La frutta migliore per il benessere intestinale

L’intestino è parte fondamentale del nostro benessere. Se funziona male può portare non solo a spiacevoli inconvenienti, ma anche a coliche dolorose e nervosismo. Pancia gonfia, meteorismo, stipsi, diarrea, sono solo alcuni dei disturbi che possono colpire quando il sistema intestinale non funziona nel migliore dei modi.

Fortunatamente per ripristinare la flora batterica danneggiata da un virus o più in generale da un disturbo, può essere sufficiente mangiare nel modo giusto, scegliendo alimenti ricchi di fibre e vitamine e bevendo molta acqua.

Frutta immancabile per il benessere intestinale

Come sappiamo è bene assumere almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, tra queste non devono mancare le seguenti specie di frutta per il massimo benessere intestinale:

  • Kiwi: ricco di vitamina C e minerali, il kiwi è un elemento perfetto per aiutare l’intestino e fare in modo che funzioni regolarmente. I piccoli semi neri caratteristici di questo frutto, sono ricchi di fibre e aiutano a depurare tutto il tratto intestinale. Sono molti i medici che consigliano di mangiare un paio di kiwi a colazione per un corretto funzionamento dell’intestino.
  • Banane: le banane sono ricche di fibre e quindi capaci di ripristinare il corretto funzionamento dell’intestino. Funzionano sia in caso di stipsi che di diarrea e si consiglia quindi di assumerne una al giorno, meglio al mattino.
  • Fichi: ricchi di fibre e sostanze antiossidanti, i fichi sono amici dell’intestino, soprattutto in caso di stipsi aiutano a regolarizzarlo. Oltretutto sono anche poco calorici e poveri di colesterolo quindi in autunno non fateveli mancare.
  • Mele: ricche di fibre (ben 4 grammi ogni 100), le mele sono amiche dell’intestino e aiutano la flora batterica a rimanere sana e forte. Non a caso si dice: “una mela al giorno toglie il medico di torno”.
  • Lamponi: ben 8 grami di fibre ogni 100 di prodotto per questo frutto di bosco ricco anche di vitamine. Si consiglia di gustarli freschi, ma anche surgelati o in succo apportano i benefici cercati.
  • Prugne: fresche o secche le prugne aiutano a regolarizzare l’intestino soprattutto in caso di stipsi. In particolare secche sono molto efficaci. Non è solo la fibra in esso contenute a fare bene all’intestino, ma anche il tipo di zucchero, il sorbitolo, che ha un ampio potere lassativo.

Oltre a gustare tutti questi frutti è buona abitudine bere molta acqua, anche 2 litri al giorno e fare un po’ di attività fisica. A volte basta una piccola passeggiata per risvegliare l’intestino pigro e, dando questa buona abitudine all’organismo, regolarizzarlo. Anche aggiungere alla dieta uno yogurt aiuta l’intestino grazie alle alte percentuali di fermenti lattici che favoriscono il transito intestinale.

Iniziare a mantenere queste buone abitudini a tavola non solo regolarizzerà il vostro intestino, ma vi aiuterà anche a combattere l’invecchiamento e condurre una vita sana. Certo è che seguire queste regole non basta: bisogna anche cercare di limitare al massimo l’assunzione di cibi grassi, di alcool e eliminare il fumo.

photo credit drpaulkratka.com

Lecobottega Blog

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi