Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici

Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici

Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici
I cosmetici che utilizziamo ogni giorno sul nostro corpo, anche i nostri preferiti, possono essere responsabili di dermatiti o di disturbi allergici. E se pensate che acquistare i marchi noti sia sinonimo e garanzia di ingredienti buoni, allora vi sbagliate, e di grosso. Per evitare di comprare dei prodotti dannosi …

via L’ecoBottega, il BLOG:

|Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici - BioNotizie.com

Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici

ingredienti-evitare-cosmeticiI cosmetici che utilizziamo ogni giorno sul nostro corpo, anche i nostri preferiti, possono essere responsabili di dermatiti o di disturbi allergici.

E se pensate che acquistare i marchi noti sia sinonimo e garanzia di ingredienti buoni, allora vi sbagliate, e di grosso.

Per evitare di comprare dei prodotti dannosi è sufficiente leggere l’etichetta presente sul prodotto, prima di metterlo nel carrello della spesa.

Certo, potreste dire “Ma che leggo a fare, non si capisce niente !“. Invece non è vero, bastano poche indicazioni per iniziare a farsi un’idea.

Sono passati ormai 17 anni da quando è stato introdotto l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) che obbliga l’azienda produttrice a segnalare in etichetta gli ingredienti presenti nei prodotti cosmetici. Quindi non si scappa, giriamo il prodotto e leggiamo l’elenco di ingredienti.

Come leggere l’inci ? In ordine, al primo posto compare l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, seguono gli altri fino a quello contenuto in percentuale più bassa (sotto all’1% gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso).

Se troviamo le sostanze scritte in latino, allora significa che sono state inserite nel prodotto senza subire modifiche, mentre se le troviamo scritte in inglese o sotto forma di codice, allora la sostanza è stata soggetta da sintesi chimica.

Un prodotto cosmetico, per non essere considerato nocivo, cancerogeno o dannoso per noi e per l’ambiente, non dovrà contenere :

  1. I petrolati: gli ingredienti derivati dal petrolio sono tra i più utilizzati perché prodotti a basso costo e perché danno alla pelle un’immediata, quanto fittizia, sensazione di idratazione. Si trovano nelle creme, ma anche in fondotinta, ombretti, fard. Sono identificati con queste denominazioni: Mineral oil, Petrolatum, Paraffinum liquidum o Cera microcristallina. I petrolati sono purtroppo molto presenti anche nei prodotti per bambini e neonati;
  2. I conservanti: tra i più usati e pericolosi ci sono i parabeni: hanno la funzione di impedire la crescita dei batteri e prolungare così la vita del prodotto. Avendo scoperto la loro pericolosità, oggi si cerca di utilizzarne più tipologie insieme, ma in basse percentuali, piuttosto che una sola in quantità considerevoli. I parabeni sono i principali responsabili di allergie, eruzioni e rush cutanei. Ma possono agire anche a livello degli equilibri ormonali. La categoria dei parabeni contiene principalmente queste tre sostanze: Ethylbaraben, Propylparaben e Butylparaben;
  3. I siliconi: anch’essi diffusissimi nella cosmetica e nei prodotti per l’igiene perché, come i petrolati, generano una pellicola superficiale che rende la pelle morbida e liscia al tatto e riproduce un’apparente sensazione di idratazione e nutrimento. Ma, contrariamente a quanto sembra, queste sostanze non fanno altro che seccare ancora di più la pelle e danneggiare fortemente l’ambiente non essendo per niente biodegradabili. Sono inoltre ingredienti che rendono il prodotto più performante: le creme si spalmano più facilmente e non lasciano la sensazione di unto. I siliconi sono tanti, ma riconoscerli non è così complesso: siliconi sono gli ingredienti il cui nome termina in -one, -siloxane oppure -silanol. I più comuni sono il dimethicone e il cyclopentasiloxane;
  4. Formaldeide: è utilizzata prevalentemente come disinfettante e conservante e la si trova in saponi, smalti e altri prodotti cosmetici. Può essere presente come formaldeide o può essere rilasciata da alcune sostanze in un secondo momento durante i processi di degradazione del prodotto. È il caso dell’imidazolidinyl urea o della diazolidinyl urea: due sostanze da evitare assolutamente perché rilasciano formaldeide appena entrano in contatto con la pelle;
  5. Ingredienti altamente allergizzanti: Triclosan e Imidazolidinyl urea, DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone, utilizzati come conservanti;

Sembra un compito molto arduo, ma pian piano inizierete a memorizzare quelli più utilizzati e ad evitarli. Se avete delle perplessità, potete consultare il Biodizionario dove, grazie al lavoro dell’illustre Fabrizio Zago, potete trovare un elenco di quasi 5.000 ingredienti cosmetici, ordinati a seconda del loro livello di accettabilità.

fonte avoicomunicare.it biodizionario.it

The post Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici appeared first on L’ecoBottega, il BLOG.

Prosegui la lettura su: Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici

L’ecoBottega, il BLOG

Bellezza e Benessere: 5 Ingredienti da Evitare nei Cosmetici

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi