Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l’inquinamento del casertano

<!—->Mozzarella di bufala campana prodotta nel casertano tra campi inquinati e frodi alimentari. Ma sotto sotto c’è la voglia di scippare la regina del Made in Italy al Meridione?<!—-> La mozzarella di bufala campana dop è la regina del Made in…

Portiamo in evidenza questo articolo by:

Ecoblog.it:

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l’inquinamento del casertano

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano

Mozzarella di bufala campana prodotta nel casertano tra campi inquinati e frodi alimentari. Ma sotto sotto c’è la voglia di scippare la regina del Made in Italy al Meridione?

La mozzarella di bufala campana dop è la regina del Made in Italy accompagnata dalla Pizza, dagli spaghetti e dal pomodoro. Sono tutti prodotti del Sud Italia e stasera Michele Santoro a Servizio Pubblico più propone un reportage firmato da Stefano Bianchi sulla mozzarella di bufala dop.

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano

In un territorio estremamente inquinato quale Terra di lavoro ossia tutta la provincia del casertano, tra le fumarole eterne che si aprono dal ventre marcio di veleni giunti dal nord e interrati al sud, vivono le bufale e si coltivano ortaggi e frutta.

Bianchi prova a mettere assieme i vari filoni di indagine che hanno riguardato produttori e caseifici sospettati di essere collusi con la camorra. Rispetto alla ricostruzione delle giostre del latte e delle cagliate congelate provenienti dai Paesi dell’Est molto ne ha scritto Rosaria Capacchione ne L’oro della camorra riportando le inchieste e ricostruendo gli intrecci visti quando era ancora giornalista a Il mattino.

I grandi caseifici vogliono usare il latte congelato come lobby a modificare il disciplinare della mozzarella dop includendone l’uso. Il perché è molto semplice: serve a abbattere i costi e a innalzare i profitti e peraltro usando invece, cagliata congelata, i costi di produzione si abbassano ancora di più.

In realtà però c’è anche molta pressione da parte degli allevatori di bufale del nord, la dove le bufale non hanno mai pascolato.Ma perché ora le bufale piacciono anche a Nord? Perché non interessano la comunità europea che non riconosce il latte di bufala e questo dunque non rientra in quel circolo delle quote latte

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l’inquinamento del casertano é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 22:02 di giovedì 20 giugno 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertanoServizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l'inquinamento del casertano

Per questo post ringraziamo:

Ecoblog.it

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l’inquinamento del casertano

Servizio pubblico indaga sulla bufala della mozzarella e l’inquinamento del casertano

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi