Come lavare il bucato senza danneggiare l’ambiente

Come lavare il bucato senza danneggiare l'ambienteIl bucato è una delle faccende fondamentali che ci permettono di vivere comodamente e nel modo giusto. Si tratta perciò di un procedimento di cui non possiamo fare a meno, e che spesso abbiamo bisogno di effettuare molto frequentemente. Questo può comportare molto tempo passato per effettuare il lavaggio dei nostri capi d’abbigliamento, ma anche a spese e consumi, nonché sprechi e scarichi che possono anche arrivare a danneggiare l’ambiente. A questo proposito, è importante imparare a lavare il bucato in maniera “ecosostenibile”, al fine di poter ottenere un risparmio, e allo stesso tempo rispettare la natura che ci circonda.

Attualmente esistono molti tipi di accorgimenti e linee guida da seguire per riuscire ad effettuare quasi ogni attività in modalità ecofriendly. Inoltre, è opportuno ricordarsi che ognuna di queste azioni è in grado di rispettare la natura, ma anche di promuovere un risparmio relativo ad acqua ed energia. Perciò è ottimo iniziare al più presto, per essere soddisfatti dei propri risultati. Quindi come è possibile lavare il bucato senza danneggiare l’ambiente? Sicuramente, il primo elemento da considerare è il giusto detergente, che può rivelarsi funzionale ed essere anche smaltito senza inquinare. Per la scelta di detersivi di qualità è possibile consultare CasaHenkel che propone anche la linea detersivi ecologici. 

Avvalersi di un detersivo vegetale significa rispettare l’ambiente, in quanto la lavatrice andrà ad emettere degli scarichi completamente ecologici e privi di fosfati, e ed i capi d’abbigliamento usciranno puliti e profumati da ogni lavaggio. In alternativa si potrà optare per l’utilizzo di bicarbonato e sapone di Marsiglia, utilizzando un misurino pieno di scaglie di sapone e due cucchiaini di bicarbonato. Al posto del sapone si potranno usare degli oli essenziali, come ad esempio quello alla menta, alla lavanda o agli agrumi. Questo sarà il primo passo per fare il bucato senza danneggiare l’ambiente.

Dopo aver scelto la tipologia di detersivi da utilizzare o l’alternativa casalinga di cui avvalersi per effettuare i propri lavaggi, si dovrà pensare al metodo con il quale effettivamente lavare i propri abiti in maniera ecofriendly. Si potrà decidere perciò di lavare a mano o di utilizzare delle lavatrici da campeggio a pedali, in quanto questo comporterà un notevole risparmio, evitando sprechi di acqua e di elettricità. Chi non ha il tempo, o comunque preferisce affidarsi alla lavatrice tradizionale, può lo stesso effettuare dei lavaggi green utilizzando i detersivi giusti, ma anche seguendo qualche piccolo accorgimento supplementare.

Per chi deve comprare o cambiare il proprio elettrodomestico, i primo consiglio è quello di scegliere una lavatrice con l’apertura frontale, che permette di ridurre notevolmente il consumo elettrico e idrico relativo ad ogni lavaggio. Sarebbe anche meglio evitare l’utilizzo dell’asciugatrice, che ovviamente consuma molto di più rispetto a qualsiasi altro elettrodomestico. 

Una volta muniti del dispositivo di lavaggio ideale per la propria casa ed i propri bisogni, bisognerà impegnarsi nel mettere a lavare solo i capi davvero sporchi. Inoltre sarà necessario effettuare il bucato nei giorni festivi o la sera, riempiendo la lavatrice completamente, ma senza ridurre ai capi la possibilità di avere lo spazio per muoversi durante il ciclo di lavaggio. In questo modo si risparmierà energia, si spenderà meno, e si eviterà di sprecare acqua per lavare indumenti non ancora sporchi. Questi accorgimenti sono importanti perchè ogni lavaggio è in grado di consumare ben 40 litri di acqua. 

A questo punto sarà il caso di regolare la temperatura, non superando i 30-40°C e scegliendo di utilizzare detersivi che permettano di ottenere ottimi risultati anche con l’acqua fredda o tiepida. È opportuno ricordare che più si riduce la temperatura e più si promuove il risparmio energetico all’interno della propria abitazione: un lavaggio a 30°C invece che a 60°C, permette di risparmiare più del 60% di energia. In questo modo, e grazie alla scelta dei giusti detersivi, si potrà rispettare l’ambiente, ma anche mantenere vivi i colori dei propri capi e abbassare l’importo che troveremo sulle bollette. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi