7 utili consigli per rendere la tua vita lavorativa più eco-friendly

Il rispetto per l’ambiente anche in ufficio
Se si vuole assumere un comportamento eco sostenibile anche in ufficio basta prendere delle buone abitudini, che vi permetteranno di contribuire a non inquinare e a non sprecare.
Di seguito vi diamo 7 consigli su come essere eco-friendly anche sul posto di lavoro.

1) Evitare la sindrome da edificio malato con le piante
Anche se non avete il pollice verde cercate di portare in ufficio qualche pianta per evitare di ammalarvi della cosiddetta “sindrome da ufficio malato”, che si manifesta a causa dell’aria mal sana che si viene a creare in ambienti dove stazionano molte persone e che non hanno un sufficiente ricambio d’aria.
Chi accusa questa sindrome infatti lamenta cefalee, irritazione alla gola e agli occhi, distrazione. Ricordate quindi il ricambio d’aria e l’ossigeno che arriva dalle piante.

2) Non usate piatti e bicchieri di plastica
Per non usare piatti e bicchieri di plastica basta portare il pranzo da casa e usare delle stoviglie riutilizzabili, piatti a scomparti, tovaglioli di stoffa.
Sfruttate magari quello che è rimasto la sera prima dalla cena o preparate qualcosa di veloce, per evitare di produrre ulteriori rifiuti. Risparmierete sul pranzo take away e, se proprio volete ordinare, usate i vostri bicchieri, piatti e posate riutilizzabili.

3) Riciclate la carta
Negli uffici si consumano quantità impressionanti di carta, anche se tante aziende hanno puntato sulla dematerializzazione.
Cercate di fare attenzione a quanta carta usate e preferite le risme con la carta riciclata, che si può stampare fronte/retro, senza che quello che è scritto possa trasparire dall’altra parte, visto il colore scuro del foglio.
Eviterete anche di consumare energia elettrica e acqua.

4) Se avete necessità di annotare qualche appunto o scrivere un appuntamento, utilizzate la vostra agenda elettronica. Se avete necessità di scrivere fatelo su una lavagna elettronica o su un supporto come il pc.

5) Risparmiare energia elettrica
L’energia elettrica è un’altra delle voci di spreco che vanno riviste.
Se vi assentate dal vostro ufficio per andare in riunione o in pausa pranzo o anche per pochi minuti, non dimenticate di spegnere le luci.
Togliete l’eventuale screen saver che avete sul pc e impostate lo schermo, in modo che quando non viene usato per più di 10 si auto sospenda o si iberni.
A fine giornata evitate di lasciare apparecchiature in stand-by, perché la lucina rossa che rimane accesa anche quando in ufficio non c’è nessuno costa a un paese come il Regno Unito qualcosa come 34 milioni di euro all’anno.
Non dimenticate quindi di usare l’energia in modo responsabile, anche per evitare di sfruttare al massimo le nostre fonti.

6) L’uso equilibrato dei condizionatori
Spesso negli uffici l’uso dei condizionatori può definirsi davvero indiscriminato.
Nelle giornate molto fredde si raggiungono i 30 gradi e si sta in ufficio vestiti in modo estivo.
Nelle giornate calde invece la temperatura è quasi polare. In entrambi i casi, uscendo dall’ufficio, il corpo è sottoposto a uno sbalzo di temperatura innaturale e talvolta pericoloso, per non parlare del consumo inutile di energia e dell’aria innaturale.
Il consiglio è quello di mantenere una temperatura che non sia differente dall’esterno oltre i 7°-8° e di vestire in ufficio in base alla temperatura dell’ambiente.

7) La macchinetta del caffè potrebbe avere delle capsule riciclabili e i bicchieri usati potrebbero essere quelli riutilizzabili, evitando l’uso di quelli in plastica.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi