Regione Lombardia per la sostenibilità energetica

Regione Lombardia per la sostenibilità energetica

Regione Lombardia per la sostenibilità energetica
La Regione Lombardia ha fatto il punto della situazione in relazione alla sostenibilità energetica nel territorio. Sono stati analizzati i dati storici comparandoli con i più recenti e si sono stabilite le linee guida per l’immediato futuro.In ballo ci sono i finanziamenti europei, in particolare i fondi strutturali …

via Ecosostenibile:

|Regione Lombardia per la sostenibilità energetica - BioNotizie.com

Regione Lombardia per la sostenibilità energetica

La Regione Lombardia ha fatto il punto della situazione in relazione alla sostenibilità energetica nel territorio. Sono stati analizzati i dati storici comparandoli con i più recenti e si sono stabilite le linee guida per l’immediato futuro.

In ballo ci sono i finanziamenti europei, in particolare i fondi strutturali destinati alla Regione Lombardia per il periodo 2014-2020. La Regione è tenuta a percepire le direttive per cui il 20% di questi fondi devono essere destinati nel settore energetico, con l’obiettivo di perseguire i principi della sostenibilità energetica.

L’assessore Claudia Maria Terzi ha reso noto i risultati dell’analisi dei dati e della discussione.

Nel 2008 l’energia verde copriva il 4.9% del fabbisogno energetico lombardo, mentre nel 2010 si è passati all’8,5%. In particolare l’aumento dello sfruttamento delle fonti rinnovabili ha riguardato l’idroelettrico e il fotovoltaico. Il trend è in continua evoluzione e si prevede concretamente, come burden sharing, il raggiungimento dell’11,3% minimo di copertura sostenibile per il 2020.

Lo strumento istituzionale adottato dalla Regione Lombardia, in relazione a programmazione e sviluppo dell’energia sostenibile, è il PEAR (Programma Energetico Ambientale Regionale). Secondo il PEAR sarà neccessario muoversi verso tre specifiche direzioni:

sole: perpetuare l’eccellente trend positivo riscontrato finora, incrementando ulteriormente l’allestimento di nuovi impianti fotovolvaici e sfruttando al massimo l’energia solare;

acqua: stesso discorso, dato che la Regione Lombardia ha dimostrato di possedere capacità e soprattutto risorse per sfruttare questa fonte rinnovabile di energia;

biomasse: ridurre l’utlizzo di combustibili fossili al fine di abbattere il grado di tossicità e di distruttività di tali immissioni per l’ambiente.

Per quanto riguarda le destinazioni d’uso, la Regione avrà un occhio di riguardo per i consumi degli edifici. Per questo si farà in modo che l’imprenditoria edile non possa più ignorare specifici parametri di sostenibilità che verranno applicati nel tempo, con crescente intensità. In questo modo si favoriranno anche nuovi sbocchi occupazionali e nuove figure professionali.

Per quanto riguardo la destinazione dei fondi strutturali europei, i target applicativi principali saranno:

– la ristrutturazione degli edifici pubblici,

– il teleriscaldamento, sfruttando così i principi della cogenerazione e utilizzando il calore proveniente da altre applicazioni (come ad esempio la combustione dei rifiuti urbani) per riscaldare gli edifici delle aree urbane,

– l’illuminazione pubblica

Prosegui la lettura su: Regione Lombardia per la sostenibilità energetica

Ecosostenibile

Regione Lombardia per la sostenibilità energetica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi