Sbiancamento dentale: come rendere i denti più bianchi

concentrato di cranberry

Uno dei trattamenti estetici più richiesti in ambito dentistico è lo sbiancamento dentale, un procedimento che aiuta ad eliminare tutte quelle macchi e quel colore giallognolo che i denti tendono ad acquisire nel tempo.

Cause dell’ingiallimento dei denti

I denti gialli possono essere motivo di imbarazzo e disagio tra relazioni interpersonali, questi incidono negativamente sull’immagine personale, rendendone sgradevole l’estetica e il sorriso;

a differenza uno sbiancamento dentale migliore l’immagine della persona rendendola sicura di sè, ordinata e pulita.

Le cause dei denti gialli sono molte e differenti, anche se alcune persone sanno come lavarsi i denti nel miglior dei modi e tengono particolarmente alla propria igiene orale, possono presentare macchie sui denti, questo succede proprio perchè alcuni cibi e bevande, come per esempio la liquirizia, il cioccolato, il caffè ecc. presentano dei pigmenti che si fissano sullo smalto del dente.

L’ingiallimento, oltre ad avvenire tramite un alimentazione non adatta per mantenere il naturale colore dei denti, può essere prodotto da una scarsa pulizia del cavo orale con conseguenza di depositi di placca e tartaro. Anche l’avanzamento dell’età comporta ad un alterazione cromatica dei denti che spesso tende a sfumature giallognole e marroncine. Comunque è importante specificare che il colore dei denti è geneticamente predisposto e influenzato dallo spessore dello smalto e della dentina.

I metodi dello sbiancamento

I trattamenti che consentono di riportare il dente al colore bianco, sono differenti e possono essere eseguiti o nello studio del proprio dentista o in centri estetici specializzati o adottando trattamenti domiciliari; comunque i denti possono essere resi bianchi in due modi: chimico, attraverso l’utilizzo di sostanze decoloranti e meccanico, per sfregamento.

Uno dei trattamenti dello sbiancamento dentale eseguiti dal dentista low cost avviene tramite l’utilizzo di particolari agenti chimici sbiancanti, potenziati da specifiche lampade che favoriscono una profonda azione. Questi agenti chimici sono presenti in un particolare gel a base di perossido di idrogeno al 35%, questo, se esposto a particolari fonti luminose, si attiva liberando ossigeno e scomponendo le molecole delle macchie dei denti che diventeranno facilmente eliminabili.

Un trattamento “casalingo” più comune, è l’utilizzo di dentifici abrasivi, la cui azione sbiancante avviene tramite spazzolamento dei denti; il suo utilizzo eccessivo però, comporta ad un contrario risultato, lo smalto può essere rovinato con il conseguente ingiallimento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi