Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta
Come smettere di stirare in due settimane e’ un libretto in cui Claudia Maschio racconta le difficoltà e i successi dell’abbandono del ferro da stiro. I problemi maggiori sono le aspettative delle persone care, che spesso danno per scontato che non si possa vivere senza stirare. L’umanità lo …

via EcoWiki:

| Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta Come smettere di stirare in due settimane e’ un libretto in cui Claudia Maschio racconta le difficoltà e i successi dell’abbandono del ferro da stiro.

I problemi maggiori sono le aspettative delle persone care, che spesso danno per scontato che non si possa vivere senza stirare. L’umanità lo ha fatto per millenni, riservando questa fatica solo alle gonne plissettate dei faraoni o ai colletti inamidati dei dignitari spagnoli, ma oggi quasi ogni donna viene dotata di ferro da stiro nel momento in cui abbandona la casa d’origine per andare a vivere da sola o con la sua nuova famiglia.

L’autrice racconta le tappe della sua piccola rivoluzione domestica, iniziata dal non stirare quel che non si vede e progredita via via arrivando a non stirare anche qualcosa di quel che sta sotto gli occhi di tutti, con l’aiuto di gnomi minuscoli e di una potente sbornia a base di superbirra.

Il testo e’ corredato da disegnini amatoriali di Chiara Lioce e ha uno stile narrativo, non didattico o manualistico. Ci troverete quindi una lettura scorrevole, non una serie di meticolosi consigli su come stendere o come piegare gli abiti.

Quando anni fa trasmisero alla RAI una mia intervista in cui dichiaravo di non stirare e raccontavo i trucchi per apparire in ordine lo stesso, la cosa creò un certo imbarazzo in famiglia. Amici e parenti fermavano per strada i miei genitori per chiedere conferma di tale stranezza. Oggi mi sembra che il non stirare non sia più visto come degenerazione, ma sia sempre più tollerato e accettato. Sono stati pubblicati altri libri in cui si invita ad abbandonare il ferro da stiro o almeno a usarlo di meno e anche le grandi associazioni ecologiste riconoscono il risparmio energetico derivato dal non accendere questo elettrodomestico.

Al di là dei fanatismi ambientalisti, io semplicemente credo che la gente abbia di meglio da fare nella vita che stirare.

Come smettere di stirare in due settimane, Edizioni PerSempre, 85 pagine, 10 Euro.

Prosegui la lettura su: Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

EcoWiki

Smettere di stirare in due settimane: il libro della svolta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi