Pasta aglutinata: ecco le tipologie esistenti

Sarà capitato a tutti di conoscere una persona allergica al glutine e costretta, per questo, a consumare alimenti privi di questa proteina come la pasta gluten free. Il glutine è, appunto, una proteina che ha origine dal frumento e nelle varietà di cereali affini. La pasta, il pane, i biscotti, i cracker e tutti i prodotti da forno sono tutti alimenti contenenti glutine. L’intolleranza al glutine può dipendere da fattori ereditari ma anche da malattie infettive o da una alimentazione scorretta. Generalmente tale intolleranza si distingue in tre casi clinici: la celiachia, la sensibilità al glutine e l’allergia al frumento.

Tra i disturbi più frequenti vengono annoverati dolori addominali, diarrea o anche mal di testa, ma si potrebbero manifestare anche dolori muscolari o articolari. Chi soffre di questa patologia, però, può ricorrere all’utilizzo di alimenti gluten free.

La pasta senza glutine è perfetta per chi presenta i disturbi sopra citati ma anche per chi vuole variare la propria alimentazione con prodotti diversi dalla classica pasta di semola di grano duro. È infatti importante introdurre nella propria dieta dei cereali alternativi al grano per renderla più ricca e meno monotona.

La pasta aglutinata, come ad esempio quella di lenticchie, è perfetta per chi segue una dieta senza glutine perché è preparata esclusivamente con farina di lenticchie, senza l’aggiunta della farina di grano. È una pasta ricca di fibre e di proteine. 100 grammi di pasta di lenticchie rosse forniscono 334 calorie, 25 grammi di proteine e 48 grammi di carboidrati.

La pasta di riso integrale senza glutine è prodotta solo con farina di riso integrale. 100 grammi di pasta di riso integrale apportano 352 calorie, 72 grammi di carboidrati e 8 grammi di proteine. La pasta di riso integrale è meno proteica rispetto alla pasta di lenticchie ma potrete arricchire il vostro piatto di proteine scegliendo un condimento a base di legumi, ad esempio ceci o fagioli.

Molto amata tra i cultori della pasta aglutinata è quella di piselli che viene utilizzata usando la farina di piselli. Questa ha un tempo di cottura molto breve, circa 4 o 5 minuti, e per 100 grammi di pasta ci sono circa 335 calorie, 55 grammi di carboidrati e 20 grammi di proteine.

Negli ultimi anni si è fatta largo la pasta di quinoa, realizzata con farina di quinoa ed altre farine come quella di riso o di mais. La pasta di quinoa apporta circa 356 calorie ogni 100 grammi di prodotto, 8 grammi di proteine e 77 grammi di carboidrati. La quinoa è ricca di amminoacidi essenziali di cui il nostro organismo ha bisogno per produrre le proteine.

La più diffusa tra le paste aglutinate è quella di mais. Si trova in vendita in diversi formati ed è perfetta per i celiaci perché prodotta con farina di mais da agricoltura biologica. 100 grammi di pasta di mais apportano circa 354 calorie, 79 grammi di carboidrati e 7 grammi di proteine.

Altra pasta da considerare è quella di grano saraceno, prodotta solitamente solo con acqua e farina di grano saraceno. Alcuni tipi di pasta di grano saraceno contengono anche farina di mais, ma sono comunque senza glutine.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi