L’importanza della pulizia del colon

Il problema della mancata pulizia del colon è quanto mai attuale. Sono tanti i cibi che mettono a repentaglio la salute di questa delicata parte del corpo: tutti quei prodotti “trasformati” cioè trattati ai quali si aggiungono gli alimenti fritti, gli amidi devitalizzati, le pietanze troppo cotte danneggiano irrimediabilmente la parete del colon.

Avere un colon “sporco” cioè con un’elevata quantità di materia fecale all’interno compromette la salute dell’intero organismo. Gli alimenti che, invece, fanno bene al colon sono tutti gli elementi “rivitalizzanti” cioè che permettono la pulizia delle pareti intestinali. Sono le fibre ad essere i componenti che più di tutti permettono la pulizia del colon. Gli elementi molto ricchi di olio, al contrario, sono difficilmente digeribili dal nostro apparato digerente così che vengono considerati come scarti di cui liberarsi.

Quando questi alimenti passano lungo il colon, lasciano un residuo che come una patina, sporca le pareti di questa parte del corpo. Questi prodotti diminuiscono sempre più il foro centrale del colon così che molte sostanze di cui il corpo potrebbe trarre nutrimento, vengono riconosciute come scarto. La causa di tutto ciò è una mancanza di assimilazione da ciò che mangiamo: una vera e propria denutrizione che porta all’invecchiamento precoce fisico e cerebrale. La mancata pulizia di queste sostanze porta alla presenza costante di rifiuti che nemmeno i batteri buoni, cioè quelli che fungono da spazzini, riescono ad eliminare.

Un sistema fognario sporco con una grande quantità di rifiuti di scarto che emanano gas derivanti dalla fermentazione, non può fare bene all’intero organismo. Uno degli alimenti più indicati per il colon è il farro. La grande quantità di fibre presenti in questo cereale rappresenta un ottimo aiuto per chi desidera avere questa parte del corpo “pulita”. Molto consigliata anche l’assunzione di frutta e verdure preferibilmente crude, i legumi, l’aglio, i cerali integrali, gli yogurt ed i succhi di frutta naturali.

Fonte: sosbenessere.com