"Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento

"Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento

"Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento
Inquinamento, smog, superamento livello di allarme per le polveri sottili. Le istituzioni propongono soluzioni tampone, rimedi temporanei alle emergenze. Ma è tutto? Cosa possiamo fare, in concreto tutti noi? Cosa può fare ciascuno? Da queste domande nasce la risposta offerta da “Please don’t smog” una campagna che porterà alla prima…

via Home:

|"Please don't smog": il 25 febbraio diciamo no all'inquinamento

"Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento

"Please don't smog": il 25 febbraio diciamo no all'inquinamento

Inquinamento, smog, superamento livello di allarme per le polveri sottili. Le istituzioni propongono soluzioni tampone, rimedi temporanei alle emergenze. Ma è tutto? Cosa possiamo fare, in concreto tutti noi? Cosa può fare ciascuno? Da queste domande nasce la risposta offerta da “Please don’t smog una campagna che porterà alla prima grande giornata di riduzione dell’inquinamento per volontà popolare, venerdì 25 febbraio. L’iniziativa è promossa da Esterni, impresa culturale che ha sede a Milano, attiva nell’ideazione di campagne di comunicazione partecipate.
Chi può aderire a “Please don’t smog”? Come fare? Non ci sono limiti, chiunque può prendere parte alla giornata, in qualsiasi parte della Penisola: è sufficiente essere animati dalla volontà di dimostrare che vivere inquinando di meno è possibile, dipende solo dalla volontà. Le iniziative da adottare sono molteplici: si va dai progetti di car sharing all’impiego di mezzi pubblici, di navette aziendali, il tutto per lasciare a casa il maggior numero possibile di auto private. Oppure è possibile abbassare i riscaldamenti nelle abitazioni o negli uffici: in una parola autoregolamentarsi, fornendo così una risposta forte al problema inquinamento, in assenza di soluzioni soddisfacenti proposte dal mondo istituzionale. Chiunque volesse aderire all’iniziativa può inviare una mail a redazione@esterni.org specificando nome, cognome, città, professione e quello che intende fare il 25 febbraio per ridurre l’inquinamento. Oppure si può scaricare dal sito www.esterni.org l’adesivo “Please don’t smog” ed attaccarlo sulla macchina, la vetrina del proprio negozio, la finestra di casa.. fare una foto e inviarla a redazione@esterni.org . Inquinare di meno è possibile: dipende solo dalle nostre scelte!

Francesca Di Giorgio

Prosegui la lettura su: "Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento

Home

"Please don’t smog": il 25 febbraio diciamo no all’inquinamento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi