“10 passi per parlarne con tuo figlio”: il vademecum per l’emergenza Coronavirus

“10 passi per parlarne con tuo figlio”: il vademecum per l’emergenza Coronavirus

L’emergenza data dalla pandemia di Covid-19 sta senza dubbio mettendo a dura prova tutti quanti noi, ponendoci dinnanzi a sfide impensabili e costringendoci a sacrifici che mai avremmo immaginato di sperimentare, generando smarrimento, stress e paura in adulti e bambini. Soprattutto i più piccoli, chiusi in casa senza poter andare a scuola, senza poter vedere gli amici e giocare all’aria aperta, necessitano di essere tutelati affinché possano vivere questo momento delicato con più equilibrio e serenità possibili.

Parlare ai propri figli è spesso difficile, e lo è in particolar modo spiegare cosa sta accadendo nel mondo e supportarli psicologicamente in un periodo che per la nostra generazione non ha precedenti. Per questo motivo l’equipe pedagogica della Fondazione Patrizio Paoletti ha messo a punto uno strumento molto utile, un vademecum dal titolo “10 passi per parlarne con tuo figlio”, allo scopo di aiutare i genitori a parlare efficacemente e lucidamente ai propri bambini per affrontare insieme l’emergenza Coronavirus nel migliore dei modi.

 

 

L’obiettivo della Fondazione Patrizio Paoletti

 

La situazione attuale impone a tutti noi di essere responsabili, di restare a casa e dunque di rispettare le regole dettate dal governo per salvaguardare la nostra salute e quella degli altri. Occorrono tanta buona volontà, pazienza e autocontrollo per aiutare noi stessi e di conseguenza bambini e adolescenti a gestire la situazione e le emozioni contrastanti che questa situazione inevitabilmente scatena.

I pedagogisti, gli psicologi, i sociologi e i neuroscienziati della Fondazione Patrizio Paoletti hanno messo a disposizione di tutti un vademecum contenente 10 passi che spiegano come comunicare al meglio con i propri bambini in questa situazione, nonché una serie di video-lezioni gratuite on-line a cura del presidente della Fondazione, Patrizio Paoletti, per approfondire i suddetti 10 passi.

Potrebbe intessarti  Montascale, ancora di salvezza per anziani e disabili

All’interno della Fondazione, nata ad Assisi vent’anni fa, cooperano infatti specialisti di più settori per studiare il funzionamento dell’uomo ed elaborare strumenti che favoriscano lo sviluppo della consapevolezza e della parte migliore di ogni individuo, compresi i più piccoli.

 

 

Il vademecum

 

Il vademecum “10 passi per parlarne con tuo figlio” ha l’obiettivo di sostenere i genitori in questo difficile momento. Un genitore attento, consapevole, resiliente e capace di gestire le proprie emozioni è un genitore in grado di aiutare anche il proprio figlio a comprendere quello che sta accadendo e a viverlo il più serenamente possibile.

Il vademecum è disponibile in ben cinque lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo ed ebraico. È adatto a tutti, pur rivolgendosi appunto in maniera più specifica a educatori e genitori.

Riassumiamo i 10 passi proposti dalla Fondazione Patrizio Paoletti:

 

  • Il primo passo è un invito a considerare l’emergenza come un’opportunità per riscoprire se stessi e le proprie risorse, guidando i bambini a fare altrettanto in modo che possano trarre degli insegnamenti utili per la loro vita. Ogni difficoltà è una chance per crescere.
  • Il secondo passo sottolinea quanto l’adulto sia d’esempio per il bambino, e quanto un figlio sia influenzato dalle azioni compiute da un genitore.
  • Il terzo passo, il quarto e il quinto spiegano come stabilire una corretta relazione con i propri figli, intervenendo sul tempo trascorso con loro e su se stessi come genitori.
  • Nel sesto e nel settimo passo sono presenti utili suggerimenti per aiutare i bambini a collocare l’emergenza Coronavirus in una narrazione per loro sensata e divertente. Il linguaggio che si sceglie di utilizzare, per esempio, ha il potere di influenzare il modo in cui rispondiamo alle difficoltà.
  • L’ottavo passo sottolinea come il virus più pericoloso sia l’ignoranza.
  • Gli ultimi due passi, il nono e il decimo, invitano a parlare e a comportarsi responsabilmente, per costruire il proprio futuro e dare il proprio contributo per il superamento dell’emergenza.
Potrebbe intessarti  Smartbox: società nel mirino delle Fiamme Gialle

 

Si tratta in definitiva di un utile supporto a genitori e adulti per affrontare con i più piccoli l’emergenza che stiamo vivendo, cercando le parole giuste per raccontare loro di cosa si tratta e aiutarli per sostenere il presente e il futuro. 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi