proprietà e vantaggi

{CAPTION}

Utilizzata da ben 5000 anni in India e nella tradizionale medicina ayurvedica, la curcuma è una spezia dal caratteristico colore giallo acceso che negli ultimi tempi sta lentamente prendendo piede anche qui in Occidente.

E’ facile distinguere la curcuma, per via del suo colore intenso e del suo profumo caratteristico.

Le piante appartenenti a questo genere (come moltissime zingiberaceae) sono utilizzate con scopi alimentari e officinali. Il vivace colore giallo della radice polverizzata viene utilizzato come colorante alimentare del tutto innocuo; se ne segnala l'uso anche per i tessuti ma sbiadisce rapidamente

Denominata “lo zafferano delle Indie” per il colore molto simile a quest’altra spezia da noi già largamente diffusa, la curcuma viene utilizzata in cucina per arricchire il sapore di primi piatti, tè e tisane o sotto forma di veri e propri integratori assumibili sia come compresse che come polvere in bustine.

Negli ultimi tempi la diffusione sempre più massiccia di curcuma qui in Occidente ha avuto una ragione tanto semplice quanto importante: alcuni studi condotti sulla curcumina, la sostanza presente all’interno della curcuma, hanno provato il suo notevole effetto antinfiammatorio ed antiossidante. Secondo questi recenti studi la curcuma sarebbe quindi in grado di prevenire l’insorgenza dei tumori, in particolar modo quelli al seno e del tratto digerente, ed addirittura di condurre a regressione spontanea quelli già in corso. Grazie alla curcumina, insomma, le cellule neoplastiche subirebbero una vera e propria distruzione.

Basterebbe solo questa incredibile proprietà a rendere la curcuma una spezia immancabile sulle nostre tavole ma i vantaggi derivanti dalla sua assunzione non finiscono qui. Particolarmente indicata per coloro che devono depurare il fegato dalle scorie causate da cirrosi o epatiti, medicinali, alcol e cibi troppo grassi, la curcumina è considerata a tutti gli effetti un vero e proprio epatoprotettore oltre che un importante aiuto per coloro che soffrono di digestione lenta e disturbi intestinali quali la dissenteria.

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, inoltre, l’assunzione di curcuma può aiutare a diminuire i disturbi causati da artrite, artrosi, infiammazione dei muscoli ed inoltre della pelle quale acne e dermatiti. Per coloro che soffrono di pelle grassa, è possibile utilizzare un cucchiaio di curcuma con qualche goccia di limone e un po’ d’acqua per realizzare una maschera viso da tenere in posa per circa 15 minuti. Già dalla prima applicazione la pelle apparirà subito più luminosa e libera dai punti neri.

Le radici polverizzate giallo-ocra della curcuma sono l'ingrediente principale del curry.