Etichetta degli alimenti: quando è obbligatoria l'indicazione di provenienza

Articolo pubblicato per gentile concessione di YesLife.it Your enjoyable, sustainable life. Dalle energie rinnovabili ai prodotti ecologici, parlando non solo di natura ma anche di biotecnologie al servizio della sostenibilità ambientale.

alimenti, etichetta, origine, provenienza

Ecco cosa prevede la legge italiana riguardo l’indicazione di provenienza degli alimenti in etichetta

Attualmente la legge italiana non comporta l’obbligo di indicare la provenienza in etichetta per qualsiasi alimento ma soltanto per una lista definita. Anche alla luce delle recenti frodi alimentari, è in corso un dibattito in merito, dato che il Parlamento Europeo deve ancora approvare una legge che venga incontro alle esigenze dei consumatori che vogliono conoscere la provenienza degli alimenti che consumano, come testimoniato anche da un recente sondaggio.

Infatti, un’inchiesta condotta su un campione di 1200 persone intervistate a settembre 2012 ha rivelato che, dopo la data di scadenza, la seconda informazione che il consumatore cerca in etichetta è la provenienza del prodotto, un dato importante per il 70% delle persone intervistate in tutta Europa.

Attualmente la legge italiana prevede che l’indicazione dell’origine in etichetta sia obbligatoria per questi alimenati:

  • la carne bovina,
  • carne di pollo,
  • pesce,
  • frutta e verdura fresche,
  • olio d’oliva,
  • passata di pomodoro,
  • miele
  • latte fresco.

Non è invece obbligatoria l’indicazione dell’origine per questi alimenti:

  • pasta,
  • carne di maiale e salumi,
  • carne di cavallo e coniglio,
  • latte a lunga conservazione.

Nel caso in cui l’origine del prodotto sia diversa da quella dell’ingrediente primario, nell’etichetta deve essere precisata questa condizione o citata la seconda origine.  Il luogo di provenienza deve essere citato quando il prodotto sia venduto in uno stato diverso da quello di origine, situazione che potrebbe indurre in errore il consumatore.

Considerate le opinioni dei consumatori e le polemiche per il recente scandalo della carne di cavallo, sono in molti a sperare che il parlamento europeo approvi presto una nuova legge che comporti l’obbligatorietà di indicare la provenienza per tutti gli alimenti.

 

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Etichetta degli alimenti: quando è obbligatoria l'indicazione di provenienza

Una veste grafica semplice e “verdeggiante” per affrontare quotidianamente le tematiche che, affrontate o meno, avranno il potere di cambiare il mondo di domani.

Argomenti trattati: 21030 | YesLife: Scienza e Tecnologia – Mobilità Sostenibile – Moda e Bellezza – Design e Architettura – Viaggi e Natura – Eco Cultura e Società – Prodotti e Consumi Eco
Altre informazioni inerenti Etichetta degli alimenti: quando è obbligatoria l'indicazione di provenienza: , , , Yes.life: il web magazine della sostenibilità ambientale e della vita sostenibile e divertente, Yes.life è il web magazine della vita sostenibile, ecologica,solidale,green,e divertente

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi