Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio

Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio

fonte

Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio

Una decina di pullman sono arrivati di buon mattino a Torino per la prima udienza del processo d’appello all’Eternit. Accanto ad alcune centinaia di italiani, erano presenti circa un centinaio di stranieri, in gran parte provenienti da Francia e Belgio.

L’AFEVA, l’Associazione Familiari e Vittime Amianto presieduta da Romana Blasotti (la donna che ha perso ben cinque familiari a causa di malattie respiratorie provocate dall’amianto) è coordinata da Bruno Pesce, l’uomo che da quasi quarant’anni si batte, insieme al sindacalista Nicola Pondrano, affinché malati e parenti ottengano giustizia.

Ma l’AFEVA non è soltanto un punto di riferimento nazionale: alla sua azione e al processo di Torino guardano con molto interesse anche l’ANDEVA e l’ABEVA, le omologhe associazioni di Francia e Belgio che in occasione della prima udienza dell’appello hanno firmato insieme all’AFEVA un documento nel quale esplicitano quelle che sono le loro aspettative all’inizio del procedimento di secondo grado che, secondo le stime, dovrebbe chiudersi entro giugno: 1) la conferma della sentenza di primo grado “all’altezza della gravità della catastrofe umana ed ambientale che l’Eternit ha provocato a Casale Monferrato, Cavagnolo, Rubiera e Napoli”; 2) l’aiuto dello Stato italiano nelle complesse operazioni di incasso delle provisionali previste dal verdetto del 13 febbraio 2012; 3) la conferma, allo Stato francese, del giudice istruttorio Madame Bertella-Geffroy affinché possa concludere le indagini e approdare al processo penale atteso da 16 anni; 4) la collaborazione dello Stato francese nella ricerca e nel giudizio dei responsabili; 5) una risoluzione positiva dell’appello nel processo civile belga conclusosi con una condanna in primo grado; 6) una sentenza che sia esemplare, non nel senso vendicativo del termine, ma in un’ottica di monito volto a rendere irripetibile una simile catastrofe.

Con la nostra presenza dimostriamo che la democrazia non è una scatola vuota ma è partecipazione

ha dichiarato lo stesso Bruno Pesce. Dalla prossima settimana si riprende con un ritmo di due o tre udienze a settimana.

Via I Comunicato stampa

Foto © Getty Images

Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio é stato pubblicato su Ecoblog.it alle 18:47 di giovedì 14 febbraio 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.

Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio

Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: 2360 | Green Economy | Efficienza Energetica | Fonti Rinnovabili | Educazione Ambientale | Rifiuti | Ecologia
Altre informazioni inerenti Eternit: il processo d’appello di Torino importante anche per Francia e Belgio: , Davide Mazzocco, http://feeds.blogo.it/ecoblog/it, Ecoblog.it, Eco blog: natura, ambiente, ecologia e risparmio energetico

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi