Mantenere in salute la prostata: ecco qualche consiglio

La salute della prostata è un tema molto importante per gli uomini, soprattutto per coloro che hanno superato i 50 anni. Spesso però parlarne è ancora tabù, mentre sarebbe importante che tutti gli uomini sapessero che cosa fare (e che cosa evitare) per cercare di tenere in salute la loro prostata.

Bastano alcuni accorgimenti ed in linea di massima una vita sana ed equilibrata ed attiva per mantenere la prostata più al sicuro ed evitare patologie come la prostatite, iperplasia prostatica benigna o altri problemi. Avere un adeguato stile di vita, sufficientemente attivo, mangiare in modo equilibrato evitando alcuni cibi irritanti, evitare comportamenti a rischio è necessario per garantirsi la migliore salute della prostata.

Mantenere la salute della prostata è, quindi, di fondamentale importanza.

Per questo bisogna fare attenzione a seguire alcuni preziosi consigli che giovano non solamente alla salute della prostata, ma anche alla salute dell’uomo in generale. Ma quali sono i consigli per mantenere la prostata in salute e diminuire il rischio di una malattia? Eccoli di seguito.

Cosa fare per mantenere la prostata in salute

Mantenere la prostata in salute non è troppo difficile: le regole base sono sottoporsi a controlli regolari, fare una vita attiva, mangiare bene ed evitare alcuni comportamenti che possono essere rischiosi. Ecco di seguito i consigli per mantenersi in salute.

  1. Sottoporsi, almeno una volta l’anno, ad una visita urologica ed al controllo della prostata dopo i 50 anni. La visita può essere seguita da una ecografia specialistica della prostata. I soggetti a rischio, ovvero coloro che hanno famigliari di primo grado ai quali è stato diagnosticato il cancro alla prostata, dovrebbero fare lo screening precoce dai 40 anni.
  2. Mantenere uno stile di vita attivo ed adeguato. Uno stile di vita adeguato significa improntato all’attività fisica regolare e costante, evitando tutti gli eccessi (sedentarietà, fumo) che possono danneggiare la salute.
  3. Mangiare cibi antiossidanti. Ci sono cibi che fanno male alla prostata, e cibi che invece fanno bene. Questi ultimi sono soprattutto gli alimenti molto ricchi di antiossidanti, come vitamina A (broccoli, pomodori, carote ed albicocche), vitamina E (come olio extra vergine di oliva ed oli vegetali), selenio (tuorlo), vitamina C (agrumi, ribes, fragole e kiwi), manganese (cereali integrali, verdure con foglia verde), zinco (carne rossa e fegato). Insomma, si tratta di cibi che contengono tanti antiossidanti che aiutano a prevenire e controllare l’infezione alla prostata.
  4. Evitare alcune tipologie di cibi. Alcuni alimenti ed alcune bevande possono essere pericolose per la salute della prostata, in quanto tendono ad irritare il basso tratto urinario (inclusa la prostata). Si pensi alla birra, agli insaccati, al cioccolato ed ai formaggi grassi. Anche le spezie ed il peperoncino, così come la carne ed i pesci grassi, molluschi, crostacei e frutti di mare non sono cibi salutari. Inoltre, bisogna fare attenzione all'eccessivo uso di caffè per mantenere la prostata in salute perché si tratta di una bevanda irritante per il tratto urinario.
  5. Bere acqua a sufficienza. Idratarsi è molto importante per la salute della prostata: bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno, con piccoli sorsi.
  6. Mantenere attiva la funzione intestinale. Pericolose in questo senso sono sia la stipsi che la diarrea: se avete questi problemi è bene rivolgersi al medico, perché la scarsa regolarità dell’intestino può causare un passaggio di batteri alle vie urinarie e ciò è pericoloso per la prostata.
  7. Usare i mezzi a due ruote con attenzione. Moto, bici, scooter… i mezzi a due ruote andrebbero usati con attenzione per non danneggiare la prostata e non favorire infiammazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi