Carota: Proprietà, benefici, composizione chimica e ricette e ricette

Composizione  Chimica della Carota

Composizione chimica per 100 g di carota

Acquag87,9
Carboidratig9,6
Proteineg0,9
Fibreg2,6
Zuccherig4,7
Grassig0,2
Cenerig1
Amidog1,4
Minerali
Calciomg30
Sodiomg68
Fosforomg33
Potassiomg321
Magnesiomg12
Zincomg0,2
Ferromg0,3
Ramemg0,04
Manganesemg0,1
Fluoromcg3
Vitamine
Vitamina AIU16701
B1mg0,06
B2mg0,06
B3mg0,9
B5mg0,3
B6mg0,1
Vitamina Cmg5,9
Vitamina Emg0,6
Kmcg13
Jmg8,8
Beta Carotenemcg8285
Luteina Zeaxantinamcg252
Folatimcg19
Zuccheri
Destrosiog0,6
Saccarosiog3,6
Fruttosiog0,5

Amminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Carota: Proprietà e Benefici

Da questo abbondare di sostanze ed elementi possiamo già intuire le benefiche proprietà delle carote.

Antitumorale

La carota è particolarmente ricca di caroteni e di vitamina A. Un etto di carote fresche contengono 8.285 mcg di beta-carotene e 16.701 IU di vitamina A. Recenti studi sostengono che queste sostanze possono offrire protezione nei confronti di alcuni tipi di tumore: prostata, colon e stomaco.

Uno studio del 2012 suggerisce che le donne che assumono molti caroteni hanno un minor rischio di sviluppare il tumore al seno.

La vitamina A inoltre aiuta il fegato a liberarsi delle tossine. Uno studio anglo-danese pubblicato sul Journal of Agricoltural and Food Chemistry consiglia una carota al giorno per difendersi dai tumori.

Le carote, infatti, risultano contenere un composto avente azione anti cancerogena, il falcarinolo. Questa sostanza sembra essere una sorta di pesticida naturale che la carota stessa usa per proteggere le sue radici da malattie fungine.

Protegge le vie Respiratorie

Il beta-carotene è necessario per una sana crescita dei tessuti corporei e anche per la loro riparazione. Contribuisce alla protezione delle mucose presenti nei polmoni, nella bocca e nel naso, riducendo così il rischio di infezioni.

Antiossidanti

Il discreto contenuto di vitamina C da alla carote proprietà antiossidanti che si rivelano utili nel rafforzamento del sistema immunitario e nel contrastare l’attività dei radicali liberi. Anche il beta-carotene ha comprovate proprietà antiossidanti utili nella lotta ai radicali liberi.

Colesterolo

La carota contiene carotenoidi. La loro attività, insieme a quella delle fibre alimentari, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue.

Vi sono diversi studi che collegano il consumo di carote a livelli più bassi di colesterolo cattivo. 1 – 2

Questa proprietà della carota si ripercuote positivamente sulla prevenzione di malattie come l’arteriosclerosi, infarto ed ictus.

Sedative, Diuretiche ed Anti Anemiche

In minima quantità le carote contengono anche oli essenziali e composti azotati che conferiscono alle carote proprietà blandamente sedative, diuretiche, rimineralizzanti ed anti anemiche.

Protegge gli Occhi

La carota, grazie alla vitamina A ed al beta-carotene, è indicata per problemi agli occhi come la cataratta e altre malattie dell’occhio. Gli individui con basso contenuto di vitamina A infatti hanno più probabilità di sviluppare la cecità al crepuscolo.

Secondo uno studio del 1984 tale patologia può migliorare consumando alimenti ricchi di vitamina A e carotenoidi come le carote appunto.

Secondo diversi studi ( 1 –2 ) i carotenoidi possono ridurre il rischio di degenerazione maculare senile.

Questo ortaggio ha anche un buon contenuto di luteina, un composto antiossidante che protegge l’occhio dai raggi solari dannosi. Uno studio del 1994 ha evidenziato che la luteina era associata ad un ridotto rischio di sviluppare la degenerazione maculare.

Protegge dall’Ictus

Uno studio condotto all’Università di Harvard ha rilevato che le persone che mangiavano più di 6 carote a settimana avevano meno probabilità di sviluppare un ictus rispetto a chi ne mangiava solo una al mese o meno.

Muscoli

La vitamina E presente nelle carote contribuisce al buon funzionamento dell’intero sistema muscolare.

Ossa, Pelle e Capelli

La carota contiene molti minerali ad ognuno di loro svolge importanti funzioni nel nostro organismo. Calcio, fosforo e magnesio sono essenziali per la salute delle nostra ossa, il fosforo mantiene in salute pelle, capelli e nervi mentre il magnesio agevola lo sviluppo mentale, la digestione dei grassi e la metabolizzazione degli altri minerali.

Vermifuga

La carota può rappresentare anche un valido rimedio peri vermi intestinali. Mezza tazza di carota grattugiata presa alla mattina a digiuno (evitare anche la colazione per almeno un’ora) per cinque giorni consecutivi dovrebbe servire allo scopo.

Scottature e Ferite

Per uso esterno le carote possono essere usate anche per curare scottature, ferite ed altri problemi alla della pelle. Una maschera di bellezza preparata con polpa di carote invece può essere utile per ammorbidire la pelle del viso, eliminare le macchie cutanee i brufoli e le occhiaie.

Perdita di Peso

Grazie al buon contenuto di fibre questo ortaggio può contribuire alla perdita di peso. La loro assunzione infatti aumenta il senso di sazietà ed impedisce di introdurre ulteriori calorie nel corpo durante il giorno.

Questa proprietà delle carote è confermata da uno studio del 2006.

Altre Proprietà della carota

Il succo di carota, se assunto quotidianamente, può migliorare la qualità del latte materno ed ha proprietà antinfiammatorie. Ma la carota ha anche altre proprietà. Può aiutare a regolare la quantità di zucchero nel sangue e, grazie al contenuto di fibre, può portare benefici al colon contribuendo a mantenerlo in salute.

La carota si rivela utile anche per la cura di altri disturbi come le malattie gengivali, insonnia, infiammazione ai reni, al fegato ed alla cistifellea, colite, ulcera e Morbo di Alzheimer.

Secondo uno studio del 2002 le fibre insolubili riducono il rischio di stitichezza e promuovono i movimenti intestinali in modo corretto.

Succo di Carota

Il succo di carote aumenta la produzione di succhi biliari. Questa proprietà secondo uno studio del 2006 può aumentare il metabolismo. Lo studio, effettuato sui ratti, suggerisce che il succo, aumentando il metabolismo, potrebbe essere utile per perdere peso.

Bere questo tipo di succo ha effetti benefici anche per le donne in gravidanza ed in allattamento. Questo perché il succo è ricco di calcio, potassio, magnesio, acido folico e vitamina A. Il calcio aiuta il feto nello sviluppo osseo ed i folati prevengono i difetti del tubo neurale.

Bere succo di carota può migliorare anche la funzione cognitiva e può avere influssi benefici sulla perdita di memoria e sulla demenza. Il responsabile di queste proprietà terapeutiche si pensa sia il beta-carotene. In uno studio infatti ad alcuni lavoratori esposti al piombo sono stati somministrati 10 mg di beta-carotene per 12 settimane.

I risultati hanno mostrato che i lavoratori, dopo la fine del trattamento, avevano valori più bassi di stress ossidativo.

Carote: come mangiarla

Ma qual è il modo ideale per consumare la carota? Siamo soliti pensare che le verdure vanno consumate crude, pena la perdita dell’efficacia di molte sostanze e dei loro benefici, tra cui le vitamine.

Tutto questo è esatto, soprattutto per quanto riguarda la vitamina C che con il calore si distrugge facilmente. Ma è qua che le carote riservano qualche sorpresa. Infatti il beta-carotene sopporta il calore e una breve cottura non è in grado di distruggerlo, anzi ne favorisce  l’assimilazione, in quanto, divenendo i tessuti vegetali più morbidi, vengono trattati più facilmente dal nostro apparato digerente.

Quindi possiamo sostenere che, tramite una breve cottura, senza esagerare, otteniamo una più facile assimilazione del beta-carotene e dei suoi benefici.

L’assunzione alimentare ideale è rappresentata dal succo di carota fresca, anche mescolato al latte per potenziarne le proprietà depurative.

Vanno anche bene le carote crude come spuntino o aggiunto ad un piatto di altri alimenti crudi, oppure le carote lesse in pochissima acqua e condite con olio d’oliva extravergine ed erbe aromatiche.

Assimilare il Beta-carotene

Un metodo per assimilare ancora meglio il beta-carotene e i suoi benefici, consiste nel condire le carote con qualcosa di grasso, tipo olio o burro, il grasso aumenta la disponibilità del carotene e può far aumentare fino  a tre volte la capacità del nostro organismo ad assimilarlo.

Uno studio effettuato presso The Institute of Food Research nel 2009 ha dimostrato che consumare carote leggermente cotte fornisce una quantità di beta-carotene decisamente superiore alla carote crude. Per fare in modo che la carota non disperda le sue sostanze nutritive durante la cottura va cotta intera e tagliata dopo la cottura.

Questo studio conferma la saggezza della medicina tradizionale cinese che da sempre consiglia ai suoi pazienti di consumare carote leggermente cotte.

Torta di carote: Ingredienti

–    325 gr. di farina

–    350 gr. di zucchero

–    120 gr. di burro

–    400 gr. di carote

–    2 cucchiai di cannella

–    4 uova

–    1 bustina di lievito

–    60 gr. di uvetta (o pinoli, mandorle..)

Preparazione:

Sbattete le uova con lo zucchero e, successivamente, aggiungete il burro ammorbidito fino a formare una crema.

Aggiungete al composto la farina ed il lievito setacciati, le carote grattugiate finemente, l’uvetta e la cannella.

Mescolate bene ed infornate a 150° per 45 minuti circa.

Lasciare raffreddare bene prima di sfornare il dolce.

Nomi Regionali della Carota

CampaniaPastenàca
RomagnaCaròta
LiguriaCarotua
LombardiaCaròtula
MarcheCarota
PugliaPastanaca
SardegnaFortinàja
ToscanaCarrota

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi