Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano
“Meglio un uovo oggi che una gallina domani”. Questo antico detto e’ la chiave per capire il fallimento delle politiche climatiche internazionali. Uno studio congiunto del Max Planck Institute for Evolutionary Biology e dell’università della British Columbia ha misurato la propensione dei gruppi a prendere decisioni lungimiranti sulle …

via EcoWiki:

|Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano“Meglio un uovo oggi che una gallina domani”. Questo antico detto e’ la chiave per capire il fallimento delle politiche climatiche internazionali.

Uno studio congiunto del Max Planck Institute for Evolutionary Biology e dell’università della British Columbia ha misurato la propensione dei gruppi a prendere decisioni lungimiranti sulle questioni climatiche. Gli esiti sono sconfortanti: i gruppi si comportano con lo stesso egoismo a breve termine dei singoli e hanno un serio problema a gestire il ritardo nella gratificazione.

L’esperimento consisteva nella possibilità di investire alcune decine di euro e di averne un ritorno economico quasi immediato, dilazionato nel tempo o nel decidere di usarli per piantare alberi, i cui effetti sul clima si sarebbero sentiti nel lontano futuro. Un classico gioco economico di collaborazione. Più i ricercatori ritardavano la riscossione dell’investimento, più scendeva la voglia di cooperare dei singoli che ne facevano parte.

Sebbene a parole tutti dicano che occorre fare qualcosa per mitigare i cambiamenti climatici, nei fatti si vede che nessuno vuole sacrificare oggi qualcosa di proprio affinché altri, in futuro, ne possano beneficiare. Nemmeno se si tratta dei propri figli.
I ricercatori sostengono che per far funzionare i negoziati ambientali occorra dare molto peso a quello che i singoli Stati possono guadagnarci nel breve periodo.

Io, ricordando la teoria delle isole di ordine in un mare caotico formulata da Ilya Prigogine, suggerirei a tutti coloro che sono disposti a fare qualcosa pensando al lontano futuro di non restare isolati, ma di unirsi in gruppi. Trovare altre persone che la pensano allo stesso modo permette di non scoraggiarsi, far circolare più velocemente buone idee in un terreno fertile e ottenere infine risultati migliori.

Foto | Zitsman Carl
Via | Nature

Prosegui la lettura su: Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

EcoWiki

Teoria dei giochi e clima: il futuro è troppo lontano

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi