Creare la pasta madre? Rinfrescatevi la memoria

News via:

Comunità del Cibo Pasta Madre:

Creare la pasta madre? Rinfrescatevi la memoria


Dando fondo al mio solito sense of humor veramente british, ho pubblicato una piccola guida su Dissapore su come autoprodursi la pasta madre.Sono tutte cose che dovreste sapere già (vero, miei piccoli lettori?!), ma un saltino lì ce lo farai, anche solo per leggervi i commenti al vetriolo.

Cari frequentatori di locali vintage che mangiate sempre e solo bio, che siete addirittura vegani (o tempora o mores!) e che bevete solo birra artigianale o – perché no – autoprodotta, qui si parla di roba seria: stiamo per entrare nel magico, fantomatico e sempre più preoccupante mondo della pasta madre.
Se poi fate parte della categoria dei finti-hipster con gli occhialoni grandi, i maglioni sformati e i capelli arruffati che utilizzano questa way of living per rimorchiare, siete ancor di più nel posto giusto.
In un mondo pieno di mariuoli gastro-chic dove pizzaioli e panificatori sono diventati divinità della fermentazione spontanea e i menu tutto un fiorire di “lievitazione veramente ma veramente naturale”, “fermentazione di 15 giorni al sole dell’Himalaya”, “del nostro lievito madre nato da una vergine” è sempre più necessaria un guida in grado di portarci in fondo al tunnel della falsa informazione.

Continuate la lettura direttamente su Dissapore

Per questo articolo si ringrazia: Comunità del Cibo Pasta Madre e vi invitiamo a continuare la lettura su: Creare la pasta madre? Rinfrescatevi la memoria

Creare la pasta madre? Rinfrescatevi la memoria

Argomenti trattati:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi