Quali caratteristiche deve avere l’Olio extra vergine per essere definito biologico?

Quali caratteristiche deve avere l'Olio extra vergine per essere definito biologico?

Caratteristiche dell'olio biologico pugliese

L'olio extravergine biologico pugliese è sicuramente uno degli oli più pregiati al mondo ed è tra i più amati d'Italia.

In Puglia infatti, in particolare nella zona di Foggia, esistono delle coltivazioni che si preoccupano di produrre da decenni un prezioso olio biologico dal gusto unico. Ma quali sono le caratteristiche di questa particolare variante d'olio?

Esso è ricco di sostanze preziose per il nostro organismo ed il nostro benessere, quali le vitamine e le sostanze antiossidanti, che non possono che fare bene al nostro corpo e alla nostra salute. L'olio extravergine biologico pugliese può essere un valido aiuto per mantenere sano il sistema gastro-intestinale e quello cardiocircolatorio e può dare un buon contributo per rafforzare il sistema immunitario e le capacità del cervello.

Viene inoltre considerato un valido aiuto nella prevenzione della comparsa di alcuni tipi di tumore. Un'olio di questo tipo avrà un sapore ricco ed intenso, molto lontano da quello degli oli presenti sugli scaffali del supermercato, e sarà contraddistinto da note fruttate evidenti anche ad un primo assaggio e da un leggero sottofondo piccantino.

Tutti questi segni non fanno che confermare l'ottima qualità dell'olio extravergine pugliese. Un olio di questo tipo può essere impiegato in molte modalità differenti, in modo da poter essere apprezzato nella sua totalità. Può essere infatti impiegato a crudo su gustose insalate o su carni e pesce, oppure può essere utilizzato per saporiti soffritti e fritture, o come ingrediente nella preparazione di dolci e di altre pietanze.

Per una veloce degustazione vi basterà stenderne un filo su di una fetta di pane, magari insieme a qualche spezia di vostro gradimento.

Olio extravergine di oliva biologico spremuto a freddo

Uno dei metodi più utilizzati per ottenere il miglior olio extravergine è quello della spremitura a freddo delle olive.

Esse vengono selezionate con cura in seguito alla raccolta e poi spremute a freddo con una procedura precisa. Questo metodo permette di mantenere inalterate le loro principali caratteristiche e quindi di produrre un olio buono, ricco e sano. Ma qual è la differenza tra un olio biologico e un olio non biologico? Il primo viene creato utilizzando solo olive provenienti da agricoltura biologica, ovvero da piante coltivate senza sostanze quali i concimi chimici e gli antiparassitari, che devono rispondere a criteri di selezione molto severi.

L'agricoltura biologica si fonda sul presupposto di sfruttare la naturale fertilità del suolo, ricorrendo il meno possibile ad interventi invasivi. Per ottenere un olio biologico di qualità è necessario controllare con cura ogni singola fase della produzione, in modo che il prodotto finale sia sano e al contempo gustoso e saporito. I controlli e le certificazioni vengono effettuati da importanti organismi accreditati, quali il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

Questi maggiori controlli hanno il duplice scopo di evitare frodi e concorrenza sleale, ma anche di aiutare a stabilire un rapporto di profonda fiducia tra il produttore e il consumatore che si troverà tra le mani un olio extravergine biologico di ottima qualità, perfetto per essere impiegato nelle modalità più svariate.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi