Smog in Cina, il governo ammette: villaggi del cancro e rischio per l'esercito di terracotta

Smog in Cina, il governo ammette: villaggi del cancro e rischio per l'esercito di terracotta

Yes.life: il web magazine della sostenibilità ambientale e della vita sostenibile e divertente

Smog in Cina, il governo ammette: villaggi del cancro e rischio per l'esercito di terracotta

Per la prima volta il Ministero dell’Ambiente ammette l’esistenza di villaggi del cancro causati dallo smog, e anche il famoso Esercito di Terracotta rischia di essere contaminato e sparire

Una pagina talmente oscura da volerla cancellare a tutti i costi. Potremmo riassumere così l’incubo-inquinamento che sta travolgendo la Cina. L’economia più florida del pianeta, infatti, sta pagando un prezzo altissimo proprio a causa dello smog e di un’aria che è diventata talmente irrespirabile da costringere le autorità a blocchi industriali massicci.

Misure che, però, non hanno portato a miglioramenti considerevoli. L’effetto spot di questi blocchi, purtroppo, non ha migliorato le condizioni di salute di molti cinesi che, proprio a causa dello smog, si sono ammalati di gravi patologie a carico del sistema respiratorio.

Se prima si pensava che fossero in pochi i cinesi ad essere falciati da questa nuova peste, ora arriva una pesantissima ammissione proprio da parte del Ministero dell’Ambiente che ha riconosciuto l’esistenza di veri e propri “villaggi del cancro”, diffondendone la lista, come approfondisce questo interessante servizio dell’ Huffington Post.

Si tratta di oltre 400 territori sparsi in tutta la Cina che, per la prima volta, le autorità hanno censito per via ufficiale. Villaggi e cittadine dove il livello di inquinamento è talmente alto da aver provocato la morte di un numero di cittadini mai raggiunto prima.

I primi a parlare dell’esistenza dei villaggi del cancro sono stati alcuni ambientalisti, dopo che , nel lontano 2009, il giornalista di inchiesta Deng Fei, della televisione di Hong Kong Phoenix Tv, ne aveva denunciato l’esistenza.

Per qualche tempo la notizia è stata bollata come una “diceria”, ma ora anche il Ministero della Salute l’ha confermata, ed è grande l’allarme per la salute. Il Ministero ha infatti ammesso che “il problema è grave”.

A queste aperture ufficiali, però, ha fatto seguito un piccolo giallo. I risultati di uno studio concluso nel 2010 sull’inquinamento del suolo nel Paese sono stati posti sotto segreto di Stato. A completare questo allarmante quadro c’è anche il dato – impressionante – dei circa 2,7 milioni di cinesi che ogni anno si ammalano e muoiono di tumore.

Lo smog, però, non sta mietendo vittime solo tra gli esseri umani…


Lo smog, però, non sta mietendo vittime solo tra gli esseri umani, ma minaccia seriamente anche il patrimonio storico e artistico della nazione. A subire pesantissime ripercussioni, proprio a causa dell’inquinamento ambientale, è anche il famoso “Esercito di terracotta”, che raggruppa le statue dei guerrieri rinvenute negli anni 70 dello scorso secolo.

 

Scienziati e ricercatori, infatti, temono che queste bellezze possano essere danneggiate irreversibilmente dalla cappa di smog e hanno proposto la realizzazione di una “tenda d’aria” che le possa preservare.

Un complesso meccanismo che dovrebbe evitare che l’aria inquinata possa entrare in contatto con la fragile terracotta, ma che non fermerà la scellerata corsa di una nazione che sta barattando la sua crescita con un ambiente sempre più contaminato.

Sofia Capone

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Smog in Cina, il governo ammette: villaggi del cancro e rischio per l'esercito di terracotta

Argomenti trattati: 21030 | YesLife: Scienza e Tecnologia – Mobilità Sostenibile – Moda e Bellezza – Design e Architettura – Viaggi e Natura – Eco Cultura e Società – Prodotti e Consumi Eco
Altre informazioni inerenti Smog in Cina, il governo ammette: villaggi del cancro e rischio per l'esercito di terracotta:

Yes.life: il web magazine della sostenibilità ambientale e della vita sostenibile e divertente
Yes.life è il web magazine della vita sostenibile, ecologica,solidale,green,e divertente

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi