Il piano di recupero della Costa Concordia

mind the gum

fonte

Una tecnologia molto sofisticata e l’ingente somma di 500 milioni di dollari garantiscono che il relitto lascerà entro l’autunno l’isola del Giglio

 

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: 6727 | Ecologia | Ambiente | Inquinamento | Acqua | Agricoltura | Effetto Serra | Riscaldamento Globale | Biodiversità | Energie Rinnovabili | Fonti Rinnovabili | Eolico | Fotovoltaico | Cementificazione | Biogas | Biomasse | Sviluppo Sostenibile | Rifiuti | Riciclaggio | Sostenibilità | Inceneritore | Termovalorizzatore | Rigassificatore
Altre informazioni inerenti Il piano di recupero della Costa Concordia: , , , AMBIENTE – Wired.it, News quotidiane e interviste su come la tecnologia aiuta l’ambiente, pu�� risolvere il riscaldamento globale, ridurre l’inquinamento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi