Bradicardia – Cause e sintomi – Rimedi e cure

La bradicardia indica un rallentamento del battito cardiaco. In alcuni casi è normale ed in altri casi lascia sottendere qualche patologia. Quando preoccuparsi? Quando è necessario l’intervento di uno specialista? Quali sono i rimedi? Scopriamolo nei successivi paragrafi.

Cos’è la bradicardia?

Chi soffre di bradicardia accusa un rallentamento del battito cardiaco al di sotto degli standard normali. In un adulto si parla di bradicardia quando la frequenza cardiaca (FC) è inferiore ai 60 battiti al minuto (bpm).

Esistono 3 tipologie di bradicardia: lieve (FC compresa tra i 50 ed i 59 bpm), moderata (FC compresa tra i 40 ed i 49 bpm) e grave (FC inferiore a 40 bpm). In realtà la bradicardia grave non deve preoccupare immediatamente, anzi per molti sportivi è addirittura normale avere un battito così lento.

La situazione cambia radicalmente se la patologia compromette il normale apporto del sangue agli organismi rendendolo insufficiente.

I sintomi più comuni associati alla bradicardia sono: ipotensione, disturbi del sonno e della memoria, sincope, confusione, stanchezza, fatica, vertigini, dispnea e dolori toracici.

Altra tipologia di bradicardia è quella neonatale, caratterizzata da una diminuzione del battito del cuore di 30 bpm rispetto al basale. La causa principale in questo caso è l’ipossia, una situazione causata da una carenza di ossigeno nell’organismo o in una sua regione.

Possibili cause sono: diminuita eccitabilità del sistema di conduzione cardiaco, aumentata attività del nervo vago, diminuita attività del simpatico, sostanze chimiche ingerite, disturbi della conduzione dell’impulso nervoso, malattie al cuore, assunzione di farmaci specifici come gli antiaritmici e i beta-bloccanti.

Come curare la bradicardia?

Il dottore per stilare una diagnosi prescrive generalmente l’elettrocardiogramma, un esame che può essere condotto a riposo, sotto sforzo, in condizioni di stress o per periodi prolungati con l’utilizzo di dispositivi portatili. Spesso sono necessari anche esami del sangue per individuare eventuali patologie.

La terapia varia a seconda delle cause che hanno generato il disturbo. Se la bradicardia è fisiologica o scompare senza sintomi, non è previsto alcun tipo di trattamento. In caso contrario è prevista una terapia a base di farmaci specifici, oppure si interrompe l’assunzione di farmaci che hanno favorito l’insorgenza della patologia.

Se la condizione è determinata da alterazioni nella trasmissione degli impulsi elettrici del cuore, si può procedere all’impianto di un pacemaker permanente.

Rimedi naturali

La bradicardia, ed in generale i problemi al cuore, spesso sono associati ad un’alimentazione scorretta. Bisogna quindi seguire una dieta sana per il cuore, preferendo cereali integrali, pesce fresco, verdura biologica, frutta, farro, alimenti ricchi di omega 3, noci, semi di lino e semi di canapa.

Lo stress è un altro fattore che può incidere negativamente sul cuore. Bisogna quindi ridurre i serrati ritmi lavorativi, prendendosi una pausa sul lavoro di tanto in tanto, e limitare l’utilizzo di dispositivi elettronici come smartphone e tablet.

Infine un po’ di sano esercizio quotidiano ed una buona qualità del sonno aiutano a contrastare i problemi legati alla bradicardia.

Quando rivolgersi al medico?

Nel momento in cui la frequenza cardiaca è più lenta del solito, è opportuno rivolgersi quanto prima ad uno specialista. Se si avvertono i sintomi di un infarto o se è in corso una grave mancanza di respiro, è opportuno rivolgersi subito al pronto soccorso.

Quali malattie può causare?

Le malattie e le condizioni associabili alla bradicardia sono:

  • infarto;
  • miocardite;
  • endocardite;
  • alterazioni elettrolitiche;
  • blocchi atrio-ventricolari (II e III grado);
  • ipertensione endocranica;
  • febbre tifoide;
  • brucellosi;
  • altre malattie infettive;
  • ipotermia;
  • assunzione di droghe;
  • assunzione di farmaci come i beta-bloccanti;
  • noduli al seno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi