Da cosa è causata la sonnolenza in gravidanza?

Nei cambi di stagione o in periodi di forte stress emotivo in molti tendono a sentirsi strani durante il giorno. Ma se ci troviamo in un periodo apparentemente sereno da cosa può dipendere la sonnolenza continua che ci colpisce?

La stanchezza frequente, la sensazione di non essere concentrate al massimo e la voglia costante di riposo possono essere i primi sintomi della gravidanza che tanto aspettavamo. Come tanti altri sintomi anche la sonnolenza tende ad essere più frequente nelle prime settimane di gestazione. In ogni caso non sempre ci si può permettere di prendersi qualche momento per sé e riposare e per questo motivo è bene sapere da cosa dipenda la sonnolenza in gravidanza per cercare di trovare il giusto rimedio.

Perché si soffre di sonnolenza in gravidanza?

La sensazione di sonnolenza è una naturale risposta del nostro organismo ai tantissimi cambiamenti che influenzano il nostro corpo quando si appresta ad accogliere una nuova vita. Quello che vediamo dall’esterno è in realtà niente rispetto a ciò che cambia dentro di noi e tutto questo lavoro comporta non poco stress per il nostro sistema nervoso.

In particolare le prime settimane di vita sono quelle più stressanti ed è proprio per questo motivo che la sonnolenza gravidica tende a essere più frequente in questo periodo. Una delle cause più accreditate è lo scompenso tiroideo che provoca un forte aumento di progesterone. Questo infatti viene prodotto anche dalla placenta che alimenta il feto e impedisce che ci siano contrazioni pericolose.

Un’altra causa che comporta la comparsa della sonnolenza gravidica è la diminuzione della fase REM, ovvero la parte del sonno che più ci consente di riposare. Già dai primi giorni di gravidanza la donna inizia a sviluppare un sonno molto più leggero, una risposta protettiva del nostro corpo che già desidera proteggere il bambino. Ciò comporta però un aumento della sonnolenza durante il giorno.

Quanto può durare la sonnolenza gravidica

Come per ogni altro sintomo, anche la sonnolenza gravidica non è una condizione che dura a lungo. La sua comparsa è quasi improvvisa e colpisce in diversi momenti della giornata, ma in generale tende a non durare oltre la decima settimana.

Il primo trimestre è infatti il periodo in cui il corpo femminile subisce la maggior parte dei cambiamenti e proprio per questo motivo gran parte dei sintomi sono concentrati in queste settimane. Con il tempo il corpo inizia ad abituarsi alla nuova condizione e ad accettare tutti gli sbalzi dovuti alla gravidanza. È proprio in questo momento che, proprio improvviso come è arrivata, la sonnolenza gravidica inizia ad abbandonarci.

I rimedi alla sonnolenza

In molti casi la sonnolenza in gravidanza può essere anche pericolosa. Pensiamo a chi per lavoro si trova spesso in macchina o deve comunque svolgere un compito per cui è richiesta grande concentrazione. In realtà non esistono veri e propri rimedi alla sonnolenza gravidica, ma solo piccole attenzioni che possiamo adottare.

Concedersi pochi minuti durante la giornata per riposare è uno dei primi aspetti da considerare, ma al tempo stesso è bene ridurre lo stress. È invece preferibile evitare l’abuso di sostanze con caffeina che potrebbero accrescere la sensazione di nausea.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi