Coltivare la canapa con i finanziamenti del ministero per l’Agricoltura

Coltivare la canapa con i finanziamenti del ministero per l’Agricoltura

La Canapa (cannabis sativa) era, prima del proibizionismo della cannabis, largamente diffusa e costituendo le sue fibre la materia prima per la produzione della carta e per migliaia di anni è stata importantissima per produzioni tessili di vario genere come ad esempio le corde. In Italia è sempre stata coltivata sino a quando, per estensione interpretativa, veniva bandita insieme alla Cannabis (ben più ricca di THC). Il recepimento dei regolamenti CEE del 2000 ha riportato in auge questa coltivazione ora sovvenzionata dal ministero dell’Agricoltura attraverso un bando per la concessione di un finanziamenti agevolati.

Coltivare la canapa con i finanziamenti del ministero per l'Agricoltura

Il ministero per le Politiche agricole pubblica un bando per il sostegno della dei progetti di Filiera che può riguardare anche la coltivazione della canapa. Questa pianta è versatile e si usa per la bioedilizia, nel tessile, cure naturali, chimica, alimentazione umana e animale e anche medicina.

Le domande per il finanziamento agevolato, è di questo che si tratta, potranno essere presentate a sportello dopo il 1° aprile 2013. I finanziamenti sono regolati dal Decreto 19-12-2012 e dalla Circolare 558 del 20-12-12.

In effetti come riporta Teatro Naturale, proprio Assocanapa si è espressa positivamente verso questo bando seppur rilevando delle criticità:

Secondo Assocanapa, che raggruppa i coltivatori della canapa e dei settori di trasformazione, si tratta di un bando che interessa sopratutto le aziende “fondate” che possono presentare un bilancio credibile, comunque intenzionate a investire con fondi propri e che hanno le idee chiare sul progetto di massima che intendono realizzare. Alcuni gruppi di agricoltori e aziende già oggi clienti di Assocanapa srl potrebbero trarre vantaggi indubbi da questo bando. Tuttavia l’associazione vede difficoltà di accesso a causa della poca chiarezza della normativa italiana in materia di coltivazione di canapa da fibra per cui esiste sempre il pericolo che appartenenti alle Forze dell’Ordine e Magistrati poco informati sequestrino le coltivazioni calpestando le norme e danneggiando gli agricoltori. In questa situazione è molto difficile pensare a imbarcarsi in un’impresa importante come quella di far decollare su scala economicamente rilevante la coltivazione e lavorazione della canapa.

Infatti il bando è rivolto alle cooperative agricole, piccoli consorzi, società che esercitano l’impresa agricola, imprese commerciali e associazioni temporanee di impresa. Nel complesso l’investimento nel progetto dei partner deve essere tra i 5 milioni di euro e i 50 milioni di euro e ogni azienda beneficiaria deve investire minimo 500 mila euro. Non sono previsti contributi a fondo eprduto bensì accesso ai finanziamenti del fondo rotativo per il sostegno a imprese, investimenti e ricerca.

Resta da attendere il decreto che il ministero per l’Agicoltura, dopo il tavolo del 13 dicembre scorso al fine di regolamentare ulteriormente le procedure di coltivazione, ha assicurato di voler presentare.

Via | Teatro Naturale
Foto | Assocanapa su Fbcoltivazione di canapa varietà carmagnola

Come coltivare la canapa con i finanziamenti del ministero per l’Agricoltura é stato pubblicato su Ecoblog.it

Approfondisci l’argomento consultando l’articolo principale
Fonte:
Argomenti trattati: 2360 | Green Economy | Efficienza Energetica | Fonti Rinnovabili | Educazione Ambientale | Rifiuti | Ecologia
Altre informazioni inerenti Come coltivare la canapa con i finanziamenti del ministero per l’Agricoltura: , Marina Perotta, http://feeds.blogo.it/ecoblog/it, Ecoblog.it, Eco blog: natura, ambiente, ecologia e risparmio energetico

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi