Creme, Paste, Saponi e Oli: Come e Perchè Prendersi Cura della Pelle del Bimbo

Che la pelle del bambino, in particolar modo nei primi mesi di vita, sia molto delicata, lo sappiamo già. Ce lo dicevano le nostre nonne quando cambiavano il pannolino di tutti i figli e nipotini che passavano loro sottomano con il pannolone da cambiare. Ma perché la pelle dei bambini …

Portiamo in evidenza questa news by:

L’ecoBottega, il BLOG:

Creme, Paste, Saponi e Oli: Come e Perchè Prendersi Cura della Pelle del Bimbo

Joaquin y sus 9 meses Che la pelle del bambino, in particolar modo nei primi mesi di vita, sia molto delicata, lo sappiamo già. Ce lo dicevano le nostre nonne quando cambiavano il pannolino di tutti i figli e nipotini che passavano loro sottomano con il pannolone da cambiare. Ma perché la pelle dei bambini è delicata ?

La pelle dei bebè, rispetto alla nostra da adulti:

  • E’ più sottile del 20-30%;
  • Produce meno sebo e sudore;
  • Non garantisce la funzione di barriera protettiva;
  • Ha il pH poco acido, quasi neutrale;
  • E’ più sensibile alle infezioni ed alle irritazioni;
  • E’ più soggetta a rischi legati al contatto con fattori irritanti (feci,urina,pannolini,biancheria);

Insomma, per queste motivazioni dobbiamo intervenire noi mamme per poter garantire al bimbo una corretta cura ed igiene, per evitare che si crei un ambiente adatto alla proliferazione dei batteri.

E’ anche vero che una volta, come dicono le nonne, non c’erano o forse non c’era la possibilità di comprarli, troppi prodotti da utilizzare per il bimbo. Infatti si usava lavare il neonato con della semplice acqua tiepida ed un sapone delicato. Oggi però le cose sono sensibilmente cambiate, si è infatti modificato l’ambiente circostante dal quale la pelle del bimbo si deve proteggere. Grazie all’aumento dell’ inquinamento, prodotti chimici e tutti i fattori esterni, è necessario intervenire per poter garantire al bambino una corretta protezione.

Diversi studi ci mostrano come siano in aumento i cosmetici usati sui bambini. Attenzione però a non esagerare, bastano infatti pochi prodotti, giusti, al momento giusto, sui punti giusti, per proteggere opportunamente e delicatamente la pelle del bimbo. Scegliamo bene questi prodotti ed impariamo a leggere l’etichetta per capire che cosa stiamo mettendo sul culetto di nostro figlio.

Perfino gli esperti ci invitano a fare un uso moderato dei prodotti cosmetici ed a prediligere prodotti naturali o biologici (esempio questi ecobio che è possibile trovare anche in erboristeria), privi di coloranti, profumi di sintesi, parabeni e realizzati a base di principi vegetali.

Le zone più delicate che meritano particolare attenzione sono: sederino, viso, ascelle e ovunque vi siano le pieghette della pelle, ovvero le zone più soggette a sudorazione eccessiva che può portare a fastidiose irritazioni.

Evitate di utilizzare i prodotti cosmetici chimici da adulto, shampoo e bagnoschiuma, troppo aggressivi (forse anche per un adulto) per la pelle del piccino. Per lo shampoo, alcuni detergenti per neonati possono fungere anche da “doppio utilizzo” (esempio questo biologico della Bjobj, lo trovate anche nei migliori negozi Bio), oppure è possibile utilizzare degli oli-shampoo per neonati, molto delicati. Attenzione anche durante la fase di asciugatura, mai strofinare la pelle, ma coccolarla tamponandola con un panno/asciugamano bello morbido.

Ad ogni cambio di pannolino, tra le fasi più critiche, dopo che la pelle è stata opportunamente detersa ed asciugata, è consigliabile spalmare una pasta delicata con ossido di zinco ed oli vegetali Bio, esempio questa della nota azienda Biofficina Toscana.

Infine, ultimo ma non per importanza, ricordiamoci dell’‘amido di riso (potete trovarlo online o nei migliori negozi Bio) . Oltre che a garantire una corretta igiene, l’amido di riso è infatti anche un ottimo antinfiammatorio, lenitivo ed ammorbidente cutaneo, da preferire ai più aggressivi saponi. L’amido di riso ha inoltre ottime capacità assorbenti ed è quindi possibile utilizzarlo al posto del talco dato che, a differenza di quest’ultimo, non tende a chiudere i pori, permettendo così la naturale respirazione della pelle.

photo by:


Libertinus

Per questo post ringraziamo:

L’ecoBottega, il BLOG

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Creme, Paste, Saponi e Oli: Come e Perchè Prendersi Cura della Pelle del Bimbo

Creme, Paste, Saponi e Oli: Come e Perchè Prendersi Cura della Pelle del Bimbo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi