Condizionatore: quanto pesa nei consumi e nelle bollette?

Quest’estate, con picchi di 38 °C in tutto lo Stivale, accendere il condizionatore è lecito e necessario. Ma quanto pesa nei consumi e nelle bollette? SosTariffe.it ha calcolato che il condizionatore è il responsabile del 10% dei consumi energetici totali dell’anno in certe Regioni, e che spenderemo fino a 93 euro per utilizzarlo. Ma si può risparmiare.

I condizionatori delle abitazioni italiane sono accessi da parecchio: combattere l’afa quest’anno non è facile, con temperature da record in tutto lo Stivale. Quanto pesa l‘uso del condizionatore nel totale di energia elettrica consumata in un anno?

SosTariffe.it ha calcolato quanto ha inciso l’uso del condizionatore sul totale dei consumi energetici nelle diverse regioni nel 2013 e 2014, stimando inoltre quanto peserà durante il 2015 per un condizionatore di classe energetica superiore (A++) e per uno di classe inferiore (G). E’ stata calcolata anche la spesa in bolletta e quanto si può risparmiare grazie al mercato libero.

Quanto abbiamo usato il condizionatore nel 2013 e nel 2014?

Il 2013 è stato un anno caldo, soprattutto in Umbria dove 9,18% dei consumi medi annui delle famiglie sono stati causati dai condizionatori in classe energetica A++. Nell’altro estremo il Molise dove l’incidenza del condizionatore sui consumi energetici annui è stata molto bassa (0,91%). A parte la Basilicata (1,3%), nel resto dello Stivale nel 2013 le percentuali di consumi destinati all’aria condizionata sono andate dal 5% al 9%. La situazione è molto più drammatica per chi ha un condizionatore in classe G, dove l’incidenza è stata tra il 20% e il 28%, ovvero quasi un terzo dei consumi annui.

Durante il 2014 invece l’uso del condizionatore è stato minori in linea generale, tranne nel caso nell’Emilia Romagna (9,11%). Ancora una volta sono le famiglie di Basilicata e Molise quelle che meno accendono il condizionatore (0,3% e 0,4% rispettivamente). Molte regioni del Nord (Piemonte, Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Valle d’Aosta) hanno risparmiato nell’estate 2014, con meno del 5% di incidenza dell’uso del condizionatore.

Estate 2015: quanto ci peserà il condizionatore?

Ovviamente quest’anno l’incidenza dell’uso del condizionatore sarà maggiore rispetto al 2014. Secondo le stime di SosTariffe.it, nel 2015 la regione dove più peserà l’uso del condizionatore sarà ancora l’Emilia Romagna, con Basilicata e Molise sempre negli ultimi posti. Per quanto riguarda i costi di usare il condizionatore nel 2015, i risultati sono illustrati nella seguente tabella:

Dalla tabella qui sopra si evince che usare il condizionatore ci costerà dai 56 euro ai 93 euro l’anno secondo la regione, almeno per i clienti ancora in maggior tutela. Passando al mercato libero con una buona tariffa energia elettrica si può risparmiare dal 36% all’89%.

In conclusione, lo studio dimostra che per risparmiare bisogna avere un condizionatore di classe energetica A o superiore, così come approfittare dei prezzi più bassi nel mercato libero.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi