Lisciva: il detersivo fai da te che pulisce senza inquinare

Fare dei detersivi fai da te, oltre che ad essere divertente ed educativo per i nostri bimbi, è anche un ottimo metodo per risparmiare qualche soldo e per risparmiare un bel po di inquinamento all’ambiente. Tutte le ricette per realizzare dei detersivi fai da te sono ricette della nonna, tramandate di generazione in generazione e utilizzano degli ingredienti naturali, spesso di riciclo.

LEGGI ANCHE: Come fare l’ammorbidente fai da te per il bucato

La lisciva o liscivia è una soluzione liquida, ottenuta dalla semplice bollitura di cenere setacciata, utilizzata dalle casalinghe fino a qualche decennio fa, per il suo potere detergente, sgrassante e disinfettante e al delicato e piacevole odore che rilascia simile al sapone di marsiglia.

Se avete una stufa ed un camino, potete utilizzare direttamente la cenere di legna. Il pizzaiolo sotto casa vostra, probabilmente ne avrà sempre in abbondanza e sarà lieto di riempirvi qualche secchiello ! Potete trovare la lisciva anche in qualche vecchio ferramenta sotto casa e da qualche tempo anche nei negozi del biologico o equosolidali.

Lisciva fai da te con la cenere

Ingredienti

  • Cenere 1 bicchiere;
  • Acqua 5 bicchieri;
  • Setaccio;
  • Pentola;
  • Recipiente;
  • Straccio in cotone bianco;
lisciva fai da te

photo credit

Procedimento

  • Setacciare accuratamente la cenere, lasciandola cadere in una pentola (rapporto 1:5);
  • Aggiungere l’acqua, chiudere con il coperchio e portare ad ebollizione a fuoco lento. Mescolare ogni tanto;
  • Lasciare bollire per un’ora e mezza, massimo 2 ore. Se lasciate bollire troppo, la lisciva ottenuta diventerebbe troppo aggressiva;
  • Via il coperchio, lasciar raffreddare per qualche ora;
  • Preparare un recipiente e qualche straccio di cotone pulito che non scolorisca;
  • Tendere sul recipiente il vostro straccio e versare il contenuto della pentola sullo straccio nel recipiente, con l’accortezza di non agitare il liquido (mantenere separata la parte solida da quella liquida);
  • Si mette ancora a riposo e si aspetta cosicchè altre particelle solide cadranno sul fondo;
  • Filtrare nuovamente (ripetere più volte fino ad ottenere una soluzione quasi trasparente);
  • Il vostro detersivo ecologico per bucato è pronto ! Versare la lisciva in un flacone di plastica di riciclo ed iniziate ad utilizzarla quando volete;
  • La pasta cremosa che avrete scartato potrà essere usata per lavare i piatti e come sapone per le mani, poiché non sporca ed è meno aggressiva rispetto alla cenere d’origine, destinando la lisciva ad altri impieghi più esigenti e specifici;

Come usare la Lisciva

  • Piatti: Per pulire piatti e pentole particolarmente sporchi, aggiungerne circa 50ml nell’acqua del lavaggio insieme al detersivo che utilizzate;
  • Bucato: In lavatrice come sbiancante e per aumentare l’azione pulente del detersivo o del sapone (80ml circa ad ogni lavaggio);
  • Pavimenti: aggiungerne un tappino di lisciva nell’acqua del secchio, aumenterà il potere detergente;
  • Superfici lavabili: Per tutte le superfici lavabili, ad eccezione di marmo e legno, possiamo riempire uno spruzzino con la lisciva ed aggiungere una decina di gocce di oli essenziali. Avremo ottenuto un detergente naturale milleusi, adatto alla pulizia di tutte le superfici lavabili come piano della cucina, lavandini, piani cottura, mattonelle e vetri.

photo credit: emily @ go haus go via photopin cc

Lecobottega Blog

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi