Avacar.it tra carpooling e voglia di condividere

mind the gum

Il carpooling sta lentamente arrivando anche in Italia. D’accordo ci sono restrizioni culturali (quanti italiani sono disposti a viaggiare con sconosciuti?), c’è poca sensibilità al problema dell’inquinamento e la viziosa comodità di spostarsi con un mezzo proprio senza vincoli e orari è ancora troppo evidente in questo paese.

Detto questo però, le realtà che cercano di propagandare questa intelligente e sana pratica sono tante, crescono a vista d’occhio e anche la risposta degli italiani sta sdoganando ogni tipo di problematica iniziando ad essere positiva. Avacar.it è, quindi, un portale dedicato al carpooling.

Nato circa due anni fa ha catalizzato l’attenzione per il suo essere fortemente socialNon vuole essere infatti il classico sito dove poter esclusivamente usufruire del servizio, ma ha un obiettivo ancor più nobile: far conoscere i propri utenti, condividere passione e far passare l’incontro da virtuale a reale.

Gli stessi ideatori di Avacar.it definiscono il loro progetto “il primo social mobility network per il carpooling”, nato da una reale esigenza dei creatori. “Siamo tutti lavoratori pugliesi. Chi vive a Milano, chi a Roma – spiega Lorenzo Carbone uno dei fondatori di Avacar.it – e ogni volta per tornare a casa era un’odissea: treni, prezzi esosi dei biglietti, viaggi solitari. Dovevamo trovare un’alternativa a questo stress. Così dalla nostra esigenza personale, abbiamo creato una soluzione che è però di tutti e per tutti”. Il progetto nasce nel 2011 ottenendo un bando per le giovani startup e interessando subito il mondo dell’ecosostenibilità che ha risposto parlando spesso e volentieri di questa nobile ed intelligente avventura.

Avacar.it tra carpooling e voglia di condividere

“Ad oggi il tutto è cresciuto parecchio – spiega ancora Lorenzo – abbiamo quasi 8.000 iscritti, siamo presenti sia su facebook che su twitter. Da poco abbiamo inoltre deciso di aprire anche un blog. Su questa piattaforma cerchiamo di aggiornare i nostri utenti, con news ed articoli, su tutto quello che succede nell’universo “green”. Inoltre, abbiamo da poco attivato una rubrica che si chiama “Io, Avacar e tu, dove invitiamo i nostri iscritti a farsi intervistare”.

Come si nota, Avacar.it vuole fare del suo aspetto principale proprio il concetto di condivisione. Una condivisione non esclusivamente legata al mezzo di trasporto, bensì fatta di valori, conoscenze, rapporti umani e calore. La forza di questo team è infatti quella di aver trasformato i rapporti effimeri del mondo dei social network in reali momenti di contatto. In passato, e a breve si ripeteranno, sono state tante le partnership che hanno visto Avacar.it protagonista di eventi musicali e concerti. Voglia di stare insieme, risparmiando e inquinando di meno: sono queste i punti chiave di questa bella realtà.

Il carpooling in Italia è ancora nel sottobosco, è vero, ma per merito di progetti giovani e dinamici come questo la possibilità che venga presto in superficie è molto più di una speranza: crediamoci.

Visita >Avacar.it< per maggiori informazioni sul carpooling intelligente

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi