Alla scoperta del cicloturismo

Avete mai sentito parlare di cicloturismo? Be non sapete cosa vi siete persi. Parliamo di un nuovo modo di viaggiare, di vedere posti nuovi, ma lontani dai soliti percorsi per turisti. Nuove sensazioni, a contatto con la natura ma anche nel caos cittadino, ma con una filosofia più slow. Cosa vi serve? Una bicicletta ovviamente, e l'equipaggiamento adatto a partire dall'abbigliamento per mountain  bike. E poi, tanto allenamento.

Ma andiamo con ordine. Il cicloturismo è una forma alternativa di viaggiare praticata su due ruote e con le varianti "treno + bici". Ci sono anche tour operator specializzati nell'organizzazione di questo tipo di viaggi o che forniscono supporto logistico e trasporto bagagli. È una maniera di viaggiare particolarmente economica, che fuoriesce dai canoni e dai consueti itinerari del turismo di massa.

 

A chi si rivolge?

Naturalmente parliamo di gente sportiva, a cui piace viaggiare, e appassionati di avventura. I cicloturisti possiedono una spiccata sensibilità ambientale, e una amore smisurato per la bicicletta non solo intesa come  mezzo di trasporto ma come stile di vita. Il resto sono le caratteristiche tipiche dei viaggiatori veri: da una vivace curiosità per i luoghi sconosciuti, flessibilità, grande adattabilità alle situazioni impreviste, un pizzico di incoscienza.

.
Come organizzare un viaggio di questo tipo 

Questo tipo di viaggio ha bisogno di una accurata pianificazione. Il cicloturista deve infatti essere in grado di montare una tenda e affrontare un guasto meccanico: insomma, conoscete davvero la vostra bicicletta?

Importantissima, il tipo di bici da scegliere, che a sua volta dipende dal tipo di viaggio che volete fare. Una bici da città o una da corsa non possono andare su strada non asfaltata. Viceversa, la mountain bike non è il massimo della comodità per lunghe traversate. In più occhio al portapacchi: scordatevi l 'idea di portare pesi sulla schiena, dovete attrezzare la vostra bici. La maggior parte del carico andrà sul portapacchi posteriore, mentre quello anteriore dovrà contenere  un bagaglio leggero, per non compromettere la manovrabilità e la sicurezza della bici.

Il bikepacking invece comporta l'attaccare borse apposite alla vostra bici, l'assetto classico delle borse da bikepacking è formato da tre borse, da manubrio, sotto sella, sul telaio. Qui però parliamo di viaggi lunghi, principalmente in montagna.

Le associazioni

La ECF, acronimo per European Cyclists' Federation è la più importante, ed ha  progettato itinerari specifici per sportivi di tutti i livelli.  Un esempio è EuroVelo, una mappa di itinerari ciclistici  in tutta Europa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi