Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Definizione e principi dell’agricoltura biologica
L’agricoltura biologica è oggi al centro di numerosi dibattiti e critiche, pur essendo una pratica agricola incentrata sul rispetto dell’ambiente e della salute umana, e quindi, più in generale, basata sui principi dell’ecosostenibilità.Modalità di coltivazioneLe tecniche agricole adottate in agricoltura biologica si contrappongono alla monocultura, pratica …

via Ecosostenibile:

|Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Definizione e principi dell’agricoltura biologica
L’agricoltura biologica è oggi al centro di numerosi dibattiti e critiche, pur essendo una pratica agricola incentrata sul rispetto dell’ambiente e della salute umana, e quindi, più in generale, basata sui principi dell’ecosostenibilità.

Modalità di coltivazione

Le tecniche agricole adottate in agricoltura biologica si contrappongono alla monocultura, pratica che porta all’inevitabile esaurirsi delle risorse geologiche del terreno, quindi al suo impoverimento e a ad una graduale desertificazione.

Nell’agricoltura biologica si attua invece la rotazione delle colture, in modo tale che l’alternanza fra le diverse piante contribuisca a mantenere integro il corretto contenuto in nutrienti del terreno, ed intatta la sua tessitura.

Nella lotta ai parassiti non si usano prodotti fitofarmaceutici, dannosi alla salute del consumatore finale e all’ambiente, ma rimedi ottenuti direttamente dal ciclo produttivo della filiera biologica, oppure si ricorre alla lotta biologica, la quale consiste nell’abbinamento alla coltura di altre piante capaci di attrarre un certo tipo di predatori di parassiti.

In agricoltura biologica non si usano fertilizzanti chimici, né si usano diserbanti, per favorire l’accrescimento della coltura. Al fine di nutrire il terreno, si usano in modo esclusivo i sottoprodotti ottenuti direttamente dalle attività dell’azienda agricola, ovvero tutte le sostanze organiche, di origine vegetale o animale, originate in loco.

L’agricoltura biologica promuove la biodiversità, in quanto, per sua natura etica e culturale, è attenta al mantenimento delle diverse varietà e cultivar delle piante, grazie alla conservazione dei semi, e grazie al totale rigetto dei prodotti geneticamente modificati (OGM).

Informazioni ed agiornamenti si possono trovare sul sito della AIAB (AssociazioneItaliana per l’Agricoltura Biologica).

Dibattiti e critiche

Sono molte le istituzioni sociali che criticano, per la verità in modo contradditorio, la capacità dei prodotti biologici di apportare maggior beneficio alla salute umana, rispetto ai prodotti dell’agricoltura tradizionale. Infatti, nonostante sia provata la scomparsa di fitofarmaci dalle urine in regime di consumo di alimenti da agricoltura biologica, si afferma che ciò non si ripercuota in alcun modo sulla salute umana.

Allo stessa stregua, la comprovata maggior ricchezza in nutrienti dei suoli coltivati secondo i protocolli dell’agricoltura biologica, non apporterebbe maggior nutrimento rispetto ad alimenti più poveri.

In generale tali critiche, che appaiono povere di logica ed irrazionali, sembrano più che altro destinate ad equilibrare la diffusione di entrambi i tipi di prodotti agricoli per ragioni di economia globale.

Prosegui la lettura su: Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Ecosostenibile

Definizione e principi dell’agricoltura biologica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi