2013, addio fauna selvatica. In Toscana chiude il Centro di recupero animali selvatici di Massa. E non sarà il solo

prozis amminoacidi

fonte

“Il centro di recupero animali selvatici L’Assiolo svolge un ruolo fondamentale per la tutela della fauna, considerando anche l’area particolarmente cruciale e favorevole in cui sorge il centro: è vicino al Parco delle Alpi Apuane, al Parco delle Cinque Terre, al Santuario dei cetacei del Mar Ligure, ed è attraversato da una importante rotta di migrazione…”. A fornire queste informazioni è il sito internet della Provincia di Massa Carrara, l’ente cui spetta per legge la gestione della fauna (…)


Ambiente

/
Animali,
WWF,
Toscana,
Regione,
Ambiente,
Armi,
Provincia,
Volontari,
Volontariato,
Caccia,
Istat,
Aquila,
Lucca,
No Cut,
Galleria foto,
Armi da fuoco

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: 6727 | Ecologia | Ambiente | Inquinamento | Acqua | Agricoltura | Effetto Serra | Riscaldamento Globale | Biodiversità | Energie Rinnovabili | Fonti Rinnovabili | Eolico | Fotovoltaico | Cementificazione | Biogas | Biomasse | Sviluppo Sostenibile | Rifiuti | Riciclaggio | Sostenibilità | Inceneritore | Termovalorizzatore | Rigassificatore
Altre informazioni inerenti 2013, addio fauna selvatica. In Toscana chiude il Centro di recupero animali selvatici di Massa. E non sarà il solo: , Giorgio Zintu, http://www.agoravox.it/spip.php?page=backend&id_rubrique=37, AgoraVox Italia, Il primo sito europeo di giornalismo partecipativo – citizen journalism – ora anche in Italia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi