Definizione di riciclo e riciclaggio

Definizione di riciclo e riciclaggio

Definizione di riciclo e riciclaggio
Qualunque sia il sostantivo che vogliamo usare, il verbo è sempre lo stesso: riciclare.È interessante prestare attenzione a cosa ci racconta questa parola, così di moda ai nostri giorni nell’ambito dell’ecosostenibilità: ri-ciclare, ovvero dare inizio a un nuovo ciclo, quando il precedente si è esaurito, portare …

via Ecosostenibile:

|Definizione di riciclo e riciclaggio

Definizione di riciclo e riciclaggio

Definizione di riciclo e riciclaggio
Qualunque sia il sostantivo che vogliamo usare, il verbo è sempre lo stesso: riciclare.

È interessante prestare attenzione a cosa ci racconta questa parola, così di moda ai nostri giorni nell’ambito dell’ecosostenibilità: ri-ciclare, ovvero dare inizio a un nuovo ciclo, quando il precedente si è esaurito, portare a nuova vitaqualcosa che sembrava ormai inutile, uno scarto.

In pratica, significa riutilizzare un materiale qualsiasi invece di gettarlo nella pattumiera.

Esistono diversi tipi di riciclo o riciclaggio, il più comune, quello strettamente attinente al termine in questione, è quello che si riferisce ai materiali.

Ma il concetto può essere esteso ad altri soggetti, come l’energia o l’acqua.

Il riciclo è un insieme di tecnologie destinate alla salvaguardia delle risorse naturali e pertanto sostenute da enti come Legambiente.

Modalità e tipologie di riciclaggio

Il riciclo dei materiali è iniziato ormai moltissimi anni fa partendo da cose semplici, come la carta e i diversi prodotti cellulosici, ma nel corso degli anni, in virtù dell’utilità che l’iniziativa mostrava di apportare all’umanità e all’ambiente, si è evoluto coinvolgendo sempre più materiali e scarti di lavorazione, talvolta anche impensati. Tanto che ancora oggi la ricerca continua a sviluppare nuove idee per sfruttare al massimo le potenzialità di oggetti e prodotti che hanno concluso un loro primo ciclo vitale.

Carta, alluminio, vetro, plastica, ferro, olio, prodotti chimici, sono solo alcuni esempi classici inerenti la storia del riciclaggio.

Molti di questi materiali sono ottenuti dal disassemblaggio di oggetti complessi, composti da più materiali diversi.

In Italia ed in moltissimi paesi nel mondo è ben organizzata la raccolta differenziata, sia tramite l’ausilio di appositi cassonetti o isole ecologiche, sia tramite la raccolta diretta di rifiuti differenziati posti all’esterno delle abitazioni (come ad esempio nella provincia di Padova).

Il concetto di riciclo

La cosa più importante è però il concetto stesso di riciclaggio e la sua assimilazione a livello etico da parte della popolazione mondiale. Il riciclo consente infatti un enorme risparmio energetico che si riflette in modo diretto sulla qualità della vita, anche e soprattutto delle generazioni future, in coerenza con il diffondersi dei principi dell’ecosostenibilità.

In base a tali principi si può considerare riciclo anche la potabilizzazione della acque impure, o lo sfruttamento termico delle centrali di cogenerazione, come ad esempio gli impianti di teleriscaldamento.

Il riciclo creativo

Affascinante, educativo e coinvolgente è il riciclo creativo, in special modo se adottato presso strutture scolastiche.

Utilizzare oggetti ormai inutili per costruire strumenti musicali, opere d’arte od oggetti ingegnosi con una loro utilità pratica, aiuta le nuove generazioni a crescere già con l’idea di non sprecare nulla, al fine di rispettare l’ambiente in cui viviamo, mantenendolo il più possibile pulito, sano ed integro.

Prosegui la lettura su: Definizione di riciclo e riciclaggio

Ecosostenibile

Definizione di riciclo e riciclaggio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi