Come utilizzare l’acqua del condizionatore (seconda parte)

Segue dalla pagina: ACQUA DEL CONDIZIONATOREPer lavare la macchinaL’acqua proveniente dal condizionatore può essere benissimo usata per la manutenzione della vostra automobile. Potete sfruttarla per rimboccare quella del radiatore o in alternativa nella vaschetta dei tergicristalli per la pulizia del vetro, oppure per lavare la macchina. E perchè no l’acqua…

Notizia recente by:

Stile Naturale:

Come utilizzare l’acqua del condizionatore (seconda parte)

Segue dalla pagina: ACQUA DEL CONDIZIONATORE

Per lavare la macchina
L’acqua proveniente dal condizionatore può essere benissimo usata per la manutenzione della vostra automobile. Potete sfruttarla per rimboccare quella del radiatore o in alternativa nella vaschetta dei tergicristalli per la pulizia del vetro, oppure per lavare la macchina.
E perchè no l’acqua rimanente potrà sempre servirvi per una bella pulizia esterna dell’automobile.

Irrigare le piante con l’acqua del condizionatore

Molti sostengono che l’acqua del condizionatore sia nociva per le piante, ma questa affermazione non è del tutto veritiera. Alcune piante, infatti, non hanno bisogno di un eccessivo nutrimento (come piante grasse e carnivore) per cui l’acqua demineralizzata non crea nessun danno.
Mentre se volete usarla per quelle più bisognose di cure vi consigliamo di miscelarla con la comune acqua di rubinetto o basta utilizzare dei prodotti appositi per il loro nutrimento.

CAPELLI FORTI e puliti
Siete sempre alle prese con shampoo di ogni genere, perchè i vostri capelli si sporcano facilmente? Il problema si nasconde nell’acqua ricca di calcare che usiamo per lavarli, causa con il tempo del danneggiamento dei nostri capelli.
L’acqua demineralizzata è la soluzione che fa per voi, dopo averne raccolta a sufficienza mettetela in una pentola e fatela riscaldare alla temperatura che gradite. Dopodicchè con l’acqua riscaldata fate lo shampoo come di consueto, usando shampoo e balsamo. Così tornerete ad avere dei capelli puliti e forti in poco tempo.

Come fare l’acqua demineralizzata in casa
Non avete in casa un condizionatore, ma siete stufi di spendere dei soldi in acqua demineralizzata? La soluzione ideale è quella di produrla in casa grazie ad un metodo semplice ed economico.
Iniziate con mettere una quantità d’acqua in una pentola e fissate un tubo di vetro al coperchio con dello scotch, accedente il fuoco e attendete che cominci a bollire. Quando il vapore inizia a passare nel tubo, prendete una borsa del ghiaccio e appoggiatela sul collo del tubo, per provocare il raffreddamento.
La borsa del ghiaccio serve per raffreddare il tubo e per produrre la condensazione del vapore. Tenete la borsa del ghiaccio finché non sarà bollita tutta l’acqua, e passatele nel cannello sotto forma di vapore, potete anche appoggiare la borsa del ghiaccio su di un sostegno, per agevolare la procedura. Adesso fate in modo che il liquido cada in un vassoio, per raccogliere l’acqua prodotta dalla condensazione.
A questo punto occorrerà solo raccogliere l’acqua prodotto in un pentolino. Il lavoro non è breve perché l’acqua cade sul vassoio sotto forma di piccole goccioline, quindi vi consigliamo di produrre solo dei piccoli quantitativi di acqua distillata.

PROSEGUI LA LETTURA DELL’ARTICOLO ALLA PAGINA: ACQUA DEL CONDIZIONATORE

Maria Giovanna Tarullo

Per questo post ringraziamo:

Stile Naturale

e vi invitiamo a continuare la lettura su:

Come utilizzare l’acqua del condizionatore (seconda parte)

Come utilizzare l’acqua del condizionatore (seconda parte)