Usa, presto sulle tavole la prima mela geneticamente modificata

Una mela sempre verde, che non invecchia mai. È quella che potrebbe arrivare sulle tavole degli americani molto presto. Si chiama Artic Apple, è prodotta dall’azienda canadese Okanagan Specialty Fruits, e attende solo il sì del dipartimento dell’agricoltura statunitense, che potrebbe dare il via libera alla prima mela …

Leggi tutto

Usa e Vietnam: iniziativa ecologica per il recupero del territorio

Gli Stati Uniti e il Vietnam stanno collaborando per risolvere alcune difficoltà legate ai problemi ambientali nella nazione asiatica; gli sforzi combinati riguardano il cambiamento climatico, l’energia pulita, le infrastrutture sostenibili e la salvaguardia della fauna selvatica. Leggi tutto…

Leggi tutto

Incredibile inquinamento in Cina, decine di città trenta volte sopra i limiti di sicurezza: quanti morti?

Nei giorni scorsi la città di Shanghai è stata colpita da elevatissimi livelli di inquinamento (vedi altre immagini nella gallery). Oltre alle condizioni meteo avverse (mancanza di pioggia), in una sorta di nemesi storica la metropoli è stata il bersaglio delle emissioni delle centrali a carbone. Come si vede dalla…

Leggi tutto

Isolanti riflettenti con elevate prestazioni. La ricerca made in USA

Share

Da una ricerca condotta in Florida (USA), al fine di aggiornare il Florida Energy Code, emergono interessanti considerazioni sui fattori che realmente incidono sui costi energetici e sull’efficacia di determinati prodotti isolanti. Così l’ingegnere Martha Van Geem ed il suo team, incaricati nel 2012 di redigere un report per l’International Energy Conservation Code (IECC), espongono i risultati ottenuti studiando le

prestazioni di due materiali a confronto.

Materiali isolanti: il ciclo di vita del poliuretano espanso

Scegliere il miglior materiale in base alle sue prestazioni e al risparmio energetico (ed economico): la ricerca guidata dal team dell’ing. Van Geem negli USA ha confrontato i tradizionali materiali isolanti con un innovativo prodotto termoisolante, sottile e riflettente, giungendo ad interessanti conclusioni.

Dalle crisi energetiche degli anni Settanta è derivata una metodologia operativa fondata sull’aumento dello spessore dello strato isolante, secondo un’ottica prestazionale esclusivamente legata al valore di resistenza termica di una parete.

È ormai noto come questo approccio sia deficitario in quanto tralascia numerosi aspetti: l’escursione variabile nel corso delle ore, l’influenza di umidità e vento, il comportamento degli abitanti. E proprio quest’ultimo sembra incidere in misura elevata sull’effettivo risparmio energetico di un edificio . Il classico esempio delle luci lasciate accese mentre non si è in casa non rappresenta soltanto un vezzo ecologista ma un potente strumento di controllo energetico. Per cui, ragionando radicalmente, isolare un involucro risulterebbe insufficiente se non si inculca il concetto che innanzitutto vada ridimensionato lo stile di vita.

In fondo non è la prima volta che si tenta di suggerire un cambiamento dei comportamenti, un abbandono di un approccio consumista alla vita, un recupero di abitudini meno impattanti ed ugualmente confortevoli. La diffusione delle vie pedonalizzate, del trasporto ciclopedonale o con mezzi pubblici, la sensibilizzazione ad un’alimentazione più biologica e meno modificata non sono altro che declinazioni di questo senso comune.

GLI ISOLANTI RIFLETTENTI
L’origine dell’isolante riflettente va ricercata nelle missioni spaziali, per le quali gli astronauti adoperano delle tute in materiale riflettente. È l’unico prodotto termoisolante che sfrutta un principio diverso da quello, più diffuso, della trasmissione per conduzione. Infatti il suo potere termoisolante dipende dal fenomeno di trasmissione del calore per irraggiamento: così è capace di respingere oltre il 90% dell’energia radiante su una parete esterna.

Gli isolanti riflettenti sono caratterizzati da una struttura ad intercapedine in cui al rivestimento in fogli di alluminio è interposto uno strato di bolle incapsulate d’aria. A contare non è, ovviamente, il valore ? dell’alluminio (che è piuttosto elevato) quanto il suo modesto valore di emissività.
Sottili ed altamente performanti, adoperabili sia in edifici nuovi con isolante esterno o in intercapedine sia in ristrutturazioni con isolante interno, c’è da chiedersi tuttavia quale sia l’impatto ambientale della loro produzione.

I RISULTATI DELLA RICERCA
Il comitato scientifico si è occupato di studiare le prestazioni termiche e le implicazioni economiche di due isolanti comuni. Dal confronto promosso, risulta interessante l’adozione di isolanti riflettenti rispetto alle più diffuse schiume isolanti per edifici in muratura.

Infatti se è pur vero che ad un eguale spessore corrispondono valori di resistenza termica differenti, a favore dell’utilizzo delle schiume, è anche vero che basterebbe aggiungere un esiguo spessore per ottenere con gli isolanti riflettenti lo stesso valore di resistenza termica (valore che garantirebbe un significativo risparmio energetico). A ciò si aggiunge il modesto costo che l’impiego di isolanti riflettenti richiede, ottenendo un risparmio di 27 dollari ad anno rispetto alle schiume.

“More is better” – concludono i membri del comitato – perché l’approccio dinamico, volto all’ottimizzazione dell’inerzia termica e della massa, è ormai il tema fondante della progettazione ecosostenibile.

Leggi anche:

Isolare con fibre tessili: l’impiego della canapa in edilizia

La storia degli isolanti in fibre di canapa inizia quando la “donna della canapa” Carmen Hock-Heil, imprenditrice tedesca, iniziò a produrne

Isolanti (bio)compositi con lana di pecora. Sono sempre ecosostenibili?

La lana di pecora è uno dei più interessanti isolanti termoacustici, al contempo innovativo e tradizionale. Adoperata fin dagli albori dell’uma

Posidonia come isolante termico. Quando l’ispirazione viene dalla Natura

La natura offre da sempre ottime materie prime per l’applicazione in vari ambiti, tra cui l’edilizia e le costruzioni, solo che spesso n

Superfici di sughero per un’architettura silenziosa

Gli antichi si servirono del sughero per piatti ed utensili domestici, perché materiale biologicamente puro, resistente e inalterabile;

Isolamento acustico: materiali naturali fonoisolanti

L’isolamento acustico o anche fonoisolamento, è la caratteristica di quei materiali che consentono di limitare la diffusione del suono, ostaco

Tags:



Leggi tutto

Energie rinnovabili alla conquista del mondo

Le energie rinnovabili sono partite come un dardo scagliato nel futuro. Lanciate con potenza e precisione, da umile dardo, si stanno trasformando in una irrefrenabile valanga che si accresce man mano che procede nel suo viaggio.A questo proposito l’InternationalEnergy Agency (IEA) ha fatto il punto della situazione, per …

Leggi tutto

Il Design 2013 è Green: Lucky Strike Talented Designer Award

Il progetto ecologico “Ecodomestic Appliances” vince i 20.000 € del Lucky Strike Talented Designer Award. Assegnati altri premi per 10.000

Leggi tutto

Mappa in time lapse di tutte le esplosioni nucleari dal 1945 al 1998. Per non dimenticare -Video

L’artista giapponese Isao Hashimoto ha condensato in un sobrio video di sette minuti oltre 50 anni di follie nucleari dell’umanità, a cominciare con il test di Alamogordo, gli orrori di Hiroshima e Nagasaki, e le centinaia e centinaia di test negli oceani, nei deserti e nelle steppe, prima che…

Leggi tutto

Ambientalisti contro il salmone OGM in arrivo sulle tavole degli States

Il soprannome scelto dall’associazione animalista “Amici della Terra” la dice lunga sul super-salmone e sulla battaglia che da anni si combatte contro l’azienda che sta per ottenere il via libera per metterlo in commercio. Lo chiamano “Frankenfish“, il pesce Frankenstein: perché il salmone atlantico geneticamente …

Leggi tutto

Il petrolio non è mai stato così caro nel mese di settembre come nel 2013

Anche se i quotidiani prevedono una possibile riduzione del prezzo del petrolio a causa dello shutdown degli USA, in realtà nel mese di settembre con 196,7 $/barile il greggio ha raggiunto un vero e proprio massimo storico (1): mai era stato così caro all’inizio dell’autunno, quando riprendono…

Leggi tutto

Colombia, accordo pro Ogm con gli Usa: semi “fuori legge”, rivolta dei campesinos

Dalla metà di agosto la Colombia è sull’orlo di una rivoluzione. Mentre a Cuba si negozia la pace tra le Farc e il governo colombiano, migliaia di campesinos si sono riversati nelle strade per protestare contro l’entrata in vigore del trattato di libero commercio con gli Stati Uniti. L’accordo …

Leggi tutto