Bioedilizia: il progetto Area Parma

Bioedilizia: il progetto Area Parma

Bioedilizia: il progetto Area Parma
Foto tratta dal blog www.areaparmablog.comAreaparma: bioedilizia per l’evoluzione di una città<!–EndFragment–>Comfort abitativo: non è un lusso, ma una nuova condizione abitativa destinata a diventare normalità.Ecosostenibilità: non è una storia inventata per fare marketing, ma un sintomo dell’evoluzione etica di un gruppo …

via Ecosostenibile:

| Bioedilizia: il progetto Area Parma

Bioedilizia: il progetto Area Parma

Bioedilizia: il progetto Area Parma
Foto tratta dal blog www.areaparmablog.com

Areaparma: bioedilizia per l’evoluzione di una città

Comfort abitativo: non è un lusso, ma una nuova condizione abitativa destinata a diventare normalità.
Ecosostenibilità: non è una storia inventata per fare marketing, ma un sintomo dell’evoluzione etica di un gruppo di persone chiamato umanità.

Bioedilizia: non è uno dei tanti neologismi nati intorno al concetto di sostenibilità ambientale, bensì un concreto insieme di pratiche destinate a migliorare la qualità degli edifici, sia in relazione al rispetto dell’ambiente, che alla qualità della vita delle persone che li abitano.

La nuova Parma

C’è una bellissima città emiliana dove tutto questo ha un nome, e può essere seguito nel suo divenire: Areaparma

Si tratta di un progetto che favorirà la riqualificazione di una vasta area intorno alla stazione ferroviaria, disegnata a “U”, dove sta sorgendo un grande complesso residenziale destinato ad ospitare attività commerciali, business e residenze.

Ma vediamo di analizzare i principali vantaggi di quest’opera che sta cambiando radicalmente l’aspetto di una zona di Parma tradizionalmente difficile, come in tutte le città: la zona della stazione.

Dal punto di vista urbanistico, la costruzione rappresenterà una rivalutazione dell’area, poiché connetterà il centro cittadino, espandendolo di fatto, alla stazione. Ospiterà famiglie, impiegati locali e business men, offrendo al tempo stesso offerte commerciali tali da generare una vitalità cittadina tipica di un centro storico. Al centro della “U” vedrà la luce un parco, intorno al quale si potrà disporre di mezzi di trasporto come bus e taxi.

La stazione assumerà quindi le caratteristiche estetiche e umane di un centro città piuttosto che quelle di una stazione classica, e questo a tutto vantaggio delle residenze e delle attività già presenti.

Il nuovo complesso è stato progettato con le più innovative tecniche di bioedilizia e di bioarchitettura.

Il risparmio energetico è stato affrontato ottimizzando al massimo l’efficienza del riscaldamento, grazie all’utilizzo di mattoni di laterizio porizzato (Poroton) e alla copertura separata dal blocco principale che permette una ventilazione della facciata utile ad aumentare l’inerzia termica.

I materiali sono tutti scelti nell’ottica dei nuovi principi edili connessi ai parametri emergenti dell’ecosostenibilità.

Il risparmio energetico favorirà direttamente la riduzione delle emissioni di CO2, la quale rappresenta il target principale della comunità mondiale nella battaglia per la sostenibilità delle risorse del pianeta, inoltre permetterà ai fruitori del complesso un notevole contenimento delle spese, sia p. Il sistema di doppie vetrate è studiato per sfruttare al massimo la radiazione solare, sia in relazione alla luminosità che all’impatto termico.

Areaparma, coi suoi 17.000 m2, rappresenta quindi uno dei più grandi esempi di bioedilizia, e testimonia come l’ecosostenibilità non sia solo un protocollo con parametri tecnici, ma rappresenti un insieme di valori tecnologici ed etici che mettono in primo piano il benessere della persona, nel presente e nel futuro.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale di Are@ Parma o il loro blog.

Prosegui la lettura su: Bioedilizia: il progetto Area Parma

Ecosostenibile

Bioedilizia: il progetto Area Parma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi