Come risolvere l’umidità in casa e il problema della condensa alle finestre

Com’è noto, l’umidità  è la quantità di vapore acqueo che si trova in un certo spazio di aria.

Orbene, al di là delle spiegazioni scientifiche, occorre fornire delle indicazioni sull’umidità a casa che è l’ambiente in cui mangiamo e riposiamo e per questo deve essere salubre.

Chi dimora in ambienti contraddistinti dall’umidità in casa, infatti, soffre di disturbi quali reumatismi, tosse, asma che spesso diventano cronici.

Proprio per questo motivo, è necessario scoprire se vi è umidità a casa ed, in caso di risposta positiva, operarsi per eliminarla.

Per vero, il web pullula di consigli più o meno naturali che compierebbero il miracolo della totale eliminazione dell’umidità a casa, ma si tratta di operazioni volte all’utilizzo di determinati detersivi che hanno un’efficacia a breve termine ovvero totalmente inadatti a rimuovere l’umidità a casa.

Quale che sia la manifestazione dell’umidità a casa, essa costituisce comunque un problema sia antiestetico che nocivo per la salute poiché si traduce nel primo passo per la formazione della muffa; si dovrebbe, pertanto, comprendere se le cause dell’umidità a casa derivino da un cattivo isolamento delle pareti ovvero da altri fattori.

Senza ombra di dubbio, per consentire al nostro organismo di vivere a contatto con una temperatura ottimale, si deve provvedere all’eliminazione dell’umidità a casa; il classico consiglio è quello che prevede di ventilare le stanze in cui soggiorniamo per almeno tre ore al giorno.

Per vero, questa operazione di ventilazione si rivela spesso un’arma a doppio taglio poiché in inverno si rischia di disperdere il calore proveniente dai termosifoni, con la conseguenza che per riscaldare nuovamente l’ambiente occorrerà più tempo ed il costo sarà superiore.

Nella bella stagione, il rischio insito all’apertura delle finestre risiede nell’immissione di pollini, inquinamento e spesso i cattivi odori provenienti dalle cucine dai vicini.

A questo punto, occorre affidarsi a seri professionisti del settore quali Prana recuperatori, azienda leader nel settore della ventilazione meccanica controllata, presenti nel territorio nazionale da oltre quindici anni.

Prana ha spiazzato la concorrenza poiché ha ingegnato dei recuperatori che, a differenza degli altri presenti sul mercato, sono dotati di uno scambiatore d’aria, in grado di non far miscelare l’aria esterna con quella interna.

Nel dettaglio, con l’installazione di questi recuperatori, si riesce ad eliminare in radice il problema dell’umidità a casa, posto che effettuano un’opera di depurazione dell’aria attraverso dei passaggi:

  • l’aria interna (contaminata da umidità) viene espulsa all’esterno,
  • contemporaneamente, viene prelevata l’aria esterna che, dopo essere stata depurata dallo scambiatore, viene immessa all’interno dell’abitazione.

A differenza degli altri recuperatori, l’opera di funzionamento è continua e non vi sono interruzioni di sorta, garantendo pertanto una temperatura ottimale per la nostra salute.

Sfogliando il catalogo dei recuperatori di prana, si ha la possibilità di scegliere in base alle diverse esigenze domestiche (ambienti piccoli ovvero grandi); basti pensare al recuperatore Prana 150 che è adatto a piccoli ambienti ovvero il recuperatore Prana 250, ideale per ambiente più estesi.