Come sostenere l’ambiente attraverso il turismo

Tra i tanti approcci del turismo sostenibile che meritano attenzione da parte di chi viaggia, uno dei più piacevoli e interessanti è quello che prevede di visitare aree naturali, a maggior ragione nei Paesi poveri. In questo modo, infatti, si ha l’opportunità di contribuire allo sviluppo di economie alternative distanti dall’inquinamento dei mari e dalla distruzione delle foreste. La salute dell’ambiente viene messa seriamente a repentaglio da un avventato sfruttamento delle risorse naturali, figlio dell’ignoranza e dell’avidità. Abbiamo parlato di viaggi naturalistici all’insegna del turismo sostenibile con il team di keeptheplanet.org, ecco i loro suggerimenti.

Il Sudafrica

Una delle mete più suggestive è il Sudafrica, che permette di godersi un viaggio naturalistico organizzato in modo impeccabile sotto tutti i punti di vista. Nel grande parco nazionale del Kruger, per esempio, è possibile entrare in contatto con i cosiddetti big five, vale a dire i leopardi, i rinoceronti, i bufali, i leoni e gli elefanti. Uno scenario del tutto diverso, ma altrettanto ammaliante, è quello offerto dalle coste meridionali, grazie alla presenza degli squali bianchi e delle foche. Per i turisti i servizi e le infrastrutture non hanno niente da invidiare a quelli europei: volendo si può anche prendere in considerazione l’ipotesi di spostarsi in modo indipendente dopo aver preso un’auto a noleggio.

Che cosa fare in Uganda

Rimanendo nel Continente Nero, un’altra destinazione da sogno per un turismo sostenibile è l’Uganda, che garantisce una notevole offerta sul piano naturalistico. Il Paese confine con la Repubblica Democratica del Congo e il Kenia, ed è il regno del gorilla di montagna, il leggendario silverback. Il sito di interesse più importante è il Bwindi Impenetrable Forest, che già dal nome rende l’idea del contesto: si tratta di una foresta vergine di dimensioni enormi che l’Unesco ha inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell’umanità da proteggere. Il consiglio è quello di avvalersi dell’esperienza di una guida del posto per un trekking organizzato.

Alla scoperta del Nepal

Anche in Nepal si può scegliere tra molteplici proposte in tema di turismo sostenibile, per merito di paesaggi a dir poco spettacolari. La volpe del Bengala, la volpe del tipo Corsac e il leopardo nebuloso sono solo alcuni esempi di fauna locale in cui ci si può imbattere, ma vale la pena di ammirare da vicino anche il rinoceronte indiano e la tigre del Bengala. Il Nepal accoglie alcune delle montagne più alte di tutto il pianeta, ma soprattutto un ecosistema unico, visto che si passa dal clima artico delle cime innevate al clima tropicale della pianura. Dalla capitale Kathmandu può prendere il via un viaggio che permetterà di osservare il leopardo delle nevi, il lupo tibetano, il gatto marmorizzato, la volpe tibetana e il panda rosso.

Un viaggio in Tanzania

Una vacanza in Tanzania, a sua volta, è destinata a regalare infinite soddisfazioni a chi è interessato a praticare un turismo sostenibile: può essere l’occasione per assistere alle migrazioni degli gnu africani, centinaia di migliaia di esemplari che nel mese di ottobre si trasferiscono, alla ricerca di acqua e cibo, verso sud attraversando il Mara. Questa è la migrazione terrestre più grande che l’essere umano abbia mai avuto la fortuna e l’opportunità di documentare, nella splendida cornice della pianura del Serengeti.

La Cina

Può sembrare sorprendente trovare la Cina nella lista dei Paesi da scegliere per una vacanza sostenibile, visto che Pechino non è certo rinomata per il rispetto dell’ambiente, per l’attenzione verso i diritti umani o per la lotta all’inquinamento. Invece, vale la pena di mettere da parte le megalopoli per concentrarsi sull’entroterra del Paese, con specie come il panda rosso e il panda gigante capaci di suscitare forti emozioni. Dal 2005 a oggi sono nati circa 2.400 parchi nazionali, che coprono più o meno il 15 per cento di tutto il territorio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi