Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata
Automobili, camions, riscaldamento e industrie sono i principali responsabili della liberazione in atmosfera dei fumi contenenti sostanze inquinanti come anidride carbonica (CO2), PM10, idrocarburi (HC), biossido di azoto (NO2 ) e biossido di zolfo (SO2). L’organizzazione mondiale della salute considera l’inquinamento dell’aria come “molto più …

via L’ecoBottega, il BLOG:

| Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata Automobili, camions, riscaldamento e industrie sono i principali responsabili della liberazione in atmosfera dei fumi contenenti sostanze inquinanti come anidride carbonica (CO2), PM10, idrocarburi (HC), biossido di azoto (NO2 ) e biossido di zolfo (SO2).

L’organizzazione mondiale della salute considera l’inquinamento dell’aria come “molto più pericoloso per la salute di quel che si pensasse prima” ed “uno dei più gravi pericoli per la salute umana”. Inutile tra l’altro sottolineare quanto i polmoni siano delicati ed esposti alle sostanze nocive.

In Cina, paese con inquinamento da record, esiste già la “Tosse di Pechino”, una forma di infiammazione delle vie respiratorie causata dall’altissima concentrazione di sostanti inquinanti.

Fortunamente in Europa non siamo ancora costretti a tanto, ma la situazione è comunque tanto grave che la Commissione Europea ha dichiarato il 2013 anno europeo dell’aria, con l’intento di coinvolgere i governi e cittadini, al fine di favorire lo scambio di idee e suggerimenti su come migliorare la qualità dell’aria.

Nell’aria che respiriamo ogni giorno, non solo quando ci troviamo in coda al semafono o bloccati nel traffico della tangenziale, sono presenti diversi agenti inquinanti, che in maggiore o minore concentrazione raggiungono i nostri polmoni.

Sappiamo tutti quanto l’aria contaminata dalle polveri sottili faccia male alla salute, causando asma, allergie, malattie respiratorie, problemi circolatori e, nella peggiore delle ipotesi, perfino tumori.

Quello che invece è meno noto è che l’ aria che respiriamo all’interno delle nostre case è molto più contaminata di quel che si crede, tanto che la stessa OMS ha ritenuto necessario pubblicare le linee guida per la qualità dell’aria indoor. Il ministero della salute afferma che “L’inquinamento dell’aria degli ambienti confinati (indoor), non industriali, in particolare quelli adibiti a dimora, svago, lavoro (es. uffici) e trasporto, rappresenta un importante problema di sanità pubblica, con grandi implicazioni sociali ed economiche”.

Gli spazi chiusi come case, uffici e scuole “ospitano” al loro interno pollini, spore e polveri provenienti dall’esterno ma anche batteri, muffe, composti organici volatili. Anche molti degli oggetti d’uso quotidiano possono provocare reazioni allergiche, come i detersivi, toner di stampanti, fax o fotocopiatrici.

Vediamo quali sono gli agenti inquinanti esterni e quali invece gli agenti inquinanti interni.

Tra gli inquinanti esterni presenti nell’aria, in diversa concentrazione, troviamo :

  • Monossido di carbonio, gas tossico prodotto dalle automobili e dalle industrie;
  • Biossido di azoto, gas tossico prodotto dagli impianti di riscaldamento e dagli scarichi dei veicoli a motore;
  • Biossido di zolfo detta anche anidride solforosa, un gas tossico derivante dagli impianti di combustione, dalle fonderie e dagli impianti di incenerimento dei rifiuti;
  • PM10 ovvero l’insieme delle sostanze non gassose sospese nell’aria, che hanno origine dalle  emissioni dei motori in particolare i Diesel, dall’usura di freni e frizioni, dalle lavorazini industriale nei cantieri edili. Il numero 10 sta ad indicare la massima misura (espressa in micron, ovvero un millesimo di millimetro) delle particelle che fanno parte delle polveri sottili;
  • Ozono è un gas fortemente reattivo, esiste l’ozono “che fa bene” perchè ci protegge dalle radiazioni solari e l’ozono “cattivo” che in condizioni climatiche particolari va a costituire lo smog fotochimico

Gli inquinanti interni si distinguono in chimici e biologici, tra i chimici:

  • dispositivi a olio o gas come ad esempio i fornelli o il forni a gas;
  • pesticidi;
  • vernici;
  • profumi;
  • fumo di sigaretta;
  • composti tossici come per esempio la formaldeide, contenuta come battericida  nei disinfettanti per le superfici;

tra gli inquinanti biologici:

  • acari;
  • pollini;
  • batteri e virus;
  • muffe;
  • peli e forfora di animale;

I maggiori disturbi per la salute causati da questi agenti inquinanti sono all’apparato respiratorio, partendo da una “semplice” tosse fino ad arrivare allo sviluppo di vere e proprie patologie come bronchiti, polmoniti, asma.

Polveri, peli di animale, pollini e acari della polvere possono causare allergie, mentre l’esposizione prolungata a sostanze chimiche può indurre una maggiore sensibilità chimica denominata MCS (Multiple Chemicle Sensitivity), sensibilità chimica multipla.

Quindi fate caso ai seguenti sintomi e chiedetevi se non sia il caso di indagare più a fondo, in caso di cefalee, stanchezza, nausea, vertigini, iritazione a naso, gola, occhi e pelle, peggioramento di sintomi di asma ed allergia.

I soggetti più sensibili sono i bambini e gli anziani, che per la loro sensibilità avrebbero maggior ragione di respirare a pieni polmoni senza alcun rischio per la propria salute.

Basta pensare ai bambini con un solo un genitore fumatore “domestico”. Nel 15% dei casi totali, questi bambini soffrono di asma. Idem per i bambini che vivono in strade trafficate, dove si riscontrano sintomi respiratori con maggiore frequenza rispetto alle zone esterne al centro.

Per purificare l’aria possiamo utilizzare dei rimedi naturali, come l’uso di oli essenziali (es. eucalipto), le piante (aloe o ficus), tenere lontana la polvere con ogni mezzo o deumidificare l’aria. Tra i rimedi tecnologici possiamo invece utilizzare degli apparecchi in grado filtrare l’aria, liberandola cosi dagli agenti inquinanti e restituendo aria purificata.

Elisabetta Testa

photo by:


kevin dooley

Prosegui la lettura su: Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

L’ecoBottega, il BLOG

Inquinamento Indoor, Anche l’Aria di Casa è Inquinata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi