Lo scandalo della carne equina: radici e cause nascoste

Lo scandalo della carne equina: radici e cause nascoste

Articolo pubblicato per gentile concessione di YesLife.it Your enjoyable, sustainable life. Dalle energie rinnovabili ai prodotti ecologici, parlando non solo di natura ma anche di biotecnologie al servizio della sostenibilità ambientale.

Lo scandalo della carne equina: radici e cause nascoste

Un’inchiesta di Le Monde pubblicata in Italia da Internazionale, ci aiuta a capire i legami taciuti nella frode internazionale della carne equina: riprendiamo ed analizziamo i punti salienti.

Eric Albert, giornalista di Le Monde, ha da poco scritto un’interessantissima analisi sulle cause che stanno alla base di tutto lo scandalo della carne equina usata al posto di quella manzo: il giornalista rivela il doppio filo conduttore della crisi economica, che ha messo in difficoltà i proprietari di cavalli, e del lassismo che permette di non controllare la filiera alimentare, che favorisce il moltiplicarsi di speculazioni e frodi.

Il caso della carne di cavallo comincia il 17 settembre 2012, quando un ispettore sanitario della contea di Newry, in Irlanda del Nord, nota problemi di etichettatura e di imballaggio su uno stock di carne congelata. La carne è della McAdams, una piccola ditta di import-export con sede nella Repubblica d’Irlanda.
Lo scandalo scoppia a gennaio, dopo che le autorità irlandesi hanno risalito la filiera: negli hamburger di manzo dei supermercati Tesco, Iceland e Lidl c’è fino al 29% di carne di cavallo, arrivata dalla Polonia.

Il giornalista riprende il caso delle lasagne findus in Francia e l’estendersi dello scandalo in Europa, fino alla decisone di effettuare test del DNA a tappeto, anche in Italia, dove Nestlé ha ritirato alcuni prodotti, anch’essi contenenti parti di carne equina.

Ora, le cause della frode alimentare di proporzioni internazionali, svelate dal giornalista nella sua inchiesta, sono essenzialmente due:

1) ciò che Eric Albert chiama la crisi del cavallo. Con la recessione in Europa, molti proprietari di cavalli non hanno più i mezzi per mantenerli. Una possibilità è abbandonarli, un’altra è mandarli al macello: cremare un cavallo costa caro, mentre con la sua macellazione si può ricavare qualche centinaio di euro.
In Irlanda, il paese in Europa con la più alta concentrazione di cavalli, nel corso del 2012 ne sono stati macellati decine di migliaia, e il numero è aumentato proprio con la crisi. E questo ha fatto scendere i prezzi della carne di cavallo.
In Romania la situazione è un po’ diversa, ma il risultato è lo stesso: la legge ha vietato ai mezzi a cavallo di circolare sulle strade nazionali. Così gli animali che prima erano destinati al trasporto sono finiti nelle macellerie. E la carne di cavallo ormai costa la metà di quella di manzo. La tentazione di sostituire una carne con l’altra è stata molto forte…

2) Ed è qui che arriva la seconda spiegazione: l’industria agroalimentare, che vuole abbattere i costi, è sempre meno scrupolosa. Il giornalista spiega i numerosi passaggi di tutta la filiera, in cui per legge le imprese devono semplicemente seguire i prodotti alimentari solo nella fase immediatamente precedente e in quella immediatamente successiva alla loro lavorazione. Ma in ogni passaggio c’è un fornitore, e con una guerra dei prezzi al ribasso, c’è sempre qualcuno che cerca di fare il furbo.

Le imprese che distribuiscono il prodotto finito insomma, hanno seguito le regole ma non si sono fatte domande sui prezzi stranamente bassi di ciò che compravano. Hanno davvero agito con coscienza?

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Lo scandalo della carne equina: radici e cause nascoste

Una veste grafica semplice e “verdeggiante” per affrontare quotidianamente le tematiche che, affrontate o meno, avranno il potere di cambiare il mondo di domani.

Argomenti trattati: 21030 | YesLife: Scienza e Tecnologia – Mobilità Sostenibile – Moda e Bellezza – Design e Architettura – Viaggi e Natura – Eco Cultura e Società – Prodotti e Consumi Eco
Altre informazioni inerenti Lo scandalo della carne equina: radici e cause nascoste: , , , Yes.life: il web magazine della sostenibilità ambientale e della vita sostenibile e divertente, Yes.life è il web magazine della vita sostenibile, ecologica,solidale,green,e divertente

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi