Aceto di mele: le proprietà, i benefici e le controindicazioni

Aceto di mele: le proprietà, i benefici e le controindicazioni

Benessereblog.it

aceto di mele

L’aceto di mele è considerato dalla tradizione popolare un rimedio per moltissimi disturbi. Anche se l’efficacia di molti dei suoi usi tradizionali non è stata confermata (o, addirittura, è stata smentita) da studi scientifici, alcune sue proprietà sono state validate dai risultati della ricerca.

Il suo ingrediente principale è l’acido acetico, ma al suo interno si trovano anche altri acidi, vitamine, sali minerali e aminoacidi. La forma liquida non è l’unica disponibile. Nel corso degli anni sono stati messi a punto anche integratori alimentari pensati proprio per sfruttare i benefici di questo prodotto della fermentazione delle mele. Ecco quali sono i vantaggi della sua assunzione e le sue controindicazioni.

Le proprietà dell’aceto di mele

Di lui si dice che elimini pidocchi e verruche, che sia un ottimo disinfettante e che debba essere utilizzato dopo essere stati punti dalle meduse, ma gli studi condotti fino ad oggi smentiscono queste proprietà. Al contrario, la ricerca ha dimostrato che l’aceto di mele è utile in caso di:

  • diabete. L’aceto riduce i livelli di glucosio nel sangue. Nel caso del diabete di tipo 2 assumerne due cucchiai da tavola prima di andare a dormire riduce l’iperglicemia mattutina del 4-6%.
  • colesterolo alto. Le conferme arrivano da studi condotti sui ratti, secondo cui l’aceto può ridurre i livelli di colesterolo.
  • pressione alta e disturbi cardiaci. Uno studio condotto sui ratti ha dimostrato che l’aceto può ridurre la pressione alta. Non solo, in chi condisce l’insalata con aceto 5-6 volte alla settimana l’incidenza di disturbi cardiaci è ridotta rispetto a quanto osservato in chi non utilizza questo condimento.
  • cancro. L’aceto può uccidere le cellule tumorali o rallentarne la crescita. Uno studio suggerisce che il consumo di aceto riduca il rischio di cancro all’esofago, ma i risultati di un’altra ricerca portano ad ipotizzare che aumenti il rischio di tumore alla vescica.

Infine, l’aceto è usato da tempo per dimagrire. In effetti, quello bianco può aumentare il senso di sazietà.

Le controindicazioni dell’aceto di mele

Consumare piccole quantità di aceto di mele non comporta grandi rischi per la salute, ma assumerlo a lungo termine e in grosse quantità potrebbe mettere a rischio la salute. Si tratta, infatti, di una sostanza molto acida che dovrebbe essere sempre diluita in acqua o in un succo prima di essere ingerita. Utilizzato tale e quale potrebbe danneggiare lo smalto dei denti e altri tessuti della bocca e della gola, oltre che la pelle.

Inoltre l’assunzione a lungo termine di aceto di mele può ridurre i livelli di potassio e la densità ossea. Per questo se si soffre già di questi problemi è meglio consultare il proprio medico prima di affidarsi a questo rimedio naturale.

Infine, questo aceto potrebbe interferire con l’azione di diuretici, lassativi e medicinali assunti in caso di diabete o di malattie cardiache.

Via | WebMD
Foto | da Flickr di Veganbaking.net

Aceto di mele: le proprietà, i benefici e le controindicazioni é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 11:25 di venerdì 12 aprile 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Aceto di mele: le proprietà, i benefici e le controindicazioni

Argomenti trattati: 22576 | Benessere anima e corpo. Good Living. Erboristeria. Medicina

Aceto di mele: le proprietà, i benefici e le controindicazioni

si.sol.
http://feeds.blogo.it/benessereblog/it
Benessereblog.it
Salute e benessere: alimentazione, dieta e bellezza

BioNotizie.com

Web Net 3.0 Realizzazione siti web con integrazione social network e community features. Campagne web marketing e strategie SEO personalizzate. Article Marketing. Link Building.