altre della stessa fascia.
  2. Batteria – la durata non sorprende, soprattutto perché siamo di fronte a una sigaretta elettronica usata spesso dai fumatori più
  3. incalliti.

IQOS 3.0

La grande novità per fumare tabacco senza bruciarlo

IQOS è un prodotto diverso rispetto agli altri appartenenti alla categoria “sigarette elettroniche”, in quanto non usa il classico liquido, ma degli stick di tabacco, vere e proprie piccole sigarette, che vengono inserite all’interno del dispositivo, che a sua volta assomiglia a una sigaretta tradizionale un po’ più “cicciotta”. A questo punto, dopo aver premuto l’unico tasto presente, si aspetta qualche secondo e una vibrazione ci avverte che la sigaretta è pronta; quello che succede è che il tabacco presente viene scaldato a circa 350 gradi, contro gli 800 gradi di media di una sigaretta tradizionale. Questo permette di aspirare l’aroma del tabacco riducendo drasticamente i danni provocati dalla combustione e dalla conseguente inalazione di tutte le sostanze tossiche contenute nella sigaretta oltre al tabacco stesso.

154,00€
disponibile
1 nuovo da 154,00€
al 13 Novembre 2019 9:42 am

La tecnologia è dunque molto nuova e innovativa rispetto a tutto il resto presente sul mercato, ma è necessario sottolineare il fatto che non esistono ancora studi scientifici che provino l’effettiva drastica diminuzione dei rischi rispetto al fumo tradizionale.

Quello che è certo è che la combustione rende le sigarette tradizionali più nocive di quelle a base di tabacco che viene scaldato, meccanismo in questo caso più simile a quello della pipa, ma è ancora da valutare la percentuale di diminuzione del rischio per la nostra salute. Sicuramente nel corso dei prossimi anni avremo sempre più certezze riguardo a questo punto da non sottovalutare.

Esteticamente questo è il prodotto senza dubbio più bello da vedere, il design è chic ed elegante, è un oggetto di lusso, e anche il prezzo è parecchio superiore rispetto agli altri, andando oltre i 100 Euro. L’holder è addirittura dotato di una lamina in platino e ceramica che serve a scaldare lo stick di tabacco.

L’esperienza di fumata è certamente quella più simile alle vecchie sigarette, rispetto alle quali le differenze sono solo a favore di IQOS: niente più odore di fumo sui vestiti, tra i capelli e negli ambienti chiusi e possibilità di fumarla in molti locali pubblici (ma è sempre necessario chiedere il permesso prima).

Il kit contiene: un holder (che è la nostra “sigaretta”), una base di ricarica in cui inserire l’holder, che viene ricaricato in poco più di un minuto, un caricabatterie (per ricaricare la base), un accessorio di pulizia giornaliera, 10 stick di cotone per la pulizia settimanale. Gli stick di tabacco vengono venduti nelle tradizionali tabaccherie, in pacchetti da 10 o da 20, e hanno un costo identico alla media di un pacchetto di sigarette tradizionali.

Concludendo, siamo di fronte a un prodotto totalmente nuovo e innovativo, che se davvero riducesse così drasticamente i danni del fumo, sarebbe l’ideale per smettere di fumare, in quanto l’esperienza sensoriale è quanto di più simile ci sia al fumarsi una sigaretta tradizionale. In ogni caso è bene ricordare che stiamo parlando di un prodotto a base di tabacco non privo di rischi per la salute. Controverso ma must have per la maggior parte dei fumatori in via di conversione.

PRO: CONTRO:
  1. Design accattivante – è bello e alla moda, disponibile in diversi colori e personalizzabile.
  2. Esperienza sensoriale – è come fumare una sigaretta. Nulla da aggiungere. Molti i gusti disponibili, che variano per intensità di tabacco, più due alla menta.
  3. Innovazione – è una tecnologia totalmente nuova  e finalmente più vicina alle esigenze di tutti i fumatori che cercano di smettere.
  1. Fa davvero così meno male delle sigarette? – è un prodotto controverso, la cui dannosità è tutta da verificare.
  2. Costo – è un oggetto per alcuni, non per tutti, dato il prezzo piuttosto elevato.
  3. L’odore è particolare – è vero che non ha persistenza una volta evaporato, ma mentre la si fuma produce un odore che a molti non piace.

THORVAP Smart Mini Kit

In assoluto la sigaretta elettronica più venduta

Se è stata la sigaretta elettronica più venduta degli ultimi mesi un motivo c’è; anzi, più di uno a dire il vero. Si, perché THORVAP Smart Mini Kit è un ottimo prodotto da tenere in considerazione sia che siate neofiti del mondo dello svapo, sia che ormai non abbiate più nulla da imparare in merito. Partiamo dalla potenza: 30 W, ideali sia per chi si sta approcciando a questo mondo, sia per quelli che invece hanno bisogno di qualcosa in più, che permetta di fare dei bei tiri intensi e profondi. Anche il serbatoio da 2 ml ci da la possibilità di fumare in modo intenso senza dover ricaricare la sigaretta troppo spesso.

Dopo aver inserito il liquido all’interno dell’atomizzatore, basta attendere 5-10 minuti in modo da farlo assorbire bene, e poi si può iniziare tranquillamente a svapare nel modo che si preferisce, sia a guancia che a polmone, entrambi soddisfacenti pur senza ottenere l’effetto “cloud chasing” tipico di sigarette elettroniche con potenza maggiore, che ci danno quella nuvola di vapore veramente importante.

Un altro punto di forza di THORVAP Smart Mini Kit è il design, moderno ed elegante, adatto a tutti in quanto non ingombrante ma neanche troppo esile.

Il metodo di accensione e utilizzo è il classico: cinque click per accenderla e iniziare a usarla. La batteria incorporata è da 1500 mAh e garantisce una buona durata anche in caso di utilizzo costante.

All’interno della confezione troviamo: un atomizzatore ThorVap, Box e Vaporizzatore, un vetro di ricambio, un coil di ricambio, guarnizioni, un cavetto USB per la ricarica e il libretto d’istruzioni.

Insomma, THORVAP Smart Mini Kit è la sigaretta elettronica più versatile che ci sia in commercio, una delle poche adatta a tutti i profili di fumatore e a tutte le esigenze del singolo, mantenendo un prezzo decisamente abbordabile. Non si può chiedere di meglio a un prodotto che ha queste funzionalità e questa potenza, racchiuse in un involucro esterno di tutto rispetto, esteticamente curato e senza troppi fronzoli, come un oggetto di design contemporaneo. E’ la sigaretta elettronica per tutti, che non delude le aspettative.

PRO: CONTRO:
  1. Rapporto qualità-prezzo – è uno dei prodotti migliori presenti sul mercato nella sua fascia di prezzo.
  2. Versatilità – che sia tiro di guancia o di polmone poco importa, questa sigaretta elettronica accontenta tutti.
  3. Potenza – 30 Watt che garantiscono svapate intense e aromaticamente eccezionali.
  4. Numero di vendite – se il passaparola è la miglior pubblicità, le recensioni iperpositive garantiscono per questo modello.
  1. Resistenze – non hanno una durata eccellente, soprattutto per chi ama il tiro di polmone e fuma costantemente in questo modo.
  2. No nuvoloni di vapore – per gli appassionati del cloud chasing, la potenza di questa sigaretta non è così alta da creare delle vere nuvole di vapore.

Lovaper 50W LED Box Mod

La migliore per aspirare a polmone

E’ un’ottima sigaretta per tutti quelli che amano il cosiddetto “tiro di polmone”, ossia quello molto profondo, che non si fa con la sigaretta tradizionale. E’ un tiro intenso, che riempie direttamente i polmoni, passando soltanto per la bocca senza soffermarcisi. Con questo tipo di boccata si produce molto fumo, quello che infatti spesso vediamo associato a una sigaretta elettronica. Ovviamente per poter effettuare un buon tiro di polmone, è necessario un prodotto che abbia una potenza adeguata e che non surriscaldi troppo, altrimenti rischieremmo di bruciarci.

22,99€
disponibile
1 nuovo da 22,99€
al 13 Novembre 2019 9:42 am
Sigaretta elettronica: ad ognuno la sua Amazon.it
Spedizione gratuita

Ecco, Lovaper 50W LED Box è proprio il prodotto giusto se state cercando un’ottima sigaretta per un’esperienza di svapo straordinaria, con un notevole colpo in gola. E’ un modello realizzato con ottimi materiali, primo fra tutti l’acciaio inossidabile, che resiste nel tempo e soprattutto si surriscalda poco, consentendo un tiro di polmone eccezionale. La bocchetta di aspirazione è bella larga e si adatta bene ai tiri intensi e profondi, senza provocare nessuna fatica. Molto interessante e funzionale è anche la possibilità di ricaricare il liquido dall’alto, senza dover ogni volta svitare il serbatoio.

Una sigaretta molto performante, quindi, ma anche semplice da utilizzare, senza troppi fronzoli. L’assemblaggio è semplice e intuitivo e il display si legge facilmente. Anche la presa è comoda e sicura, i materiali non sono affatto scivolosi e la grandezza è perfetta: abbastanza per dare la sensazione di un prodotto solido e robusto, ma non troppo ingombrante, cosa che la farebbe diventare troppo difficile da impugnare.

Infine, nonostante sia la sigaretta per chi ama i tiri profondi e intensi, non perde troppo in fatto di sensorialità, in quanto è possibile sentire bene il gusto del liquido prescelto, anche se le papille gustative rappresentano solo una fase di passaggio del vapore prodotto, che non si ferma a lungo in bocca. Nessun pericolo di non sentire bene il sapore insomma, anche se è doveroso ricordare che l’intensità dell’aroma aumenta con l’allungamento del tempo di permanenza del vapore in bocca.

All’interno della confezione troviamo: una batteria BOX MOD da 50W , un atomizzatore da 2ml, una resistenza da 0,5 oHm, due bocchini, un classico cavo di ricarica USB,  un manuale multilingua, un Box Regalo.

In conclusione Lovaper 50W LED Box Mod è una sigaretta elettronica efficiente e completa, pur rimanendo molto semplice nell’utilizzo, con cinque possibili regolazioni della potenza (da 10 a 50 W), che permettono di arrivare alla svapata ideale, con la quantità di vapore giusta per ognuno di noi. Il prodotto è perfetto per i fumatori più esperti, già avvezzi al mondo delle sigarette elettroniche, che cercano qualcosa di non troppo sofisticato e fragile, da utilizzare nel quotidiano e portare in giro senza paura che si rompa o si rovini. Non dimentichiamo il rapporto qualità-prezzo decisamente interessante, che rende questo modello particolarmente appetibile.

PRO: CONTRO:
  1. Atomizzatore ben fatto – realizzato con materiali di pregio e attenzione al dettaglio, durerà a lungo nel tempo e difficilmente avrà dei problemi di usura.
  2. Prezzo competitivo – considerando la fattura del prodotto che stiamo comprando, siamo di fronte a un prezzo più che accettabile.
  3. Utilizzo semplice – 5 click per l’accensione, regolazione della potenza, pochi comandi intuitivi e funzionali. Tutto quello che ci serve, niente di più e niente di meno.
  4. Non surriscalda – è la sigaretta che ci permette di fare un bel tiro di polmone senza tossire per i dieci minuti successivi.
  1. Manuale di istruzioni – diciamo che non è facile trovare un punto debole di questa sigaretta elettronica. Se proprio dobbiamo dirne uno, il manuale non è ben fatto, contiene molti refusi ed errori nella traduzione, che spesso compromettono la chiarezza di quanto scritto.

Smok Micro One R80

La scelta dei fumatori più decisi

Se quello che stiamo cercando è un prodotto che svetti nelle classifiche delle sigarette elettroniche in quanto a potenza, sicuramente ameremo Smok Micro One R80. Si tratta di un modello da ben 80 W, per un tiro a polmone che non teme rivali nella sua fascia di prezzo. Ciò che stupisce sono le dimensioni contenute, ben diverse da quello che ci si aspetterebbe da una sigaretta elettronica così potente. Questa entra comodamente in tasca senza dare alcun fastidio, e ci da comunque la possibilità di avere sempre con noi un dispositivo solido e performante, soprattutto se siamo fumatori costanti e amanti delle svapate intense e decise.

69,00€
disponibile
1 nuovo da 69,00€
al 13 Novembre 2019 9:42 am

Smok Micro One R80 è anche una bella sigaretta elettronica, con finiture gommate che garantiscono un’impugnatura ferma e stabile, senza problemi di scivolosità, nell’ottica di un’ergonomia molto curata. Abbiamo inoltre una notevole batteria da 4000 mAh, adeguata alla potenza dell’atomizzatore.

Tutte le informazioni principali sono ben visibili sul display OLED, come la quantità di batteria rimanente, le informazioni riguardanti la resistenza, il voltaggio e la potenza.

Un’interessante novità è la possibilità di regolare la resistenza prima di iniziare a usare la sigaretta, in modo da assicurarsi che i suoi valori rimangano sempre stabili; in questa maniera si evitano tanti di quei problemi legati alla resistenza che fin troppo spesso ci infastidiscono nell’uso costante di questo tipo di prodotto, rendendo necessaria una sostituzione a volte non troppo saltuaria, che non di rado porta molti ex fumatori ad un ritorno alle sigarette tradizionali.

Ottimo è anche il controllo di temperatura attraverso coil in acciaio, Nickel 200 e Titanio; Smok Micro One R80  permette anche di regolare il TCR (Temperature Coefficient of Resistance) migliorando sensibilmente l’accuratezza nel controllo di temperatura e conseguentemente la resa aromatica.

La confezione include: 1 atomizzatore R80 TC (80 W), 1 serbatoio Micro TFV4 (22 mm), 1 bobina Clapton micro fusa di 0,3 ohm (preinstallata), 1 bobina a resistenza doppia in acciaio inox di 0,25 ohm, 1 tubo di vetro grande di ricambio, 1 adattatore per la prolunga del serbatoio, 1 striscia per atomizzatore di colore nero Smok, 1 cavo di ricarica e per aggiornamento USB, 1 manuale utente (lingua italiana non garantita).

In definitiva, siamo di fronte a un kit che rasenta la perfezione, con una potenza degna di modelli ben più costosi e complicati da usare; è in grado di produrre molto vapore, dando soddisfazione a chi ama il tiro di polmone, pur mantenendo un’ottima aromaticità che non va a perdersi con svapate troppo intense, ma resta ben presente e vigorosa. C’è davvero poco da aggiungere e molto da provare, soprattutto per chi ancora fa fatica ad abbandonare il fumo tradizionale per paura di prodotti o troppo complessi e macchinosi, o troppo semplici e quindi non abbastanza intensi. In questo caso non si andrà incontro a nessuno dei due inconvenienti.

PRO: CONTRO:
  1. Potenza – 80 W di svapate intense e profonde
  2. Batteria – 4000 mAh, un voltaggio generalmente riservato a prodotti ben più costosi di questo.
  3. Esperienza – connubio perfetto tra intensità del tiro e persistenza dell’aroma in bocca
  1. Tiro di guancia – per i neofiti delle sigarette elettroniche, che sicuramente apprezzeranno nella maggior parte il tiro di guancia, più naturale e simile all’esperienza del fumo tradizionale, questa sigaretta potrebbe essere uno spreco.

Dettagli

La sigaretta elettronica cos’è e come funziona

La sigaretta elettronica, o e-cig, nasce in Cina nel 2003, dalla mente di un farmacista che aveva perso il padre –grande fumatore- a causa di un cancro ai polmoni. Il dispositivo ha immediatamente grande successo in Asia e viene commercializzato in maniera significativa anche in Occidente intorno al 2006. Secondo il Rapporto annuale 2016 sul fumo dell’Istituto Superiore di Sanità, oggi circa due milioni di italiani fanno un uso occasionale o regolare di sigarette elettroniche.

Tutti i prodotti citati in questo articolo, ad eccezione di IQOS, hanno un funzionamento simile e fanno parte della stessa categoria di sigarette elettroniche. Generalmente ogni prodotto di questo tipo è formato da un atomizzatore, che contiene una resistenza. Il consumatore inserisce all’interno dell’atomizzatore il liquido prescelto accende la sigaretta, premendo un tasto. La resistenza a questo punto inizia a scaldarsi, grazie all’energia generata da una piccola batteria ricaricabile, e riesce col calore a nebulizzare il liquido, ossia a farlo diventare fumo. A questo punto si può iniziare ad aspirare il fumo e inalarlo come se si trattasse di una normale sigaretta.

I componenti principali sono quindi l’atomizzatore, la batteria e l’inalatore, tutti sostituibili singolarmente. Tutte le differenze tra un prodotto e l’altro non riguardano questi due pezzi, ma caratteristiche come la potenza, la capienza, il design e i materiali utilizzati; tutte queste sono le cose che comportano le variazioni di prezzo, spesso in modo sostanziale

Esistono poi alcune sigarette elettroniche strutturate esattamente come le sigarette tradizionali, sono usa e getta e vengono vendute in pacchetti. La differenza sostanziale tra le sigarette elettroniche ricaricabili e quelle usa e getta sta nel fatto che con le prime si può di volta in volta variare il liquido, alternando i gusti preferiti, mentre quelle usa e getta hanno un liquido predefinito che si esaurisce in una volta. Il pregio di queste è sicuramente l’esperienza quasi identica a quella del fumo tradizionale, con le ovvie differenze sensoriali (ricordiamo sempre che si parla di vapore e non di fumo di tabacco, che ha una consistenza e un gusto proprio e non riproducibile in modo impeccabile).

Una pecca delle usa e getta è quella di produrre pochissimo vapore, e questo rappresenta un grande svantaggio per molti consumatori, che amano proprio il fatto che le sigarette elettroniche producano una grande nuvola di vapore durante la svapata.

Chi decide di approcciarsi al mondo dell’elettronica, spesso ha molti dubbi circa l’effettiva capacità di questo prodotto di farci dimenticare la sigaretta tradizionale. Ovviamente non bisogna illudersi che sia un percorso liscio e senza ostacoli; inizialmente il fumo manca, non a tutti ma a molti, e passare dal tradizionale alla svapata comporta sicuramente dei sacrifici, anche se c’è da dire che la scoperta di questo mondo è affascinante e incuriosisce; la possibilità di provare tanti gusti diversi prima di scegliere i propri preferiti, l’esplorazione di un nuovo tipo di esperienza sensoriale e il piacere di poter fumare in alcuni luoghi dove la sigaretta tradizionale è vietata. A tal proposito, però, vi invitiamo a fare attenzione e a usare sempre e comunque il buon senso. Non si può e non si deve fumare la sigaretta elettronica dappertutto, e nel dubbio è sempre meglio chiedere il permesso.

Gli e-liquid

Il mondo dei liquidi disponibili si estende a macchia d’olio. Ad oggi siamo nell’ordine degli 8000 gusti disponibili, un numero incredibile ma realistico, se pensiamo a tutte le possibili sfumature di sapore, intensità e gradazione di nicotina presente.

Partendo dal gusto vero e proprio, possiamo suddividere i liquidi in alcune grandi categorie: tabacco, mentolato, fruttato, dolce e addirittura salato, con alcune perle come il gusto pizza o formaggio che vi sfidiamo a provare.

La maggior parte degli e-liquid è disponibile in diversi formati, questo ci darà modo di provare quelli che ci allettano di più, prima di scegliere i nostri preferiti.

Oltre al gusto, un altro importante fattore da considerare è la presenza o meno, e l’eventuale quantità, di nicotina all’interno del nostro liquido. Certo, l’obiettivo finale è quello di liberarsi da questa brutta dipendenza anche fisica, ma inizialmente la presenza di nicotina, che può poi gradualmente scalare fino a scomparire, ci aiuterà a non ricadere nella vecchia sigaretta tradizionale, in preda a una sorta di crisi d’astinenza.

Ma di che cosa sono fatti esattamente questi liquidi? Il componente principale è il glicole propilenico, poi abbiamo la glicerina vegetale e in alcuni casi una modesta quantità di nicotina. Infine, caratteristica sostanziale, troviamo gli additivi, chimici o naturali, che danno un determinato aroma al liquido.

Esistono oggi diverse controversie circa la presunta pericolosità di alcuni liquidi con additivi chimici. Pare infatti che molti di quelli venduti in modo assolutamente legale, non siano testati per la loro tossicità. Nel dubbio è sempre meglio affidarsi a produttori certificati e affidabili, onde evitare rischi inutili per la propria salute.

La sigaretta elettronica fa smettere di fumare?

Questa è la domanda più comune riguardo a questo prodotto. La sigaretta elettronica è certamente un valido aiuto per chi non riesce a smettere di fumare ma vuole finalmente iniziare a respirare meglio, sentire di nuovo tutti i sapori e gli odori ed evitare di continuare a correre rischi veramente importanti per la propria salute.

Fumare è un piacere, ma anche una schiavitù. E spesso arriva finalmente il momento in cui si decide di smettere, per ricominciare non necessariamente a fare sport, ma anche solo a salire una rampa di scale senza avere il fiatone. Ma smettere non è affatto facile; rinunciare a un’abitudine che riguarda un gesto che si fa spesso tantissime volte al giorno, costantemente, è un sacrifico che molte persone non riescono ad affrontare.

In tutti questi casi, la sigaretta elettronica è un buon coadiuvante nel percorso verso l’abbandono del fumo, in quanto ci consente di mantenere la gestualità e la ritualità legate al fumo, ma non nasce e non deve essere usata come supplemento a quella tradizionale. L’ideale sarebbe buttare via il pacchetto di sigarette non appena si compra l’elettronica; se questo risultasse veramente troppo difficile, il periodo di uso alternato dovrebbe comunque durare il meno possibile, ed essere fatto con la sigaretta giusta, come vi abbiamo indicato nella nostra guida. L’elettronica non deve assolutamente essere usata come un plus, tra una sigaretta e l’altra. Dobbiamo cercare di sostituire, non di aggiungere.

La sigaretta elettronica fa male?

Ecco un’altra grande questione. E’ una delle domande più digitate su Google riguardo a quest’argomento, è ciò che tutti vogliono sapere: la sigaretta elettronica fa davvero meno male di quella tradizionale? E, in ogni caso, quanto è nociva per la nostra salute?

Iniziamo dalla prima domanda: si, la sigaretta elettronica fa meno male di quella tradizionale, e questo è certo. Perché? Per un semplice motivo, ossia la mancanza di catrame e di molti elementi tossici che inaliamo durante la combustione del tabacco nell’involucro di carta.

Sicuramente ad oggi le conoscenze scientificamente provate sui potenziali effetti dannosi della sigaretta elettronica ancora incomplete, e quindi risulta impossibile dare una risposta certa alla seconda domanda.

Insomma, se è vero che è meglio fumare la sigaretta elettronica rispetto a quella tradizionale, è doveroso dire che non si può essere certi al 100% della totale mancanza di rischi per la salute se si ha l’abitudine di svapare.

Quello che è certo è che le e-cig ci permettono di godere del piacere della sigaretta, eliminando la maggior parte dei rischi connessi al fumo tradizionale, rappresentando quindi una valida alternativa per tutti quelli che stanno cercando di abbandonare una pessima abitudine, per godere di tutti i vantaggi connessi all’eliminazione della combustione del tabacco.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi