Come pulire l’acciaio in maniera green con prodotti 100% naturali

Come pulire l'acciaio in maniera green con prodotti 100% naturali Come molti sanno, l’acciaio è una risorsa fondamentale nella costruzione delle nostre case, nonché un materiale molto usato nei mobili ed utensili presenti nelle nostre abitazioni. Sono d’acciaio le pentole, le stoviglie, tanti utensili da cucina, le rubinetterie, ma anche diversi elettrodomestici, dal piano di cottura fino al frigorifero, senza dimenticare il lavello e il cruccio che accompagna tutti è quello di vedere questo metallo sempre lucido e splendente. In commercio si trovano tanti prodotti specifici, ma se si vuole fare una scelta green è possibile realizzare da sé dei detergenti naturali in grado di ridargli la sua naturale lucentezza. In rete si trovano numerosi suggerimenti in materia e su siti come Donnad.it come pulire l’acciaio è un tema che viene affrontato con un’attenzione particolare all’ecologico.

Il trattamento più antico, ma anche il più semplice da mettere in atto, è senza dubbio l’utilizzo di acqua e sapone; naturalmente il sapone, che può essere liquido, in scaglie, oppure il normale detersivo per i piatti, deve essere ecologico. Il rimedio può essere utilizzato per pulire l’interno di pentole particolarmente incrostato o per ridare brillantezza a superfici in acciaio. Nel primo caso, basta inserire dell’acqua calda nella pentola fino al livello delle incrostazioni, aggiungere un cucchiaio di sapone o detersivo e riscaldare per qualche minuto a fiamma bassa: lo sporco potrà essere rimosso facilmente. Per lucidare le superfici, invece basta preparare una miscela di mezzo litro di acqua con un cucchiaio di sapone e spruzzarla sui piani da pulire. Si deve poi passare con una spugna morbida, risciacquare con cura e asciugare bene.

Per eliminare le macchie di calcare, il metodo migliore è quello di utilizzare un detergente a base di acido citrico, un acido naturale che si trova in vendita in farmacia. La soluzione è al 20%, quindi occorre munirsi di bilancino, di un contenitore graduato e di un paio di guanti per maneggiare l’acido. Occorre disciogliere 100 grammi di acido in mezzo litro di acqua e mescolare accuratamente, quindi si possono immergere, anche per un’intera notte, gli oggetti da lucidare. Se invece si desidera pulire le superfici la soluzione può essere inserita in uno spruzzino.
Se non si vuole usare l’acido citrico, si possono eliminare le macchie di calcare con un semplice limone. Basta spremerlo e poi utilizzare il succo da cospargere su una spugnetta e strofinare, per un’azione più efficiente si può utilizzare la buccia a mo’ di spugnetta. Si deve poi ripassare l’inox con acqua e sapone e quindi sciacquare e asciugare.

I rimedi green comprendono però anche la crema al bicarbonato, da preparare con un cucchiaio di bicarbonato, uno di detersivo e qualche goccia di acqua tiepida. La crema va cosparsa sull’acciaio, lasciata agire qualche minuto e quindi non resta che risciacquare.
E che dire della crema alla cenere, antichissimo trucco delle nostre nonne? Si deve utilizzare la cenere che rimane dopo la preparazione della lisciva: basta passarla sull’inox e poi sciacquare. Per preparare la lisciva invece occorre mettere a sobbollire per un’ora e mezza 875 ml di acqua e 175 ml di cenere di legna ben setacciata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi