Biocosmesi fresca. Ne avete mai sentito parlare? Scoperta da poco, l’ho provata

Biocosmesi fresca. Ne avete mai sentito parlare? Scoperta da poco, l’ho provata

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale

biocosmesi

La cosmesi e la cura per il corpo sono un piacere e per molti un ‘dovere’ per il proprio benessere. Personalmente sono sempre stata convinta che sia opportuno puntare all’essenziale in tutto ciò che ha una origine chimica (da certi cibi, ai detergenti… alla cosmesi) prediligendo soprattutto prodotti che abbiano un ottimo INCI, guardando pigramente direttamente le certificazioni riportate (es. Bio) e la reputazione con recensioni di portali che stimo. Se a ciò ci aggiunge il fatto che sono molto una persona acqua e sapone, si può immaginare come io non stia a girare per profumerie, farmacie ed erboristerie.

Scrivendo di prodotti green, fortunatamente, sono le notizie stesse che vengono a me, sia nel male (prodotti non propriamente ‘salutari’ anche se spacciati quali linee wellness) che nel bene.

Così qualche settimana fa mi è capitato di scoprire un ambito che non conoscevo: la biocosmesi fresca. Quando mi hanno chiesto di intervistare Ilaria Martini, esperta e rivenditrice di una linea di biocosmesi fresca, ammetto di essere ‘caduta dalle nuvole’. Prima di informarmi per l’articolo, pensavo che si riferisse alla cosmesi fai da te con elementi naturali. Invece, grazie a una piacevolissima chiacchierata, mi si è aperto un mondo: è possibile avere prodotti freschi, vegani, di eccellente qualità senza doversi mettere ad armeggiare con bilancini ed ingredienti. Si va dalla cosmesi agli integratori. Le scadenze sono relativamente brevi (circa 6 mesi di media), il che è utile per evitare di riempirsi casa di prodotti che magari poi non si usano: sapendo di ‘doverli’ consumare ci si regola forse meglio. Come quando si prendono prodotti freschi alla bancarella, invece che i surgelati. Compri quel che serve e via…

Quindi perché non sperimentare direttamente questa (per me) novità? Ero molto curiosa e dopo un mese di prove posso dire di dare pieni voti ai prodotti utilizzati. Visto che il mio blog è nato anche con l’intento di raccogliere le buone pratiche e gli esempi che incontro e che mi piacciono (anche se mi spiace non riuscirci come vorrei…), ho pensato – avendo qualche giorno di vacanza per Pasqua – di condividere con voi questa mia esperienza (NB: non è un pubbliredazionale e non scrivo pubbliredazionali sul mio blog che è pura passione. Lo specifico perché declino ogni gentile richiesta in tal senso).

In pratica scegliete i vostri prodotti, se esistono più linee – per i singoli tipi di pelle – potete fare il test on-line (o scambiare due chiacchiere con gli esperti, come Ilaria), li ordinate e vengono rapidamente prodotti e spediti. Se non erro arrivano a casa entro tre giorni dalla data dell’ordine con corriere.

Visto che si potrebbe essere in dubbio sui prodotti per il proprio tipo di pelle, mettono a disposizione dei kit di prova (e io li ho provati!) a prezzi contenuti che vanno dal latte detergente, al tonico alla crema viso per quel che riguarda il viso e dei kit anche corpo (es. crema per i piedi, molto fresca, e crema per il corpo, che ho trovato eccellente).

Tra le cose che ho apprezzato di più, la freschezza di tutte le creme, la loro capacità idratante e neutralità delle profumazioni. Una cosa che suggerirei, però, è di rendere i flaconcini dei mini kit riutilizzabili. Infatti spesso (per uso palestra o viaggi) trovo utile il poter ripulire i contenitori e fare refill con lo stesso prodotto (perché utilizzando contenitori anonimi non poche volte mi son dimenticata… cosa ci fosse dentro).

Tra i prodotti particolari, l’olio per i denti, indicato per chi abbia problemi (si sa… una persona ‘sensibile’ come me non poteva non avere anche denti sensibili…) e l’emulsione colorata per il viso molto efficace, che consiglio di non mettere semplicemente così ma di passare prima un velo di crema. L’emulsione tra l’altro ha come ‘confezione’ un piccolo asciugamani, utilissimo. Per il viso utilizzo sempre mini asciugamani (anche per struccarmi), molto pratici, meno ingombranti in lavatrice e riutilizzabili (assolutamente meglio rispetto a qualsiasi dischetto o ovatta usa e getta…).

Cosa che non guasta, i prezzi sono assolutamente in linea con prodotti di cosmetica buoni (leggi, inferiori a molti prodotti ‘chic’).

Insomma il mondo green è pieno di soluzioni geniali che (fortunatamente) non finiscono di stupirmi e cercherò di raccontarveli, un po’ per volta.

Buon benessere a tutti :-)

Se vuoi approfondire questo argomento segui il link: Biocosmesi fresca. Ne avete mai sentito parlare? Scoperta da poco, l’ho provata

Argomenti trattati: 20454 | Letizia Palmisano: eco-blogger e giornalista: La sostenibilità non è solamente nel saper fare ma anche nel far sapere!
Altre informazioni inerenti Biocosmesi fresca. Ne avete mai sentito parlare? Scoperta da poco, l’ho provata:

Letizia Palmisano

Letizia Palmisano Giornalista Ambientale
Ecoblogger e giornalista ambientale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi