Politiche ambientali: cosa succederà col nuovo governo?

Articolo pubblicato per gentile concessione di YesLife.it Your enjoyable, sustainable life. Dalle energie rinnovabili ai prodotti ecologici, parlando non solo di natura ma anche di biotecnologie al servizio della sostenibilità ambientale.

grillo bersani berlusconi

Analizziamo a freddo lo strano clima post-elezioni 2013: quale sarà la sorte dell’ambiente nel nebuloso futuro politico italiano?

I giorni immediatamente successive al risultato elettorale sono dominati dall’incertezza. In attesa di sapere se e come verrà data vita ad un nuovo governo, cerchiamo di capire che ruolo potrà avere l’ambiente nel prossimo futuro.

Il responso delle urne, negli ultimi anni in Italia, ha sempre assunto forme sorprendenti, anche a causa di una legge elettorale pasticciata. Cerchiamo di smarcarci dalla ripetizione dei leit-motiv di queste ore che si concentrano principalmente sui termini di “ingovernabilità”, “sorpresa” ed “exploit del Movimento 5 Stelle” e dal toto-governo, cerchiamo invece di analizzare le potenziali conseguenze che avrà il voto sulle future politiche ambientali del paese.

Non si può non iniziare una seppur flebile previsione senza tener conto del risultato ottenuto dalle forze politiche che più hanno avanzato proposte “green”. E non si può, dunque, non partire se non dal constatare la, forse, definitiva fuoriuscita dei Verdi dal Parlamento. Il calo fisiologico dalla “cura” Pecoraro Scanio in poi non si è arrestato e così la Federazione guidata oggi da Bonelli (non eletto a Taranto), affonda con tutta la coalizione degli Arancioni, decretando probabilmente la fine dell’ “ambientalismo ideologico”.

Anche se nella coalizione che viene decretata come maggioranza dalle urne, Sinistra Ecologia e Libertà raggiunge un risultato sicuramente al di sotto delle attese, attestandosi su un misero 3%. Vendola, ad essere sinceri, è stato l’unico dei leader politici “tradizionali” più in vista a porre spesso l’accento su tematiche ambientali, dedicando spazio a green economy, efficienza e risparmio energetico, sostenibilità, quando gli italiani sembravano volersi sentire rassicurati unicamente sul tema delle tasse.

D’altra parte il boom preventivabile del Movimento 5 Stelle potrebbe significare una sottolineatura evidente di misure relative, soprattutto, alle politiche energetiche e agli investimenti sulle rinnovabili, lo stop al consumo del territorio, una politica di gestione dei rifiuti che faccia a meno degli inceneritori e l’abbandono dei tentativi di proseguire sulla strada delle grandi opere (Tav in testa).

Per quanto sia difficile in un momento così indeciso fare delle previsioni non si può non notare come l’ambientalismo sia costantemente finito ai margini dei programmi elettorali dei vari partiti, venendo semmai diluito spesso in tematiche parallele come quella energetica che, sono sì strettamente connesse all’ambiente, ma che sono al centro del dibattito per tutt’altro motivo (interessi economici, meccanismi d’incentivazione, finanziamenti, indipendenza energetica, costo dell’approvvigionamento da fonti fossili, ecc.)

Se, però, è vero che il Movimento 5 Stelle è una struttura aperta e che i rappresentanti che siederanno per la prima volta in parlamento, dei semplici emissari in attesa delle istanze della popolazione, forse si potrebbe riuscire a ricostruire un’idea di ambiente più organica, complessa, che diventi proposta politica concreta e strettamente legata con gli altri settori di politiche pubbliche.

 

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Politiche ambientali: cosa succederà col nuovo governo?

Una veste grafica semplice e “verdeggiante” per affrontare quotidianamente le tematiche che, affrontate o meno, avranno il potere di cambiare il mondo di domani.

Argomenti trattati: 21030 | YesLife: Scienza e Tecnologia – Mobilità Sostenibile – Moda e Bellezza – Design e Architettura – Viaggi e Natura – Eco Cultura e Società – Prodotti e Consumi Eco
Altre informazioni inerenti Politiche ambientali: cosa succederà col nuovo governo?: , , , Yes.life: il web magazine della sostenibilità ambientale e della vita sostenibile e divertente, Yes.life è il web magazine della vita sostenibile, ecologica,solidale,green,e divertente

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi