Dal Cilento: un detersivo alla spina non è automaticamente biologico!

C’è voluto quasi un anno, ma anche il Garante della Concorrenza e del Mercato ha dato ragione a Fare Verde Cilento. Alcuni volontari dell’associazione ambientalista nel luglio del 2012 si erano infatti rivolti all’autorità garante per segnalare il caso di un’azienda che pubblicizzava i propri detersivi alla …

Portiamo in evidenza questo articolo via:

Fare Verde Associazione Ambientalista per la Decrescita Felice:

Dal Cilento: un detersivo alla spina non è automaticamente biologico!

C’è voluto quasi un anno, ma anche il Garante della Concorrenza e del Mercato ha dato ragione a Fare Verde Cilento.
Alcuni volontari dell’associazione ambientalista nel luglio del 2012 si erano infatti rivolti all’autorità garante per segnalare il caso di un’azienda che pubblicizzava i propri detersivi alla spina come biologici, pur essendo normali detersivi industriali.
Pur riconoscendo il valore della vendita “sfusa” che può essere annoverata tra le pratiche di salvaguardia dell’ambiente in quanto riduce la produzione di rifiuti dovuta al packaging (cartoni, flaconi, tappi, etichette ecc..), l’assenza di involucro usa e getta non rende automaticamente biologico il contenuto.

Dal Cilento: un detersivo alla spina non è automaticamente biologico!

Nella foto, detersivi alla spina biodegradabili al 100% presso la sede nazionale di Fare Verde

Gli attivisti di Fare Verde Cilento, infatti, avevano fatto analizzare i detersivi che erano risultati non biologici. Perché un detersivo possa essere definito tale ci si aspetta, infatti, che sia realizzato con materie prime di origine vegetale e che sia biodegradabile al 100%.

Nel frattempo, in concomitanza con la segnalazione di Fare Verde al Garante della concorrenza e del mercato, l’azienda ha smesso di pubblicizzare i suoi prodotti come biologici eliminando la dicitura dalle insegne e dal materiale informativo, oltre che dalle etichette presenti sui propri prodotti.
Una vittoria? Sì. Soprattutto perché a vincere questa volta è stato il buon senso. Dieci e lode alla scelta di utilizzare la spina per i propri prodotti spingendo sempre più i consumatori verso questa scelta attenta all’ambiente e, cosa che non fa male, al risparmio. Un segno negativo invece per l’idea di definire biologico qualcosa che non lo è.

Questo fatto è anche una piccola lezione: attivisti per l’ambiente, ma anche consumatori sono sempre più attenti e per le aziende diventa sempre più importante anche a fini commerciale comunicare correttamente. Una scelta che gli stessi consumatori sempre più attenti all’ambiente premiano.
Fare Verde continuerà infatti la sua battaglia a favore della riduzione dei rifiuti, come testimonia anche il sostegno alla campagna per la legge di iniziativa popolare rifiuti zero (maggiori informazioni qui: , per cui non può non vedere con favore il diffondersi di pratiche commerciali che favoriscono la vendita dei prodotti alla spina. Il passo successivo è ridurre anche l’immissione di prodotti inquinanti che danneggiano le acque favorendo l’utilizzo di detersivi veramente di origine biologica e biodegradabili al 100%

Per questo articolo si ringrazia:

Fare Verde Associazione Ambientalista per la Decrescita Felice

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Dal Cilento: un detersivo alla spina non è automaticamente biologico!

Dal Cilento: un detersivo alla spina non è automaticamente biologico!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi