Quali condizionatori rientrano nell’ecobonus 50%?

Quest’anno è possibile sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con un condizionatore a pompa di calore e detrarre il 50% della spesa, grazie agli ecobonus. Questi apparecchi infatti rientrano tra le “opere finalizzate al risparmio energetico” e per questo motivo può essere sfruttata la detrazione del 50%, anche senza effettuare ristrutturazioni edilizie. L’installazione di un condizionatore a pompa di calore consente di risparmiare sulla spesa di energia e gas, migliorando l’efficienza energetica dell’abitazione.

Tra gli interventi detraibili previsti dall’ecobonus 2014, vi è l’installazione di nuovi caloriferi e condizionatori finalizzati al risparmio energetico. Oltre alla detrazione del 50% è possibile beneficiare di uno sconto sull’Iva, che scende dal 20 al 10% nel caso di condizionatori anche se unicamente fino al valore della manodopera e l’acquisto di altri materiali.

Tuttavia, non qualsiasi condizionatore rientra nell’ecobonus. Per usufruire della detrazione del 50% fino al massimo di spesa di 96 mila euro, occorre installare un condizionatore con pompa di calore.

Si tratta di apparecchi moderni, in grado di sostituire l’intero impianto di riscaldamento, e cioè climatizzano tutto l’anno, contribuendo in gran maniera al risparmio energetico di un’abitazione, e riducendo notevolmente le emissioni di CO2.

Per richiedere la detrazione del 50% bisogna essere in possesso della dichiarazione di conformità dell’impianto al conseguimento del risparmio energetico. Di solito questo documento viene consegnato con i fogli informativi del condizionatore acquistato.

Fino al 31 dicembre 2014 è possibile fare richiesta della detrazione del 50%, e ricordiamo che rientrano nell’ecobonus anche i nuovi mobili o elettrodomestici ad elevata efficienza energetica (classe A+ o superiori).

Infine, ricordiamo che per risparmiare sulla spesa di energia elettrica e gas è conveniente passare al mercato libero. In effetti, le offerte luce e gas del mercato libero prevedono prezzi più bassi, che consentono un risparmio del 7-10% sulla spesa energetica annua. Il passaggio è gratuito ed è possibile tornare in ogni momento al servizio tutelato.

Per maggiori informazioni sulle caratteristiche delle offerte, rimandiamo al comparatore gratuito ed indipendente di SosTariffe.it.